Apri il menu principale

Coccatrice

figura araldica

La coccatrice (o cockatrice) è una creatura leggendaria dal corpo di drago o di viverna, ma con una testa da gallo. Ha anche alcune caratteristiche in comune con le lucertole, come la lunga e squamosa coda, una lingua biforcuta e molto altro. Si supponeva che nascesse da un uovo di gallina, covato però da un rospo o da un serpente, per ben 9 anni. Il risultato era un mostro uguale a quello già descritto qui sopra.

PoteriModifica

Le sue abilità magiche includerebbero la capacità di pietrificare o uccidere con il tocco o a volte anche solo con l'alito. La cockatrice somiglia molto nella genesi e nelle abilità ad un'altra creatura leggendaria, il basilisco. La Jewish Encyclopedia le considera identiche, forse sbagliandosi, ma vi sono comunque molti elementi in comune ai due miti.[1]

Come per la testa di Medusa, i poteri pietrificanti della cockatrice sono efficaci anche dopo la morte.

NoteModifica

  1. ^ Nel Libro degli esseri immaginari, Borges riporta anche che nel Medioevo il basilisco è descritto come un gallo quadrupede e coronato, con coda di serpente, ricevendo da Chaucer il nome di "basili-cock": "... es un gallo cuadrúpedo y coronado, de plumaje amarillo, con grandes alas espinosas y cola de serpiente que puede terminar en un garfio o en otra cabeza de gallo. El cambio de la imagen se refleja en un cambio de nombre; Chaucer, en el siglo XIV, habla del basili-cock".

BibliografiaModifica

  • Laurence A. Breiner, The Career of the Cockatrice, Isis 70.1, 1979, pp. 30–47

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica