Apri il menu principale

Come te nessuno mai

film del 1999 diretto da Gabriele Muccino

TramaModifica

1999. Silvio è un liceale di Roma grande amico di Ponzi. Lui è innamorato di Valentina, la ragazza del suo amico Martino. I due assieme ad altri amici fantasticano sulle ragazze della loro età e sulla occupazione della scuola. Silvio, dopo un bacio con la ragazza di Martino, si mette nei guai confidando tutto a Ponzi che in seguito sparge la voce. Nel frattempo si assiste alla necessità dei giovani protagonisti di partecipare ad un importante evento come l'occupazione della scuola per manifestare contro il "sistema" con qualsiasi pretesto. L'intento è anche quello di emulare i rispettivi padri che hanno vissuto il periodo del 1968 e lottato per una causa, un ideale. Dopo il confronto con Martino e la realtà della scuola assediata dalla polizia, Silvio viene colto di sorpresa dall'amica Claudia che gli confessa i propri sentimenti. Lui ne rimane stupefatto e con lei scopre l'amore.

CuriositàModifica

  • In una scena del film compare in un cameo Giorgio Pasotti, nel ruolo di un amico di Alberto, un certo Matteo. Matteo è lo stesso nome del personaggio interpretato da Pasotti in Ecco fatto, sempre diretto da Muccino. Da uno stralcio del dialogo di Come te nessuno mai si può intuire che si tratta dello stesso personaggio, visto che Matteo sostiene di essersi lasciato con Margherita. Margherita era il nome della fidanzata di Matteo in Ecco fatto, interpretata da Barbora Bobuľová.
  • Le scene del film ambientate all'interno della scuola sono state girate nel Complesso del Buon Pastore.
  • La famiglia protagonista del film si chiama Ristuccia: anche nei film Ricordati di me, uscito nel 2003, e in A casa tutti bene, uscito nel 2018, sempre diretti da Gabriele Muccino, le famiglie protagoniste portano questo cognome. Inoltre nel film di Muccino Quello che so sull'amore una delle madri dei bambini allenati da George Dryer (Gerard Butler), si chiama Barb Ristuccia (Judy Greer).

RiconoscimentiModifica

  • Sulmonacinema Film Festival
    • Miglior film
  • 2000 Brussels International Film Festival
    • Silver Iris per migliore sceneggiatura a Gabriele Muccino, Silvio Muccino, Adele Tulli
  • 2000 Buenos Aires International Festival of Independent Cinema
    • Cinematography Award ad Arnaldo Catinari
    • OCIC Award a Gabriele Muccino
  • 1999 Castellinaria International Festival of Young Cinema
    • Golden Castle a Gabriele Muccino
  • 1999 Festival del cinema di Venezia
    • Rota Soundtrack Award a Paolo Buonvino

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema