Columbus Crew Soccer Club

società calcistica statunitense
Columbus Crew SC
Calcio Football pictogram.svg
Campione in carica Major League Soccer Campione in carica Major League Soccer
Columbus Crew SC Logo.png
The Crew
The Fighting Canaries
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Nero e Giallo (Quadrati).svg Giallo, nero
Inno It's Your Crew
RJD2
Dati societari
Città Columbus
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato Major League Soccer
Fondazione 1994
Proprietario Stati Uniti Dee Haslam
Stati Uniti Jimmy Haslam
Presidente Stati Uniti Tim Bezbatchenko
Allenatore Stati Uniti Caleb Porter
Stadio Mapfre Stadium
(20 145 posti)
Sito web www.columbuscrewsc.com
Palmarès
Major LeagueMajor League
Titoli MLS 2
U.S. Open Cup 1
Trofei nazionali 3 Supporters' Shield
Si invita a seguire il modello di voce

Il Columbus Crew Soccer Club, noto semplicemente come Columbus Crew,[1] è una società calcistica statunitense con sede nella città di Columbus (Ohio). Dal 1996 milita nella Major League Soccer (MLS) e disputa le proprie partite casalinghe al Mapfre Stadium, impianto da 20.145 posti a sedere.

StoriaModifica

Fondata nel 1994, disputò il suo primo incontro nel 1996. Gioca le partite casalinghe nel Columbus Crew Stadium, il primo stadio della Major League Soccer ad essere concepito esclusivamente per il calcio. Dal 1996 al 1999 fu sede delle partite interne della squadra l'Ohio Stadium, nel campus della Ohio State University. Il nome "The Crew" trae origine dal contesto locale e fa riferimento alla comunità dei colletti blu di Columbus. I colori sociali sono il nero e il giallo oro. La mascotte della squadra è "Crew Cat".

I Crew hanno vinto la Lamar Hunt U.S. Open Cup del 2002 battendo in finale per 1-0 i campioni in carica della MLS, i Los Angeles Galaxy; la squadra di Columbus già in precedenza aveva sfiorato la vittoria di questa coppa nel 1998.

Nel 2004 vincono la loro prima MLS Supporters' Shield arrivando primi in classifica, e nel 2008 diventano per la prima volta Campioni d'America, battendo i New York Red Bulls e centrando così una storica doppietta MLS Cup e MLS Supporters' Shield.

Nel 2009 i Columbus Crew vincono per la terza volta nella loro storia la MLS Supporters' Shield, con 49 punti, un punto in più rispetto ai Los Angeles Galaxy e gli Houston Dynamo.

Nel 2010 riescono ad arrivare ai quarti di finale della CONCACAF Champions League dove però vengono battuti, in un derby tutto americano, dal Real Salt Lake; sempre nel 2010 arrivarono in finale nella U.S. Open Cup, ma perdono 1-2 contro i Seattle Sounders.

Nel 2011 i Columbus Crew decidono di dare il via ad una vera e propria rivoluzione, vendendo i giocatori più avanti con l'età e puntando tutto sui giovani. Attesi ad un campionato quasi anonimo, la squadra ottiene un 4º posto in Eastern Conference, risultato tutt'altro che negativo. La squadra ottiene il 9º posto finale nella MLS, venendo eliminata ai quarti di finale dai Colorado Rapids. Anche nella U.S. Open Cup escono ai quarti. Il 2 settembre 2013 viene esonerato il tecnico Robert Warzycha, prenderà il suo posto momentaneamente fino al termine della stagione Brian Bliss. La stagione 2013 della Major League Soccer per il Columbus è ancora una volta da dimenticare. Chiude senza essere riuscita a centrare i playoff e con un 16º posto nella classifica totale. Il 6 novembre 2013 viene nominato come nuovo allenatore Gregg Berhalter.

Nel 2014 viene ceduto il capitano Chad Marshall dopo aver militato per 9 anni nel Columbus Crew, oltre questa cessione si ritira a soli 27 anni Eddie Gaven, altro giocatore importante nella storia del club.

L'8 ottobre 2014 vengono presentati la nuova denominazione, modificata in "Columbus Crew Soccer Club", ed il nuovo stemma del club.[1] Il 13 dicembre 2020 conquista per la seconda volta il titolo di campione statunitense battendo in finale il Seattle Sounders per 3-0.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Columbus Crew Soccer Club

Colori e simboliModifica

 
Stemma usato dai Columbus dal 1994 al 2014

La divisa della squadra è nero e giallo, mentre la divisa da trasferta è tutta nera con qualche richiamo giallo, ma raramente i Crew, indossano la seconda maglia. Lo stemma, raffigurante tre uomini, rappresenta delle persone che lavorano duro.

DiviseModifica

  • Casa
1996-1998
1999-2001
2002-2004
2005
2006-2007
2008-2009
2010-2011
2012-2013
  • Trasferta
1996-1997
1998-1999
2000-2002
2003-2004
2005
2006-2007
2008-2009
2010-2011
2012-2013
  • Terza/Speciale
1998-1999
2002

StadioModifica

Inizialmente i Crew disputavano le partite casalinghe all'Ohio Stadium, casa degli Ohio State Buckeyes, squadra di football di Columbus. Successivamente cambiarano stadio e si trasferirono al Columbus Crew Stadium, inaugurato il 15 maggio 1999. Fu il primo stadio statunitense costruito esclusivamente per partite di calcio. Nel 2005 hanno disputato un incontro della Lamar Hunt U.S. Open Cup al Jesse Owens Memorial Stadium. La costruzione di uno stadio nuovo è cominciata all’inizio del inverno 2019. Nell’estate del 2021 è stata annunciata l’inaugurazione dello stadio nuovo ed innovativo nel cuore della città di Columbus.

Modifica

Presidenti e allenatoriModifica

PresidentiModifica

AllenatoriModifica

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Columbus Crew S.C.

PalmarèsModifica

 
La squadra ricevuta alla Casa Bianca dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dopo la vittoria del campionato MLS nel 2008
2002
2004, 2008, 2009
2008, 2020

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

I Columbus sono riusciti a giocarsi i playoff per undici volte, e per sei volte ne sono rimasti fuori.

Statistiche di squadraModifica

TifoseriaModifica

Il più importante gruppo ultras dei Columbus Crew è il The Nordecke; della tifoseria organizzata del club fanno inoltre parte i gruppi Crew Supporters Union, Hudson Street Hooligans, Turbina Amarilla e Crew Cat.

Gemellaggi e rivalitàModifica

Dal 2008 è nata una rivalità con il Toronto FC, che ha il suo culmine nella Trillium Cup, dove le due squadre si sfidano per aggiudicarsi il trofeo. C'è anche un sentito derby con l'FC Dallas, dove chi vince si aggiudica la Lamar Hunt Pioneer Cup, trofeo in onore di Lamar Hunt, proprietario dei Crew e dei Dallas fino alla sua morte.

Rosa 2021Modifica

Rosa e numerazione aggiornate al 23 gennaio 2021.

N. Ruolo Giocatore
1   P Eloy Room
3   D Josh Williams
4   D Jonathan Mensah
5   D Vito Wormgoor
6   C Darlington Nagbe
7   C Pedro Santos
8   C Artur
10   C Lucas Zelarrayán
11   C Gyasi Zardes
12   C Luis Díaz
18   C Sebastian Berhalter
19   D Milton Valenzuela
21   C Aidan Morris
N. Ruolo Giocatore
22   C Derrick Etienne
25   D Harrison Afful
27   A Miguel Berry
28   P Matt Lampson
30   D Aboubacar Keita
  D Grant Lillard
  A Bradley Wright-Phillips
  C Kevin Molino
  P Evan Bush
  P Eric Dick
  C Isaiah Parente
  D Justin Malou

Rosa 2020Modifica

Rosa e numerazione aggiornate al 7 dicembre 2020.

N. Ruolo Giocatore
1   P Eloy Room
2   D Chris Cadden
3   D Josh Williams
4   D Jonathan Mensah
5   D Vito Wormgoor
6   C Darlington Nagbe
7   C Pedro Santos
8   C Artur
9   A Fanendo Adi
10   C Lucas Zelarrayán
11   C Gyasi Zardes
12   C Luis Díaz
13   P Andrew Tarbell
14   D Waylon Francis
16   C Héctor Jiménez
N. Ruolo Giocatore
17   A Jordan Hamilton
18   C Sebastian Berhalter
19   D Milton Valenzuela
20   A Emmanuel Boateng
21   C Aidan Morris
22   C Derrick Etienne
25   D Harrison Afful
26   C Fatai Alashe
28   P Matt Lampson
29   A Krisztián Németh
30   D Aboubacar Keita
34   A Youness Mokhtar
  P Jon Kempin
  D Grant Lillard
  A Miguel Berry

Rosa 2018Modifica

Rosa e numerazione aggiornate al 29 gennaio 2018.

N. Ruolo Giocatore
2   D Ricardo Clark
3   D Josh Williams
4   D Jonathan Mensah
6   C Wil Trapp  
7   C Artur
8   D Mohammed Abu
9   A Pedro Santos
10   A Federico Higuaín
11   C Gyasi Zardes
13   C Mike Grella
14   A Adam Jahn
16   C Héctor Jiménez
17   D Lalas Abubakar
N. Ruolo Giocatore
18   C Cristian Jesús Martínez
19   D Milton Valenzuela
20   C Eduardo Sosa
22   D Gastón Sauro
23   P Zack Steffen
24   P Jon Kempin
25   D Harrison Afful
26   C Luis Argudo
27   A Edward Opoku
28   C Niko Hansen
30   P Logan Ketterer
31   D Connor Maloney

Staff tecnicoModifica

  • Allenatore: Caleb Porter
  • Director of soccer operations: Asher Mendelsohn
  • Assistant coach: Nico Estevez
  • Assistant coach: Pat Onstad
  • Assistant coach: Josh Wolff
  • High performance director: Steve Tashjian
  • Fitness & end stage rehab coach: Federico Pizzuto
  • Head athletic trainer: Chris Schenberger
  • Director of team operations: Zach Crusse

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Columbus Crew Soccer Club unveils new badge and brand identity, su columbuscrewsc.com, 9 ottobre 2014. URL consultato il 12 giugno 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica