Apri il menu principale

La coincidenza (termine derivato da «con» e dal latino «incidere», «cadere insieme») è un fatto accidentale e casuale: oltre ad essere a congiunzione di un evento ad altri, deve avvenire in maniera accidentale e inaspettata. Qualora le suddette condizioni vengano meno, l'evento è una singola entità.

Aspetto statisticoModifica

  • Dal punto di vista statistico, le coincidenze risultano inevitabili e meno casuali di quanto appaiono all'intuito. Per esempio, nel paradosso del compleanno la probabilità che 2 persone condividano la data di nascita raggiunge il 50 % in gruppo di appena 23 individui.

Altri utilizzi del termineModifica

  • A livello scientifico, la parola ha un significato più letterale: viene infatti definita "coincidenza" l'incontro tra 2 raggi luminosi in uno stesso punto, allo stesso tempo, della medesima superficie.
  • In matematica, la coincidenza non prova una relazione casuale e ne richiede una: l'indice apposito può essere usato per analizzare l'eventuale collegamento di 2 eventi, limitandosi a descrivere la possibilità.
  • In ambito ferroviario la coincidenza è una corrispondenza tra treni a comporto non nullo.
  • In termini filosofico-psicologici, una sottile capacità neurologico-sincronica tale da far "coincidere" (Jung) più eventi (date, nomi o luoghi) in una connessione simigliante se non inspiegabilmente identica, in modo da suscitare, a livello inconscio, la superstizione in un ordine soprannaturale o una forte perplessità circa la casualistica assurdità della sorte.[1]

Nella cultura di massaModifica

Dal punto di vista del folklore, le coincidenze vengono sovente ricondotte ad una componente mistica oppure leggendaria.[2] In realtà, se analizzate con metodo scientifico, esse non presentano collegamenti inattesi o comunque non preventivabili.[2] A titolo d'esempio, è possibile riportare due casi:

In senso più ampio, alle coincidenze sono talvolta legati i cosiddetti "corsi e ricorsi", specialmente in ambito culturale o storico.[4]

NoteModifica

  1. ^ Anna Mariani ne "Le coincidenze psicologiche" (ed. 30 Luglio 2009 cifr. Poli-matri-moni)
  2. ^ a b Chiara Palmerini, Che coincidenza!, su focus.it, 20 luglio 2016.
  3. ^ Adriano Ercolani, Club 27: quel maledetto circolo della storia del rock, su XL - repubblica.it, 14 gennaio 2017.
  4. ^ Paolo Garimberti, I RICORSI DELLA STORIA, in la Repubblica, 18 dicembre 1987, p. 1.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica