Confine tra l'Etiopia e la Somalia

linea di demarcazione dei territori di Etiopia e Somalia

Il confine tra l'Etiopia e la Somalia è unicamente terrestre e ha una lunghezza di circa 1600 km. Può essere suddiviso in due parti. La sua parte meridionale, lungo l'ex colonia della Somalia italiana, non è mai stato oggetto di una delimitazione e demarcazione ed è tuttora una frontiera contestata. La sua parte settentrionale, tra il Somaliland e l'Etiopia, è stata delimitata e demarcata all'inizio degli anni '30.

Confine tra l'Etiopia e la Somalia
Somalia Ethiopia Locator.png
Localizzazione dell'Etiopia (in verde) e della Somalia (in arancione).
Dati generali
StatiEtiopia Etiopia
Somalia Somalia
Lunghezza1600 km
Dati storici
Istituito nel1908

1935

L'area della Grande Somalia rivendicata dalla Somalia dal 1960.

DescrizioneModifica

Da nord a sud, il confine inizia al triplice confine Etiopia-Somalia-Gibuti e, in modo irregolare, va verso sud-est fino a raggiungere l'8º parallelo nord e il 48º meridiano est. Rappresenta un residuo del confine con il Somaliland. Il confine riprende a sud-ovest, raggiungendo il torrente Chébéli, prima di seguire una linea irregolare che termina nei pressi della città keniota di Mandera. In quest'ultimo punto è un residuo della Somalia italiana. Una parte del confine costituisce una delimitazione amministrativa temporanea.

La parte meridionale comprende una linea che parte da Dolo, alla confluenza dei fiumi Daua e Ganale, si dirige verso est e continua fino a Ouebi-Scebeli.

La parte settentrionale inizia dal punto 47° E, 8° N, quindi segue una linea retta fino al punto 44° E, 9° N, fino a Moga Medir (Jifu Meider). Segue quindi il letto del Wajale, passa a Beyu Anod, quindi prosegue lungo una pista carovaniera fino al triplice confine con l'attuale repubblica di Gibuti.

StoriaModifica

CreazioneModifica

La parte meridionale di questo confine fu fissata da un accordo italo-etiope del 16 maggio 1908. Non è mai stata delimitata sul terreno, né demarcata.

La parte settentrionale è stata determinata dall'accordo anglo-etiope del 14 maggio 1897.[1] Fu delimitata e demarcata da una missione anglo-etiope tra il 1931 e il 1935 e convalidata da un accordo del 28 marzo 1935.

DisputeModifica

L'incidente al confine di Welwel del 5 dicembre 1934 servì come pretesto per l'invasione italiana dell'Etiopia nel 1935.

Dalla sua creazione nel 1960, la Repubblica di Somalia ha rivendicato i territori che sarebbero stati popolati da Somali, compresa la regione etiope di Ogaden. Questa rivendicazione ha causato due guerre tra i due paesi, nel 1963-1964 e nel 1977-1978.[2]

NoteModifica

  1. ^ Brownlie (Ian), African Boudaries : A Legal and Diplomatic Encyclopaedia, London, Berkeley, Los Angeles, Christopher Hurst, University of California, Royal Institute of International Affairs, 1979.
  2. ^ Noémie Routin, Émeline Mazier, Les relations difficiles entre l'Éthiopie et La Somalie, su irenees.net, Ressources pour la paix, avril 2008.
  Portale Africa Orientale: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Africa Orientale