Consejo Nacional de Gobierno

Il Consejo Nacional de Gobierno (in italiano Consiglio Nazionale di Governo) fu il potere esecutivo collegiale dell'Uruguay tra il 1952 e il 1967. Stabilito dalla Costituzione del 1952 (articoli 149 al 173).

DescrizioneModifica

Era composto da nove membri eletti in forma diretta ogni 4 anni, senza rielezione immediata. Al partito più votato spettavano 6 membri mentre 3 membri erano destinati al secondo partito maggiormente votato. Il Presidente del Consiglio era designato ogni anno a rotazione tra i membri del partito di maggioranza.

L'articolo 168 della costituzione stabiliva 23 poteri differenti destinati al Consejo. I più importanti erano:

  • Designare e destituire i Ministri di Stato, 9 in totale.
  • Essere a capo delle forze armate e di conseguenza determinare la politica estera del paese.
  • Ratificare le leggi proposte dal Parlamento, proporre modifiche e nuove leggi.

L'articolo 170 stabiliva una misura restrittiva per i membri del Consejo per cui non potevano allontanarsi dai confini dello stato per più di sette giorni consecutivi senza avere l'avallo del Parlamento.

Il Consejo Nacional de Gobierno fu un'esperienza politica pressoché inedita in America latina anche se nei primi anni della Repubblica ci furono il triumvirato (1853) composto da Venancio Flores, Juan Antonio Lavalleja e Fructuoso Rivera e il Consejo Nacional de Administración istituito dalla Costituzione del 1918 che funzionò fino al 1933 lavorando al fianco del Presidente della Repubblica.

I membri del primo Consejo Nacional de Gobierno, che completò i tre anni restanti del mandato del presidente Andrés Martínez Trueba, furono eletti nominati, nel 1952, dal Parlamento, come stabilito dalle norme transitorie della nuova Costituzione. Martínez Trueba, che aveva accettato di interrompere il suo mandato presidenziale, occupò la presidenza del Consejo durante tutto il triennio 1952-1955. Si effettuarono elezioni nel mese di novembre del 1954, 1958 e 1962.

Nel 1967 il paese si trovava in una crisi economica e sociale senza precedenti, i membri del Colorado decisero di reintrodurre il sistema presidenziale, meno democratico ma sicuramente più stabile, con la Costituzione del 1967.

Presidenti del Consejo Nacional de GobiernoModifica

(dal 1º marzo di ogni anno)

1952 Andrés Martínez Trueba (Colorado Lista 15)
1955 Luis Batlle Berres (Colorado Lista 15)
1956 Alberto Fermín Zubiría (Colorado)
1957 Arturo Lezama (Colorado)
1958 Carlos L. Fischer (Colorado)
1959 Martín R. Echegoyen (in carica dopo la morte di Herrera) (Blanco Herrerismo)
1960 Benito Nardone (Blanco Liga Federal de Acción Rural)
1961 Eduardo Víctor Haedo (Blanco Herrerismo)
1962 Faustino Harrison (Blanco)
1963 Daniel Fernández Crespo (Blanco)
1964 Luis Giannattasio (Blanco)
1965 Washington Beltrán (in carica dal 7 febbraio 1965, dopo la morte di Giannattasio) (Blanco)
1966 Alberto Héber Usher (Blanco)

Membri dei Consejos Nacionales de GobiernoModifica

1952-1955Modifica

1955-1959Modifica

1959-1963Modifica

1963-1967Modifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica