Contesse

frazione di Messina
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il plurale di "contessa", vedi Contessa.
Contesse
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitanaProvincia di Messina-Stemma.png Messina
ComuneMessina-Stemma.png Messina
Territorio
Coordinate38°08′59″N 15°31′47″E / 38.149722°N 15.529722°E38.149722; 15.529722 (Contesse)Coordinate: 38°08′59″N 15°31′47″E / 38.149722°N 15.529722°E38.149722; 15.529722 (Contesse)
Abitanti9 000 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale98125
Prefisso090
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticontessani (Cuntissoti in dialetto messinese)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Contesse
Contesse

Contesse (E Cuntissi in dialetto messinese) è una frazione della II Circoscrizione del comune di Messina, posta a circa 4,5 km, a Sud dal centro cittadino. È sede della II circoscrizione e fino al 2005 era sede del "IV Quartiere - Della Calispera".
Lungo la ex Strada statale 114 Orientale Sicula (oggi via Adolfo Celi) sorgono numerose attività commerciali di diversa tipologia, che fanno di Contesse un polo commerciale ed artigianale di prim'ordine.

Il toponimoModifica

Il termine deriva da tre nobildonne messinesi, le contesse Beatrice, Eleonora e Violante, che nel villaggio avevano posto la loro residenza, facendo costruire la chiesa della "Calispera".

StoriaModifica

Del casale di Contesse si hanno notizie già nel XIII secolo allorché venne costruita la chiesa della Calispera. Dalla seconda metà del XIX secolo, alcuni industriali che nel villaggio avevano impiantato le loro fabbriche di essenze e derivati agrumari, elessero Contesse come loro residenza, costruendo delle ville che oggi fanno parte del patrimonio comunale.
La crisi delle attività legate all'agrumicoltura e alla coltivazione del gelsomino, iniziata verso la fine degli anni '60 del XX secolo, cambiò il volto del villaggio, che da agricolo divenne zona di grande espansione edilizia e commerciale.
Nelle campagne dapprima intensamente coltivate ad ortaggi, agrumi e gelsomini, oltre ad un buon allevamento del bestiame, sorsero dei grossi fabbricati residenziali, insieme ai villaggi CEP e UNRRA.La chiesa della Calispera fu costruita su terreni donati dalla famiglia Raymondo.

SportModifica

L'A.S.D. Pol. Fc Contesse, è la squadra di calcio di Contesse. Fondata nel 2007, è attualmente presieduta da Domenico Restuccia. Nella stagione 2011/2012, la compagine allenata da Andrea Argento, ha vinto il Campionato di Terza Categoria ottenendo la promozione in Seconda Categoria. Nella stessa stagione ha conseguito anche la vittoria nella Supercoppa Provinciale messinese. Nella stagione 2013/2014 l'A.S.D. Pol. Fc Contesse rinuncia a partecipare al Campionato di Seconda Categoria rimanendo però affiliata alla Figc per continuare l'attività giovanile. Nella stagione 2014/2015 la squadra partecipa al Campionato di Terza Categoria. Al termine della stagione la squadra festeggia nuovamente la promozione in Seconda Categoria ottenuta grazie alla vittoria dei playoff. Nelle stagioni 2016/2017 e 2017/2018 l'A.S.D. Pol. Fc Contesse rinuncia ad iscrivere la prima squadra al campionato ma continua le attività federali relative al Settore Giovanile e Scolastico così come accadde nella stagione 2013/2014.

Luoghi di CultoModifica

  • Parrocchia di Santa Maria Immacolata;
  • Chiesa della Calispera (secolo XIII);
  • Parrocchia Madonna della Pace.

Infrastrutture e trasportiModifica

Posto lungo la ex strada statale 114, fra il 1892 e il 1951 il quartiere era servito dalla tranvia Messina-Giampilieri della SATS, elettrificata nel 1917[1].

Nella medesima località è presente una fermata del servizio ferroviario suburbano Messina-Giampilieri svolto da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Siciliana.

Galati Marina è collegata al centro cittadino dagli autoservizi ATM.

NoteModifica

  1. ^ Giulio Romano, Vittorio Formigari, 123 anni di tram a Messina, Calosci, Cortona, 2001. ISBN 88-7785-175-9.

Voci correlateModifica

  Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia