Comau
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1973 a Torino
Sede principaleGrugliasco
GruppoStellantis
Persone chiave
SettoreMetalmeccanica
Dipendenti9.000 (2019)
Sito webwww.comau.com

Comau (COnsorzio MAcchine Utensili) è una società italiana, parte del gruppo Stellantis, con sede a Torino, specializzata nell'automazione industriale. Realizza tecnologie per la produzione di veicoli elettrici, ibridi e tradizionali, robot industriali e collaborativi, soluzioni di robotica indossabile, strumenti per la logistica a guida autonoma, centri di lavorazione meccanica dedicati, servizi digitali interconnessi e sistemi per trasmettere, elaborare e analizzare dati macchina e di processo[1].

Fondata nel 1973, è presente in 14 Paesi, con 8 stabilimenti di produzione, 7 strutture dedicate allo sviluppo di prodotti e tecnologie e 5 centri focalizzati su competenze e tecnologie digitali, con un totale di circa 9000 dipendenti e più di 650 brevetti registrati. Attraverso la sua Academy, Comau sviluppa conoscenze tecniche e manageriali.

StoriaModifica

FondazioneModifica

Il consorzio viene fondato nel 1973 per riunire le aziende dell'area torinese che fornivano equipaggiamento agli stabilimenti VAZ di Togliatti in Russia. Nel 1977 MST S.p.A., Morando S.p.A., IMP S.p.A. e Colubra Lamsat S.p.A. si uniscono in una sola azienda denominata Comau Industriale S.p.A. Nell'anno successivo viene ufficialmente fondata Comau S.p.A. con l'accorpamento degli stabilimenti e delle attività produttive di Comau Industriale S.p.A. L'azienda viene successivamente rinominata Comau Finanziaria S.p.A.[2]

EspansioneModifica

Nel 1984 l'azienda inizia a espandersi al di fuori dei confini europei attraverso la società Comau Productivity Systems Inc. dedicata allo sviluppo delle attività commerciali in Nord America. Nel 1988 Comau Finanziaria S.p.A. acquisisce una quota di maggioranza di Italtech S.p.A., specializzata in macchine per iniezione plastica. L'anno successivo viene acquisita la Berto Lamet, produttrice di stampi per lastratura metallo, e la UTS, società di ingegneria di prodotto e di processo. Berto Lamet successivamente acquisisce TEA, specializzata in stampi a iniezione e, nel 1990, rileva l'azienda spagnola di stampi per lastratura metallo Mecaner S.A. Nel 1995 Comau intensifica l'attività di espansione nei mercati del Sud America, Europa, Nord America e Asia. Nell'area Mercosur vengono fondate Comau do Brasil Ind e Com. Ltda e Comau Argentina S.A., mentre in Germania viene fondata Comau Deutschland GmbH. Parallelamente Comau Productivity Systems espande la propria struttura e cambia nome in Comau North America Inc. In Cina viene aperto un ufficio di rappresentanza a Pechino, mentre in Francia nel 1996 viene fondata Comau France S.A. A partire da questa data Comau adotta il nome ufficiale di Comau S.p.A.

Nel 1997 Comau rileva la quota di maggioranza di Geico S.p.A., produttore di sistemi di verniciatura per l'industria automobilistica. Nel mercato sud-est asiatico inizia a operare Comau India Pvt Lttd. In Polonia, a Tychy, diventa operativo lo stabilimento per la produzione di stampi di lastratura metallo e servizi di manutenzione Comau Poland Sp.z.o.o. Nello stesso anno viene creata la divisione Comau Service per la fornitura di servizi completi di manutenzione a livello globale. Nel 1999 Comau acquisisce la compagnia francese Sciaky S.A., produttrice di sistemi di pinze per carrozzeria, rinominata in seguito Comau Sciaky S.A. Nello stesso anno Comau S.p.A. rileva una quota di maggioranza in Renault Automation S.A. in Francia, specializzata in processi ingegneristici, taglio di metalli e assemblaggio.
Sempre nel 1997 Fiat S.p.A. acquisisce Progressive Tool and Industries Co. (PICO), azienda specializzata in sistemi di produzione per scocche successivamente rinominata Comau Pico. Nel Regno Unito la Pico Estil, con sede a Luton, viene rinominata Comau Estil; in Sud Africa, la Aims Corporation di Uitenhage viene rinominata Comau South Africa Pty Ltd. Nel 2000 viene inaugurata Comau Automotive Equipment Colt. a Shanghai, Comau Belgium N.V., specializzata in servizi di manutenzione in Nord Europa, e Comau Systems Services S.L. in Spagna.
L'anno successivo Comau S.p.A. rileva due compagnie specializzate in ingegneria di processo e industrializzazione di prodotti automotive, Germann-Intec GmbH e Team Resources Romania, divenuta in seguito Comau Romania S.A. Nel 2001 viene inaugurata ad Adelaide Comau Australia, seguita nel 2002 in Svezia da Comau Ingest Sverige AB; nel 2003 Comau Russia Srl e Comau (Shanghai) International Trading Co. Ltd. iniziano le attività concentrando il proprio core business sull'import-export.

In questo periodo Comau Sciaky SA acquisisce la totalità delle quote di Gerbi & Sciaky, azienda francese specializzata nella produzione di pinze elettriche, cambiando il nome in Sciaky S.A.S. nel 2004. L'anno successivo Comau Service France e Comau Sciaky e Sciaky S.A.S vengono consolidate all'interno di Comau France S.A.

Nel 2005 avviene la fusione tra Comau Germann-Intec GmbH Comau Deutschland GmbH. Nel 2007 Comau-Germann Intec GmbH inizia le attività in Germania con un focus sulle attività ingegneristiche[2].

Nel 2009 viene lanciata la divisione Comau Aerospace, portando l'azienda in un nuovo segmento industriale attraverso la fornitura di sistemi di foratura e rivettatura. In seguito, tra il 2010 e il 2011, Comau espande la propria attività con eComau, divisione specializzata in prodotti e servizi per il settore energetico, e Comau Adaptive Solutions, dedicata alla fornitura di tecnologie per l'automazione industriale nel settore dei veicoli commerciali, costruzioni, agricoltura, minerario, trasporto ferroviario passeggeri e merci, solare ed eolico[2].

Sempre a partire dal 2010 per Comau inizia un nuovo periodo di espansione territoriale, sia in Asia, con tre nuovi stabilimenti in Cina, che in Europa, con le aperture di Comau Repubblica Ceca, Comau Turchia e di una nuova sede in Germania. Negli anni a seguire nascono inoltre Comau Thailandia e Comau Brasile, e lo stabilimento di Comau Messico viene ampliato. Nel 2017 vengono aperte due nuove sedi, nel Regno Unito[3] ed in California.

Riassetto del VerticeModifica

Nel Giugno del 2020 si assiste a un riassetto del Vertice aziendale: nuovo Presidente è Alessandro Nasi[4], che dal 2005 è entrato nel Gruppo Fiat a seguito di un percorso professionale iniziato nel settore bancario e della finanza, ha ricoperto ruoli di responsabilità in Fiat Powertrain Technologies e in CNH Industrial, azienda che produce macchinari per l’agricoltura e le costruzioni, ed attualmente è membro del Consiglio di Amministrazione di CNH Industrial, Presidente di Iveco Defence Vehicles, membro dell’Advisory Board del Gruppo Lego, e Vice Presidente del Board di EXOR. Nuovo amministratore delegato è Paolo Carmassi[5], ex manager della multinazionale statunitense Honeywell e della Malvern Panalytical.

Sempre nel 2020, Comau sigla l'accordo di collaborazione tecnologica con Tim per supportare la trasformazione digitale del settore manifatturiero [6]. Nello stesso anno lavora inoltre al fianco di FCA e Fiat per la produzione della prima 500 completamente elettrica [7]. Comau è partner e socio fondatore di MADE, il Competence Centre per avvicinare le imprese italiane all'industria 4.0[8], socio di Artes 4.0 a Pisa[9], collaboratore del CIM 4.0 di Torino[10] e, in contesto europeo, è partner dell'Innovation Community EIT Manufacturing[11]. Nel 2021, oltre ad aver aderito alla European Battery Alliance (Eba) e alla Batteries European Partnership Association (Bepa), Comau contribuisce anche alla European Technology & Innovation Platform (Etip) per le batterie [12], e collabora con UK Battery Industrialisation Centre per lo sviluppo di una linea di assemblaggio semi-automatica per l’assemblaggio di moduli batterie e pacchi batterie[13]. Nello stesso anno nasce inoltre la nuova collaborazione tra l'azienda e Rockwell Automation per la creazione di soluzioni unificate di controllo dei robot[14].

Prodotti e divisioniModifica

Aree strategiche di businessModifica

 
AURA robot di Comau immortalato al MADE Competence Centre di Milano.

Comau sviluppa e realizza prodotti e servizi per l'industria automotive, i veicoli commerciali e heavy duty (minerario, costruzioni, agricoltura), aerospaziale, trasporto pubblico, difesa (veicoli per difesa da terra, artiglieria), veicoli ricreazionali (veicoli marittimi, camper, mobile homes, motocicli) ed energia (eolico, solare, celle combustibili, batterie)[15].

Body WeldingModifica

Servizi dedicati ai sistemi di saldatura per scocche e componenti.[15][16].

Powertrain SystemsModifica

Servizi per sistemi di produzione, sistemi di macchine modulari per componenti powertrain, sistemi di assemblaggio per motori, trasmissioni e componenti, moduli di automazione, sistemi di simulazione della performance di prodotto e sistemi di test[17].

RoboticsModifica

Soluzioni di robotica dal 1978[18], tra cui robot antropomorfi, robot collaborativi,[19] esoscheletri,[20] AGV, robot educativi e prodotti per l'automatizzazione della fabbrica 4.0.

ServiziModifica

Servizi di manutenzione industriale per i processi di produzione ed equipaggiamento e servizi di asset management[21].

AerospaceModifica

Soluzioni di upgrade dei processi di produzione, equipaggiamenti di produzione integrati e sistemi di assemblaggio per l'industria aerospaziale civile e militare su aeromobili, elicotteri, sistemi di propulsione, scocche e interni[22].

eComauModifica

Consulenza ad aziende esterne sulla sostenibilità.

FormazioneModifica

Comau, con il progetto Comau Academy, organizza master e corsi di formazione tecnica e manageriale[23].

NoteModifica

  1. ^ Industrial automation and robotics, su https://www.comau.com/en. URL consultato il 23 aprile 2020.
  2. ^ a b c History, su comau.com. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 23 aprile 2012).
  3. ^ Comau, nuova sede britannica a Gateshead, su thenextfactory.it. URL consultato il 17 aprile 2021.
  4. ^ Amalia Angotti, Comau verso la quotazione in Borsa , Nasi presidente, su ansa.it, 2 giugno 2020. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  5. ^ Nuovi vertici per la Comau, su https://www.quattroruote.it/. URL consultato il 3 aprile 2021.
  6. ^ Valentina Repetto, Industrial IoTim powered by Comau, su innovationpost.it, 15 dicembre 2020. URL consultato il 5 aprile 2021.
  7. ^ Tecnologia Comau nella Nuova 500 elettrica, su https://www.automazioneindustriale.com/, 27 novembre 2020. URL consultato il 3 aprile 2021.
  8. ^ Le tecnologie per l’industria 4.0 di Comau a supporto delle PMI manifatturiere, su https://www.tecnelab.it/, 18 dicembre 2020. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  9. ^ Centro di Competenza Artes 4.0, 10 milioni di euro dal Mise, su gonews.it, 30 gennaio 2019. URL consultato il 5 aprile 2021.
  10. ^ Filomena Greco, Intelligenza artificiale a Torino «L’industria detterà le priorità», su https://www.ilsole24ore.com/, 9 ottobre 2020. URL consultato il 28 febbraio 2021.
  11. ^ Nasce Eit Manufacturing, Comau è un industry partner, su https://www.automazioneindustriale.com/, 28 gennaio 2019. URL consultato il 5 aprile 2021.
  12. ^ Comau supporta i migliori consorzi di batterie europei ed entra nel Cda della BEPA, su https://www.traderlink.it/, 12 febbraio 2021. URL consultato il 7 marzo 2021.
  13. ^ Comau, linea batterie per Uk Battery Centre, su ansa.it, 8 aprile 2021. URL consultato il 27 aprile 2021.
  14. ^ Comau: accordo con Rockwell Automation per soluzioni integrate gestione robot, su ilsole24ore.com, 20 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  15. ^ a b Company Profile (PDF), su comau.com. URL consultato il 29 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2012).
  16. ^ Body Welding, su comau.com. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2012).
  17. ^ Powertrain Systems, su comau.com. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2012).
  18. ^ Comau Corporate Press Kit English (PDF), su comau.com. URL consultato il 29 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2012).
  19. ^ Cnh: nella fabbrica Fpt di Torino robot collabora con uomini, su Ansa.it, 18 Novembre 2020. URL consultato il 21 maggio 2021.
  20. ^ Giorgio Bellocci, MATE-XT, nuovo esoscheletro Comau per una maggiore produttività, su Robotica.news, 17 Dicembre 2020. URL consultato il 21 Maggio 2021.
  21. ^ Service, su comau.com. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2012).
  22. ^ Aerospace Production Systems, su comau.com. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2012).
  23. ^ Comau Academy, su https://www.comau.com/en. URL consultato il 23 aprile 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica