Apri il menu principale
Comitato popolare della Corea del Nord
Comitato popolare della Corea del Nord – BandieraComitato popolare della Corea del Nord - Stemma
Locator map of North Korea 1945-50.svg
Dati amministrativi
Nome ufficiale북조선인민위원회
Lingue parlatecoreano
CapitalePyongyang
Dipendente daUnione Sovietica Amministrazione civile sovietica
Politica
Forma di governoGoverno provvisorio di ispirazione marxista-leninista
Nascita21 febbraio 1947
Fine9 settembre 1948
CausaFondazione della Repubblica Popolare Democratica di Corea
Territorio e popolazione
Bacino geograficoCorea settentrionale
Economia
ValutaYen coreano[1]
Evoluzione storica
Preceduto daFlag of the Provisional People's Committee for North Korea.svg Comitato popolare provvisorio della Corea del Nord
Succeduto daCorea del Nord Corea del Nord

Il Comitato popolare della Corea del Nord (북조선인민위원회?) è stato un governo provvisorio attivo nella porzione settentrionale della penisola coreana dal 1947 al 1948.

Istituito il 21 febbraio del 1947 come successore del Comitato popolare provvisorio della Corea del Nord, il nuovo governo era filo sovietico ed ideologicamente comunista, e funzionò assieme all'Amministrazione civile sovietica, che ebbe un ruolo consultivo. Il comitato vigilò sulla transizione verso uno stato socialista nella zona di occupazione sovietica noto in seguito come Repubblica Democratica Popolare di Corea, istituita il 9 settembre del 1948.

OrganizzazioneModifica

Il Comitato popolare venne organizzato durante la prima sessione dell'Assemblea popolare della Corea del Nord tenutasi il 21 e il 22 febbraio 1947, durante la quale fu deciso il trasferimento dei poteri dal Comitato provvisorio a quello nuovo e venne eletto Kim Il-sung come il suo nuovo presidente, secondo una proposta del Fronte Unito Democratico della Patria capitanato da Choi Yong-kun.

L'Assemblea popolare autorizzò Kim Il-sung ad organizzare il Comitato popolare.

Posizione Nome Affiliazione
Presidente Kim Il-sung Partito del Lavoro della Corea del Nord
Vicepresidenti Kim Chaek
Hong Ki-ju Partito Democratico
Segretario generale Han Pyong-ok Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento della pianificazione Jong Jun-taek
Dipartimento dell'industria Ri Mun-hwan Indipendente
Dipartimento degli affari interni Pak Il-u Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento degli affari esteri Ri Kang-guk Partito del Lavoro della Corea del Sud
Dipartimento delle finanze Ri Pong-su Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento dei trasporti Ho Nam-hui Indipendente
Dipartimento dell'agricoltura e delle foreste Ri Sun-gun Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento dei servizi postali Ju Hwang-sop Partito Chondoista Chongu
Dipartimento dei commerci Jang Si-u Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento della salute Ri Tong-yong Partito Democratico
Dipartimento dell'istruzione Han Sol-ya Partito del Lavoro della Corea del Nord
Dipartimento del lavoro O Ki-sop
Dipartimento della giustizia Choe Yong-dal
Dipartimento della censura pubblica Choe Chang-ik
Ufficio esecutivo Jang Jong-sik
Ufficio della propaganda Ho Jong-suk
Ufficio delle politiche alimentari Song Pong-uk
Ufficio degli affari generali Kim Jong-ju Partito Chondoista Chongu

DissoluzioneModifica

Il 9 settembre del 1948 venne proclamata la Repubblica Democratica Popolare di Corea e il governo provvisorio fu ufficialmente sciolto. Le forze sovietiche lasciarono la Corea del Nord nello stesso anno.

NoteModifica

  1. ^ Cho Lee-Jay e Kim Yoon Hyung, Economic systems in South and North Korea: the agenda for economic integration, Korea Development Institute, 1995, ISBN 8980630018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica