Cliff Harris

Cliff Harris
Cliff harris cowboys.jpg
Harris nel 1978
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 85 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Safety
Termine carriera 1995
Hall of fame Pro Football Hall of Fame (2020)
Carriera
Giovanili
600px Giallo e Viola.png Ouachita Baptist Tigers
Squadre di club
1970-1979Dallas Cowboys
Statistiche
Partite 141
Partite da titolare 130
Intercetti 29
Palmarès
Super Bowl 2
Selezioni al Pro Bowl 6
All-Pro 5
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Clifford Allen Harris (Fayetteville, 12 novembre 1948) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha militato nel ruolo di safety per tutta la carriera con i Dallas Cowboys della National Football League (NFL). È stato introdotto nella Pro Football Hall of Fame nel 2020.[1]

CarrieraModifica

Harris non fu scelto nel Draft NFL 1970 ma i Cowboys lo invitarono al training camp e lo firmarono come free agent. Superò la scelta del terzo giro Charlie Waters per il ruolo di free safety titolare durante la sua stagione da rookie. Il servizio militare gli fece perdere la seconda parte della stagione ma fece ritorno in tempo per il Super Bowl VI che Dallas vinse sui Miami Dolphins e non lasciò più il ruolo da titolare.

In seguito fece coppia con Waters, formando la coppia di safety migliore della NFL negli anni settata.[2][3]

Harris fu soprannominato "Captain Crash" dai suoi compagni per i suoi colpi violenti e per l'intensità con cui seguiva il portatore di palla. La safety membro della Pro Football Hall of Fame Larry Wilson disse di Harris: "Penso che sia la migliore safety in attività. Ha cambiato il modo in cui il ruolo viene interpretato. Si vedono squadre che modellano le loro free safety nel modo in cui Harris gioca sui passaggi, intimorendo tutti i giocatori in campo per i suoi duri colpi.".[4] La difesa dei Cowboys si classificò tra le prime dieci ogni anno con Harris nella formazione titolare.

Harris è uno dei soli 13 giocatori della storia ad avere disputato cinque Super Bowl, è stato convocato per sei Pro Bowl consecutivi ed è stato inserito quattro volte nel First-team All-Pro. Tuttavia è ricordato in particolare nel Super Bowl per avere tentato di schernire il kicker dei Pittsburgh Steelers Roy Gerela dopo un field goal sbagliato nel Super Bowl X, solo per essere scaraventato a terra dal linebacker degli Steelers Jack Lambert.[5] I Cowboys furono sorpresi quando annunciò il ritiro nel maggio 1980 all'età di 31 anni per concentrarsi sul business del petrolio.

Harris concluse la carriera con 29 intercetti, che ritornò per 281 yard e un touchdown, e 16 fumble recuperati che ritornò per 91 yard. Giocò anche negli special team nella prima metà della carriera, guadagnando 418 yard su ritorno di punt e 1.622 yard su ritorno di kickoff.[6]

PalmarèsModifica

FranchigiaModifica

Dallas Cowboys: VI, XII
Dallas Cowboys: 1970, 1971, 1975, 1977, 1978

IndividualeModifica

1974-1979
1975-1978
1974

NoteModifica

  1. ^ (EN) Clarence Hill Jr., Former Dallas Cowboys safety Cliff Harris elected to Hall of Fame, su star-telegram.com, 15 gennaio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Tom Loomis, Cowboys' Harris, Waters keep on ruling the skies, in Toledo Blade, Ohio, 10 gennaio 1979, p. 28.
  3. ^ (EN) Dave Anderson, Two safeties are contrasts for Cowboys, in The Dispatch, Lexington, North Carolina, New York Times news service, 16 gennaio 1979, p. 8.
  4. ^ (EN) Bio, www.footballspeakers.com. URL consultato il 29 luglio 2020.
  5. ^ Page2 - 100 Greatest Super Bowl Moments, ESPN.com, 23 gennaio 2004. URL consultato il 29 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Archived copy, su dallascowboys.com. URL consultato il 29 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2012).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN31705624 · ISNI (EN0000 0000 4873 9374 · LCCN (ENno2004044405 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004044405