Condeixa-a-Nova

Condeixa-a-Nova (kõ'dɐiʃɐ ɐ 'nɔvɐ) è un comune portoghese di 17.078 abitanti situato nel distretto di Coimbra.

Condeixa-a-Nova
comune
Condeixa-a-Nova – Stemma Condeixa-a-Nova – Bandiera
Condeixa-a-Nova – Veduta
Condeixa-a-Nova – Veduta
Municipio
Localizzazione
StatoPortogallo Portogallo
RegioneCentro
DistrettoCoimbra
Territorio
Coordinate40°07′N 8°30′W / 40.116667°N 8.5°W40.116667; -8.5 (Condeixa-a-Nova)
Superficie138,67 km²
Abitanti17 078 (2011)
Densità123,16 ab./km²
Comuni confinantiCoimbra, Miranda do Corvo, Montemor-o-Velho, Penela, Soure
Altre informazioni
Cod. postale3150
Prefisso(+351) 239
Fuso orarioUTC+0
SubregioneBasso Mondego
Cartografia
Condeixa-a-Nova – Localizzazione
Condeixa-a-Nova – Localizzazione
Sito istituzionale

StoriaModifica

Ai tempi dell'Impero romano Conimbriga era una grossa città della provincia della Lusitania, ma di non particolare importanza al di fuori della regione. Dopo che nel V secolo fu invasa dagli Svevi, fu occupata nell'VIII secolo dagli Arabi. Nel corso dei secoli VII e VIII gli abitanti di Conimbriga lasciarono la loro città e fondarono Condeixa, l'attuale Condeixa-a-Velha. Nel corso della Reconquista, Alfonso I del Portogallo occupò la zona e fondò il Monastero della Santa Croce a Coimbra. I monaci fondarono di conseguenza Condeixa-a-Nova. La prima citazione ufficiale di Condeixa-a-Nova risale all'anno 1219.

Re Manuele I del Portogallo concesse alla località per la prima volta nel 1514 il rango di "città" elevandola a Vila (Cittadina). Nel 1541 divenne una città autonoma. Nel corso delle guerre napoleoniche nella penisola iberica, la località patì gravi distruzioni nel 1811 a opera delle truppe francesi e andò in rovina.

Con la vittoria della Rivoluzione Liberale portoghese del 1822 la località riprese a crescere. Nel 1838 Condeixa-a-Nova divenne un distretto autonomo su impulso della regina Maria II del Portogallo e nel 1845 venne nuovamente innalzata al rango di Vila.[1]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Popolazione di Condeixa-a-Nova (1849 – 2004)
1849 1900 1930 1960 1981 1991 2001 2004
8733 11875 12149 13555 13257 13027 15340 16459

FreguesiasModifica

NoteModifica

  1. ^ www.verportugal.net, Accesso il 28 dicembre 2012

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN238441812 · LCCN (ENn2014077584 · GND (DE4230222-5
  Portale Portogallo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Portogallo