Congresso dei Nazionalisti Ucraini

Congresso dei Nazionalisti Ucraini
Емблема Конгресу Українських Націоналістів з державним тризубом.svg
StatoUcraina Ucraina
Fondazione1992
CollocazioneEstrema destra
Partito europeoAlleanza per l'Europa delle Nazioni
Sito webwww.cun.org.ua

Il Congresso dei Nazionalisti Ucraini (in ucraino Конгрес Українських Націоналістів) è un partito politico dell'Ucraina di orientamento marcatamente conservatore che preme per una significativa autonomia dalla Russia e per un avvicinamento concreto al contesto e alle dinamiche dell'Unione europea.

Attivisti durante le Manifestazioni di protesta pro-europee, il 1º dicembre 2013

StoriaModifica

Il partito venne fondato nel 1992 da un gruppo di esuli ucraini guidati da Slava Stetsko, già affiliata a dell'OUN e Roman Zvarych[1][2].

Alle elezioni parlamentari del 1998 entrò nel Blocco Elettorale Fronte Nazionale (insieme al Partito Conservatore Repubblicano Ucraino e al Partito Repubblicano Ucraino) che ottenne il 2,7% dei suffragi.

Alle elezioni parlamentari del 2002 entrò nel Blocco Nostra Ucraina, alleanza a sostegno di Viktor Juščenko, e alle presidenziali del 2004 contribuì a farlo eleggere Presidente. Nel 2005 Roman Zvarych divenne Ministro della Giustizia nel primo governo di Julija Tymošenko.

Dopo le elezioni parlamentari del 2006, che non restituirono una chiara maggioranza parlamentare, il Blocco Nostra Ucraina in un primo momento sostenne l'alleanza anti-crisi composta da tutti i maggiori partiti, finché la crisi politica portò a indire un'altra tornata elettorale per l'anno successivo. Questa volta il Congresso dei Nazionalisti Ucraini rifiutò di entrare nella nuova coalizione denominata Nostra Ucraina e non partecipò alle elezioni. [3][4]

Alle elezioni parlamentari del 2012 si presentò in una nuova coalizione denominata Nostra Ucraina che ottenne soltanto 1,1% dei voti e nessun seggio.

NoteModifica

  1. ^ Ukrainian Nationalism in the 1990s: A Minority Faith, pag.78
  2. ^ Heroes and Villains: Creating National History in Contemporary Ukraine, pag.197
  3. ^ (RU) КУН не пойдет в Раду вне очереди Archiviato il 18 luglio 2011 in Internet Archive., Kommersant, 7 agosto 2007
  4. ^ Template:Uk icon Конгресс Українських Націоналістів, Database DATA

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN128111644 · LCCN (ENno00003267 · WorldCat Identities (ENlccn-no00003267