Apri il menu principale

Come mi vuoi (film)

film del 1997 diretto da Carmine Amoroso
Come mi vuoi
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1996
Durata100 min
Generecommedia, drammatico
RegiaCarmine Amoroso
SceneggiaturaCarmine Amoroso
ProduttoreTRIO Cinema e Televisione
FotografiaRaffaele Mertes
MontaggioCarlo Pulera
MusicheItalo Greco
CostumiOlga Berluti
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Come mi vuoi è un film del 1996 diretto da Carmine Amoroso, il primo da regista nella sua carriera. Il film è costato circa 4 miliardi di lire ed è stato prodotto da Medusa Film e Canal+.[1]

TramaModifica

Pasquale (Vincent Cassel) è un poliziotto che ama suonare la tromba. Una notte salva Desideria (Enrico Lo Verso), una ragazza trans che esercita il mestiere più antico del mondo, da una rovinosa caduta dalla Rupe Tarpea a Roma. In realtà i due si conoscevano da bambini (Desideria era segretamente innamorata di Pasquale), e dopo tanto tempo iniziano di nuovo a frequentarsi. Pasquale sta per sposarsi con Nellina (Monica Bellucci), ma a poco a poco si scopre innamorato di Desideria. Come risolvere questa difficile situazione?

ProduzioneModifica

Esordio alla regia di Carmine Amoroso, dopo aver steso nel 1992 il soggetto di Parenti serpenti per la regia di Monicelli, storia ambientata nella sua città abruzzese di Lanciano (anche se Monicelli preferì Sulmona), il film è stato girato e ambientato in parte a Roma (Villa Borghese) e a Lanciano, di cui è riconoscibile il quartiere Civitanova del centro storico, dove vive il protagonista, insieme allo sfondo della chiesa medievale di Santa Maria Maggiore. Sono riconoscibili anche lo stadio comunale del quartiere Cappuccini e il paese di Fossacesia, con l'abbazia di San Giovanni in Venere (dove si ambienta la parte finale del film) sul promontorio affacciato sulla costa dei trabocchi.

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito in Italia e all'esterno, per esempio in Francia da Canal+ col titolo Embrasse moi, Pasqualino! e in versione restaurata, rispetto a quella italiana.

CuriositàModifica

  • Tra gli interpreti anche Vladimir Luxuria, nella parte di una "collega" di Desideria. In una scena, Luxuria interpreta una canzone di Paolo Conte.

NoteModifica

  1. ^ Enrico Lo Verso, Romantico travestito, in Il Tempo, 4 maggio 1996.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema