Contea di Veldenz

Antico principato Tedesco
Contea di Veldenz
Contea di Veldenz - Stemma
Rheingraf 1400.png
Dati amministrativi
Nome ufficialeGrafschaft Veldenz
Lingue ufficialiMosellano
CapitaleVeldenz
Dipendente daBanner of the Holy Roman Emperor with haloes (1400-1806).svg Sacro Romano Impero
Politica
Territorio e popolazione
Bacino geograficoGermania - Renania-Palatinato
Evoluzione storica
Preceduto daFrankenrechen.svg Ducato di Franconia
Succeduto daFlag of Bavaria (lozengy).svg Regno di Baviera
20px Regno di Prussia

La contea di Veldenz era un principato nell'attuale land tedesco della Renania-Palatinato. La contea era parzialmente localizzata tra Kaiserslautern, Sponheim e Zweibrücken, parzialmente sulla Mosella nell'arcivescovado di Treviri. Una municipalità con lo stesso nome, Veldenz, e un castello, si trovano nel distretto di Bernkastel-Wittlich.

Il castello di Veldenz nel 2005
Il castello di Veldenz nel 2007

StoriaModifica

I conti di Veldenz si separarono dalle famiglie di vilgravi di Kyrburg e Schmidburg nel 1112. La linea diretta maschile della prima casata comitale cessò nel 1260 con la morte di Gerlach V di Veldenz e sua figlia Agnese ereditò la contea. Suo marito Enrico di Geroldseck diventò il fondatore della seconda linea dei conti di Veldenz o del casato si Veldenz-Geroldseck (Hohengeroldseck).

Nel 1444 contea passò sotto il dominio del conte palatino Stefano del Palatinato-Simmern-Zweibrücken attraverso il suo matrimonio con Anna di Veldenz, unica erede del conte Federico III di Veldenz.

Nel 1543, con il trattato di Marburg, fu convenuto che lo zio del duca Volfango di Zweibrücken, Roberto, dovesse ricevere la contea di Veldenz. Roberto morì nel 1544 ma suo figlio Giovanni Giorgio sposò Anna Maria di Svezia, una figlia del re Gustavo I nel 1563. Ciò rappresentò la prima unione tra il casato di Wittelsbach e la famiglia reale svedese dei Vasa che fu poi rafforzata da un ulteriore matrimonio quando Giovanni Casimiro del Palatinato-Zweibrücken sposò Caterina di Svezia, una sorella di Gustavo II Adolfo nel XVII secolo. Volfango, nel 1553, con l'accordo di successione di Heidelberg, aveva regolato la reciproca eredità di tutti i rami Wittelsbach estendendolo dal Palatinato-Veldenz-Palatinate alla contea di Lützelstein in Alsazia. Il nipote di Giovanni Giorgio, Leopoldo Ludovico, morì nel 1694 senza prode legittima e la contea del Palatinato di Veldenz ritornò alla linea di Zweibrücken.

Nel 1801 fu incorporata al dipartimento della Saar dal primo impero francese. Il congresso di Vienna, nel 1815, diede la parte più piccola giacente sulla Mosella alla Prussia ed il resto alla Baviera.

Conti di VeldenzModifica

Prima linea di VeldenzModifica

  • Emicho, conte di Kyrburg e Schmidburg (1086–1113)
  • Gerlach I (1112–1146) ∞ Cecilia, figlia di Ludwig "der Springer"
  • Gerlach II (1146–1186)
  • Gerlach III (1186–1214)
  • Gerlach IV (1214–1254) ∞ vilgravia Beatrice di Dhaun
  • Gerlach V (1254–1260) ∞ Elisabetta di Zweibrücken, figlia di Enrico II di Zweibrücken
  • Agnese (1260–1277)

Linea di Veldenz-GeroldseckModifica

Linea del Palatinato-ZweibrückenModifica

Linea del Palatinato-VeldenzModifica

Continuo nella linea del Palatinato-Zweibrücken.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica