Apri il menu principale
Compagnie de l'Ouest algérien
StatoAlgeria Algeria
Forma societariaSocietà anonima
Fondazione1881
Chiusura1921
Sede principaleAlgeri
Settoretrasporto ferroviario merci e passeggeri
Notenel 1920 confluita nella PLM
Carta del dipartimento di Orano; ferrovie in funzione nel 1930)

La Compagnie de l'Ouest algérien (OA) (in italiano Compagnia dell'Ovest algerino) era una società ferroviaria costituita per la costruzione e l'esercizio di una rete ferroviaria nel dipartimento di Orano, in Algeria[1].

La rete de l'Ouest algérien confluì nella rete della Compagnie des chemins de fer de Paris à Lyon et à la Méditerranée in seguito al decreto del 31 dicembre 1920[2]. La compagnia fu sciolta nel 1921.

Indice

StoriaModifica

 
Treno in transito sul ponte in ferro ad arcata di Tlemcen, nel 1905

La compagnia dell'Ovest algerino ottenne la sua prima concessione ferroviaria in Algeria, nel dipartimento di Orano, l'8 maggio 1881 per la costruzione di una ferrovia della lunghezza di 100 km, a scartamento normale, tra Sidi-bel-Abbès e Ras El Ma; questa si aggiungeva alla ferrovia aperta nel 1877 tra Orano (Sainte-Barbe du Tlélat) e Sidi-bel-Abbès di 51 km (concessa nel 1874); la ferrovia venne aperta, a tratte, tra il 1883 e il 1º agosto 1885, data di ultimazione dei lavori[3]. Poco tempo dopo, il 10 dicembre 1881, fu concessa la costruzione della Orano (la Senia) - Aïn Témouchent, di 70 km, aperta a tratte tra 1884 e il 7 settembre 1885[4].

Il 16 maggio 1885 la compagnia otteneva la concessione a costruire una linea di diramazione di 64 km, Tabia - Tlemcen, che venne realizzata tra 1887 e 1890. Il 3 dicembre 1903 veniva acquisita una nuova concessione per una ferrovia da Tlemcen a Lella-Marnia e frontiera con il Marocco per una estensione di 69 km; dichiarata di pubblica utilità e strategica, la concessione veniva concepita con norme particolari di gestione. La linea veniva realizzata tra 1907 e 1910 e aperta al traffico il 21 aprile[4].

La rete complementare a scartamento ridotto (1055 mm)Modifica

La scocietà realizzò alcune linee complementari: la Blida - Berrouaghia, di 45 km aperta tra 1891 e 1892; la Berrouaghia - Boghari, di 41 km, aperta il 15 luglio 1912; e la Boghari- Djelfa di 155 km (anch'essa prolungamento della linea precedente) che fu aperta tra 1916 e 1921.

Estensione della rete esercitaModifica

In seguito alle difficoltà economiche, cui seguì il fallimento, della Compagnie franco-algérienne la rete ferroviaria tra Arzeu e Aïn-Sefra, della lunghezza complessiva di 454 km, venne da questa ceduta in affidamento (per 5 anni) alla Compagnie de l'Ouest algérien; l'atto venne approvato con la legge 30 maggio 1888[5]; la rete venne, dopo il 1900, rilevata dall'Amministrazione delle ferrovie di Stato. La compagnia ebbe anche la ferrovia a scartamento ridotto Mostaganem - Tiaret (di 197 km) appena ultimata dalla Compagnie franco-algérienne.

Materiale rotabileModifica

Locomotive a scartamento ridotto (1055 mm)

Gruppo Rodiggio Anni di costruzione Fabbrica Stabilimento Note
1-9 130t 1891 SACM
20-24 140t 1910 Fives-Lille Lilla
101-114 230 1913 Fives-Lille
115-125 230 1920 Fives-Lille Lilla

Locomotive a scartamento normale (1435 mm)

Gruppo Rodiggio Anni di costruzione Fabbrica Stabilimento Note
100-115, 200-209 030 1882-1889 Fives-Lille, SACM
300-304, 400-409 130 1904-1913 Fives-Lille

NoteModifica

  1. ^ L'Ouest de l'Algérie. Réseaux exploités par la compagnie de l'Ouest, su gallica.bnf.fr. URL consultato l'11 giugno 2017.
  2. ^ Décret appliqué le 1er juillet 1921
  3. ^ Bernard, pp. 17, 25.
  4. ^ a b Bernard, pp. 18, 25.
  5. ^ Annales des mines, p. 323.

BibliografiaModifica

  • Maurice Antoine Bernard, Les chemins de fer algériens, Algeri, Adolphe Jourdan, 1913.
  • Annales des Mines, XVI, Parigi, Dunod, 1889, pp. 323-328.
  • Gilbert Meynier, L'Algérie Révélée, Ginevra, Parigi, Librairie Droz, 1981, ISBN 978-2-600-04098-3.

Voci correlateModifica