Comuni italiani di lingua ladina

Comuni italiani di seconda lingua ladina

1leftarrow blue.svgVoce principale: Lingua ladina.

La lingua ladina viene ufficialmente riconosciuta in 52 comuni delle province di Belluno (Veneto), Bolzano e Trento (Trentino - Alto Adige).

In altri 23 comuni del Trentino una parte significativa della popolazione locale si è dichiarata ladina, ma i relativi comuni non sono stati ancora riconosciuti ufficialmente.

Comuni riconosciuti ufficialmenteModifica

Secondo lo statuto della Regione autonoma Trentino-Alto Adige (per i comuni nella Provincia di Trento e di Bolzano) e la legge 482/1999 (per i comuni nella provincia di Belluno)[1] sono ufficialmente di lingua ladina i 52 comuni di seguito elencati.

Nell'area ufficialmente riconosciuta[2][3] risiedono circa 92.000 abitanti, tuttavia la ripartizione per gruppi linguistici è rilevata nei soli comuni delle province di Trento[4] e Bolzano.[5] Un sondaggio del 2006 ha potuto inoltre rilevare la composizione linguistica di tre comuni della Provincia di Belluno che facevano parte del Tirolo storico.[6]

N Nome italiano Nome ladino Regione Provincia popolazione di madrelingua ladina
1 Agordo Agort   Veneto   Belluno
2 Alleghe Àlie   Veneto   Belluno
3 Auronzo di Cadore Auronžo/Auronže   Veneto   Belluno
4 Badia Badia   Trentino-Alto Adige   Bolzano 94,07%
5 Borca di Cadore Bórcia   Veneto   Belluno
6 Calalzo di Cadore Cialàuž   Veneto   Belluno
7 Campitello di Fassa Ciampedel   Trentino-Alto Adige   Trento 82,2%
8 Canale d'Agordo Canàl   Veneto   Belluno
9 Canazei Cianacei   Trentino-Alto Adige   Trento 79,9%
10 Cencenighe Agordino Zenzenighe   Veneto   Belluno
11 Cibiana di Cadore Žubiana   Veneto   Belluno
12 Colle Santa Lucia Col   Veneto   Belluno 50.6%
13 Comelico Superiore Cumelgu d Sora   Veneto   Belluno
14 Cortina d'Ampezzo Anpezo   Veneto   Belluno 15.6%
15 Corvara in Badia Corvara   Trentino-Alto Adige   Bolzano 89,70%
16 Danta di Cadore Danta   Veneto   Belluno
17 Domegge di Cadore Domeje   Veneto   Belluno
18 Falcade Fàlciade   Veneto   Belluno
19 Gosaldo Gosalt   Veneto   Belluno
20 La Valle Agordina La Val   Veneto   Belluno
21 La Valle La Val   Trentino-Alto Adige   Bolzano 97,66%
22 Livinallongo del Col di Lana Fodom   Veneto   Belluno 54.3%
23 Lorenzago di Cadore Lorenžàgo   Veneto   Belluno
24 Lozzo di Cadore Lože   Veneto   Belluno
25 Marebbe Mareo   Trentino-Alto Adige   Bolzano 92,09%
26 Mazzin Mazin   Trentino-Alto Adige   Trento 77,1%
27 Moena Moena   Trentino-Alto Adige   Trento 79,0%
28 Ortisei Urtijëi   Trentino-Alto Adige   Bolzano 84,19%
29 Ospitale di Cadore Ospedàl   Veneto   Belluno
30 Perarolo di Cadore Pararuò   Veneto   Belluno
31 Pieve di Cadore Pièe   Veneto   Belluno
32 Rivamonte Agordino Rìva   Veneto   Belluno
33 Rocca Pietore La Ròcia   Veneto   Belluno
34 San Giovanni di Fassa[7] Sèn Jan   Trentino-Alto Adige   Trento 84,4%[8]
35 San Martino in Badia San Martin de Tor   Trentino-Alto Adige   Bolzano 96,71%
36 San Nicolò di Comelico San Colò   Veneto   Belluno
37 San Pietro di Cadore San Pieru   Veneto   Belluno
38 San Tomaso Agordino San Tomas   Veneto   Belluno
39 San Vito di Cadore San Viđo   Veneto   Belluno
40 Santa Cristina Valgardena Santa Cristina Gherdëina o Santa Crestina Gherdëina[9]   Trentino-Alto Adige   Bolzano 91,40%
41 Santo Stefano di Cadore Sa Stefi   Veneto   Belluno
42 Selva di Cadore Sélva   Veneto   Belluno
43 Selva di Val Gardena Sëlva   Trentino-Alto Adige   Bolzano 89,74%
44 Soraga di Fassa Soraga[10] o Soréga   Trentino-Alto Adige   Trento 85,5%
45 Taibon Agordino Taibón   Veneto   Belluno
46 Val di Zoldo[11] Val de Zoldo   Veneto   Belluno
47 Vallada Agordina La Valada   Veneto   Belluno
48 Valle di Cadore Val   Veneto   Belluno
49 Vigo di Cadore Vigo   Veneto   Belluno
50 Vodo di Cadore Guódo   Veneto   Belluno
51 Voltago Agordino Oltach   Veneto   Belluno
52 Zoppè di Cadore Zopé   Veneto   Belluno

Comuni non ancora riconosciuti ufficialmenteModifica

Comuni con percentuale significativa di appartenti alla minoranza ladinaModifica

In seguito al risultato dei censimenti del 2001 e del 2011[4][12], è risultato che in 23 comuni[13] della Val di Non, una parte della popolazione residente pari al 21,4% ha dichiarato di appartenere alla minoranza di lingua ladina; tuttavia lo status di minoranza linguistica ladina di tali comuni non è stato ancora riconosciuto.

N Nome italiano Nome ladino Regione Provincia popolazione di madrelingua ladina
1 Amblar-Don[14] Amblar-Don   Trentino-Alto Adige   Trento
2 Borgo d'Anaunia[15]   Trentino-Alto Adige   Trento
3 Bresimo Bresem   Trentino-Alto Adige   Trento 20,5%
4 Campodenno Ciampdaden   Trentino-Alto Adige   Trento 17,8%
5 Cavareno Ciavaren   Trentino-Alto Adige   Trento 13,9%
6 Cis Cis   Trentino-Alto Adige   Trento 17,2%
7 Cles Cliès   Trentino-Alto Adige   Trento 13,8%
8 Contà[16]   Trentino-Alto Adige   Trento
9 Dambel Dambel   Trentino-Alto Adige   Trento 25,7%
10 Denno Den   Trentino-Alto Adige   Trento 15,2%
11 Livo Lio   Trentino-Alto Adige   Trento 26,4%
12 Novella[17] Noèla   Trentino-Alto Adige   Trento
13 Predaia[18] Predaia   Trentino-Alto Adige   Trento
14 Romeno Romen   Trentino-Alto Adige   Trento 27,9%
15 Ronzone Ronzon   Trentino-Alto Adige   Trento 24,0%
16 Ruffré-Mendola Rufré   Trentino-Alto Adige   Trento 28,1%
17 Rumo Rum   Trentino-Alto Adige   Trento 11,2%
18 Sanzeno Sanzen   Trentino-Alto Adige   Trento 24,9%
19 Sarnonico Sarnoneç   Trentino-Alto Adige   Trento 15,6%
20 Sfruz Sfruz   Trentino-Alto Adige   Trento 24,1%
21 Sporminore Sporpiciol   Trentino-Alto Adige   Trento 16,9%
22 Ton Viç   Trentino-Alto Adige   Trento 28,3%
23 Ville d'Anaunia[19] Cater Vile   Trentino-Alto Adige   Trento

Comuni con percentuale bassa di appartenti alla minoranza ladinaModifica

In Val di Sole (TN) una piccola percentuale dei cittadini (2,9%), principalmente nella bassa valle[20], si è dichiarata ladina e la parlata locale è ai confini tra Ladino e Romancio.

N Nome italiano Nome ladino Regione Provincia popolazione di madrelingua ladina
1 Cavizzana Chjavizànå   Trentino-Alto Adige   Trento 5,0%
2 Caldes Chjaudes   Trentino-Alto Adige   Trento 11,4%
3 Terzolas Tergiolas   Trentino-Alto Adige   Trento 3,6%
4 Malé Malé   Trentino-Alto Adige   Trento 2,9%
5 Rabbi Rabj   Trentino-Alto Adige   Trento 5,0%
6 Croviana Croviànå   Trentino-Alto Adige   Trento 2,6%
7 Dimaro Folgarida[21] Dimàr-Folgàridå   Trentino-Alto Adige   Trento
8 Commezzadura Comezadurå   Trentino-Alto Adige   Trento 1,2%
9 Mezzana Mezànå   Trentino-Alto Adige   Trento 1,5%
10 Pellizzano Pliciàn   Trentino-Alto Adige   Trento 1,5%
11 Peio Pej   Trentino-Alto Adige   Trento 1,6%
12 Vermiglio Verméi   Trentino-Alto Adige   Trento 1,4%

NoteModifica

  1. ^ 15 dicembre 1999, n. 482, in materia di "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche"
  2. ^ Consiglio d'Europa, Second report submitted by Italy pursuant article 25, paragraph 2 of the framework convention for the protection of national minorities (received on 14 May 2004), appropriately identified territorial areas. Decisions adopted by provincial councils (PDF), 14 maggio 2004.
  3. ^ Il comune di Calalzo di Cadore è stato incluso nell'area ladina con delibera del Consiglio Provinciale di Belluno del 25 giugno 2003
  4. ^ a b 15º Censimento della popolazione e delle abitazioni Rilevazione sulla consistenza e la dislocazione territoriale degli appartenenti alle popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra (dati definitivi) Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento, Marzo 2014
  5. ^ Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige - Istituto provinciale di statistica (ASTAT)
  6. ^ (EN) Gabriele Iannaccaro, SURVEY LADINS. USI LINGUISTICI NELLE VALLI LADINE, p. 196.
  7. ^ Il comune di San Giovanni di Fassa è nato il 1º gennaio 2018 dalla fusione dei precedenti comuni di Pozza di Fassa e Vigo di Fassa
  8. ^ 82,6% a Pozza di Fassa; 87,7% a Vigo di Fassa
  9. ^ l'uso di Crestina è attestato solo da parte del comune negli atti plurilingui per distinguere il nome da quello italiano - nei documenti monolingui in ladino usa anch'esso il nome Cristina come tutti gli altri
  10. ^ Nome ufficiale ladino dell'amministrazione comunale, riportato anche sulla segnaletica stradale
  11. ^ Il comune di Val di Zoldo è nato nel febbraio 2016 dalla fusione delle precedenti amministrazioni comunali di Forno di Zoldo e Zoldo Alto
  12. ^ Caterina Dominicialla Corte Costituzionale | L'Adige
  13. ^ Al momento dei censimento vi erano 38 comuni, successivamente diminuiti per effetto di diverse fusioni intercorse dal 2011 a oggi.
  14. ^ Comune nato dalla fusione di Amblar e Don.
  15. ^ Comune nato dalla fusione dei comuni di Castelfondo, Fondo e Malosco
  16. ^ Comune nato dalla fusione dei comuni di Cunevo, Flavon e Terres
  17. ^ Comune nato dalla fusione dei comuni di Brez, Cagnò, Cloz, Revò e Romallo
  18. ^ Comune nato dalla fusione dei comuni di Coredo, Smarano, Taio, Tres e Vervò
  19. ^ Comune nato dalla fusione dei comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno
  20. ^ Unico comune della Val di Sole a non avere cittadini dichiaratisi ladini è Ossana.
  21. ^ Nato dalla fusione di Dimaro e Monclassico.

Altri progettiModifica