Apri il menu principale

Come eravamo

film del 1973 diretto da Sidney Pollack
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Come eravamo (disambigua).
Come eravamo
Come eravamo.jpg
Robert Redford e Barbra Streisand in una scena del film
Titolo originaleThe Way We Were
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1973
Durata118 min
Generedrammatico
RegiaSydney Pollack
SceneggiaturaArthur Laurents
ProduttoreRay Stark
Casa di produzioneColumbia
Distribuzione in italianoCEIAD Columbia
FotografiaHarry Stradling
MontaggioJohn F. Burnett
MusicheMarvin Hamlisch
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Come eravamo (The Way We Were) è un film del 1973 diretto da Sydney Pollack e interpretato da Barbra Streisand e Robert Redford.

Il film, che si può collocare nel genere delle storie d'amore ambientate su uno sfondo di grandi avvenimenti storici, come anche La mia Africa e Havana, firmati dalla stessa coppia attore-regista (Redford-Pollack), ottenne l'Oscar per la miglior colonna sonora e la miglior canzone (The Way We Were di Marvin Hamlisch), nonché la nomination alla Streisand come miglior attrice.

TramaModifica

Dalla seconda metà degli anni trenta fino ai primi anni sessanta, passando per il Maccartismo, il film narra la tormentata storia d'amore tra Hubbell Gardiner, giovane e bellissimo esponente della upper class bianca e protestante statunitense (WASP), e Katie Morosky, ragazza ebrea appartenente alla Lega dei Giovani Comunisti; conservatore e disimpegnato il primo, progressista e sempre in prima linea la seconda. La trama è articolata sugli alti e bassi della relazione tra i due, che hanno come sfondo una serie di fatti storici fondamentali, per gli Stati Uniti d'America e per il mondo, nel XX secolo.

DoppiaggioModifica

Durante il discorso di Kate agli studenti contro l'intervento degli Stati Uniti nel conflitto mondiale, il doppiaggio italiano modificò la parola originale (vale a dire "Franco") in "Mussolini".

DistribuzioneModifica

Al botteghino fu un grande successo e contribuì, unitamente a La stangata, sempre del 1973, all'affermazione definitiva di Robert Redford come divo del firmamento hollywoodiano.

RiconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema