Apri il menu principale

Comitato statale per lo stato di emergenza (in russo: Государственный комитет по чрезвычайному положению, ГКЧП?), conosciuto anche come Banda degli Otto,[1] fu un gruppo di alti ufficiali del governo sovietico, del Partito comunista e del KGB che tentarono un colpo di stato contro Michail Gorbačëv il 18 agosto 1991. Due giorni dopo, il 20 agosto 1991, furono costretti ad abbandonare.

MembriModifica

Gli otto membri furono:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Robert F. Miller, The Implosion of a Superpower (TXT), su history.eserver.org (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2006).