Apri il menu principale
Colorno
comune
Colorno – Stemma Colorno – Bandiera
Colorno – Veduta
Il Palazzo Ducale di Colorno
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Parma-Stemma.svg Parma
Amministrazione
SindacoChristian Stocchi (centro-destra) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate44°55′48″N 10°22′33″E / 44.93°N 10.375833°E44.93; 10.375833 (Colorno)Coordinate: 44°55′48″N 10°22′33″E / 44.93°N 10.375833°E44.93; 10.375833 (Colorno)
Altitudine29 m s.l.m.
Superficie48,41 km²
Abitanti8 988[1] (30-6-2017)
Densità185,66 ab./km²
FrazioniCopermio, Mazzabue, Mezzano Rondani, Sacca, Sacchetta, Sanguigna, Trai, Vedole, Bezze Inferiore
Comuni confinantiCasalmaggiore (CR), Gussola (CR), Martignana di Po (CR), Sissa Trecasali, Sorbolo Mezzani, Torrile
Altre informazioni
Cod. postale43052
Prefisso0521
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT034010
Cod. catastaleC904
TargaPR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanticolornesi
Patronosanta Margherita
Giorno festivo20 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Colorno
Colorno
Colorno – Mappa
Posizione del comune di Colorno nella provincia di Parma
Sito istituzionale

Colorno (pronuncia /ko'lorno/[2]; Colórni in dialetto parmigiano[3][4]) è un comune italiano di 8 988 abitanti[1] in provincia di Parma, nella parte orientale della bassa parmense.

Fa parte dell'Unione Bassa Est Parmense. È attraversato dal torrente Lorno, da cui prende il nome.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia di Colorno.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

GastronomiaModifica

 
L'ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana della Palazzo Ducale di Colorno

Nel Palazzo Ducale ha la propria sede l'ALMA, Scuola internazionale di cucina Italiana.

Dal 5 marzo 2008 è attiva la Confraternita del Tortél Dóls che ha come scopo quello di mantenere viva nelle nuove generazioni la tradizione culturale-gastronomica delle zone tipiche della bassa parmense ed in particolare dei Tortéj Dóls, tortelli dal ripieno agrodolce la cui ricetta è stata tramandata fin dai tempi della Duchessa Maria Luigia d'Austria.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

 

AmministrazioneModifica

Amministrazioni che si sono succedute a Colorno dal 1990.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2 settembre 1988 2 luglio 1990 Germano Biacchi Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
5 luglio 1990 12 luglio 1993 Germano Biacchi Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
11 settembre 1993 24 aprile 1995 Davide Conti Democrazia Cristiana Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Davide Conti centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Sabrina Fornia lista civica Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Stefano Gelati centro-sinistra Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Michela Canova centro-sinistra Sindaco [6]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Michela Canova lista civica di centro-sinistra: "Si amo Colorno", sostenuta dal PD Sindaco [6]
27 maggio 2019 in carica Christian Stocchi lista di centro-destra "Lista Stocchi per Colorno", sostenuta da: Lega Salvini premier, Fratelli d'Italia e Forza Italia Sindaco [6]

SportModifica

CalcioModifica

 
Formazione dell'AC Colorno nel campionato di Prima Divisione Emilia-Romagna 1951-1952.

La principale squadra di calcio della città è l'A.C.D. Colorno che milita nel girone A dell'Eccellenza Emilia-Romagna ed ha partecipato tra il 1985 e il 1991 a sei campionati nazionali dilettantistici. Ha vinto la Coppa Italia d'Eccellenza Emilia-Romagna 1998/1999.

Tra i giocatori che vi hanno militato si ricordano Stefano Pioli, Marco Giandebiaggi, Ferdinando Piro, Giacomo Murelli, Alberto Michelotti, Francesco Bertolotti e Simone Cavalli.

RugbyModifica

La principale squadra di rugby della città è il Colorno Rugby che al termine della stagione 2018-2019 ha ottenuto la promozione in TOP12.

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ [1].
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 222.
  4. ^ Guglielmo Capacchi, Dizionario Italiano-Parmigiano. Tomo II M-Z, Artegrafica Silva, pp. 895ss.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Bertini, L'appartamento del duca Ferdinando a Colorno dipinto da Antonio Bresciani, Colorno, TLC, 2000.
  • Stefano Gelati, Colorno sotto le bombe, Colorno, TLC, 2016, ISBN 978-88-98222-27-8.
  • Barbara Zilocchi, Restaurata la chiesa di San Pietro apostolo, in nuova Comunità (Colorno, Nuova Parrocchia “S. Maria Madre della Chiesa” di Colorno), gennaio 2018, p. 2.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN155466668 · LCCN (ENn85044068 · GND (DE4230239-0 · BNF (FRcb12239862b (data) · WorldCat Identities (ENn85-044068
  Portale Parma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Parma