Concilio di Costantinopoli

pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

A Costantinopoli, capitale dell'impero bizantino e sede dell'imperatore, si tennero diversi concili cristiani, dove vennero affrontate questioni per lo più di carattere teologico e disciplinare; Karl Josef von Hefele, nella sua Conciliengeschichte (Histoire des Conciles nella traduzione in francese), ne conta almeno 23 nei primi otto secoli, da quello celebrato nel 335 a quello del 753. Alcuni di questi concili furono ritenuti ecumenici dalle diverse confessioni cristiane, anche se in modo non univoco:

  1. primo concilio ecumenico di Costantinopoli del 381 – riconosciuto da tutte le Chiese cristiane, ad eccezione degli antitrinitari
  2. secondo concilio ecumenico di Costantinopoli del 553 – riconosciuto solo dalle Chiese cattoliche, ortodosse, anglicana e vetero-cattolica
  3. terzo concilio ecumenico di Costantinopoli del 680-681 – riconosciuto solo dalle Chiese cattoliche, ortodosse, anglicana e vetero-cattolica
    Le decisioni del Concilio in Trullo del 692 sono ritenute dagli ortodossi come un completamento delle decisioni dei concili ecumenici di Costantinopoli del 553 e del 680-681
  4. quarto concilio ecumenico di Costantinopoli:

Altri concili celebrati a Costantinopoli, ma non annoverati in nessun elenco di concili ecumenici riconosciuti:

Karl Josef von Hefele menziona concili costantinopolitani celebrati nel 335, 338, 360, 382, 383, 404, 448, 518 (o 520), 531, 536, 543, 626, 638, 639, ecc.[1]

NoteModifica

FontiModifica

  Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cristianesimo