Apri il menu principale

La Convenzione è un'organizzazione criminale segreta della serie televisiva Alias.

TramaModifica

La Convenzione venne fondata da ex membri del KGB e del Comitato Centrale del PCUS dopo la caduta dell'Unione Sovietica ed era dedita alla realizzazione del progetto di un nuovo mondo profetizzato da Milo Rambaldi. Inizialmente un'organizzazione di nazionalisti russi, poi si espanse a livello internazionale, costituendo sei cellule nei vari continenti. Nel periodo della stagione 3 di Alias, la sua base centrale è a San Pietroburgo.

EventiModifica

La Convenzione fa la sua prima apparizione nella terza stagione, quando cattura Sydney Bristow per farne una sua agente; successivamente, però, lei riesce a fuggire. Tempo dopo, la Convenzione libera Julian Sark dalla detenzione della CIA e usa le sue risorse economiche per finanziarsi. Tra i propri agenti, ha anche Lauren Reed, infiltrata nel Consiglio di Sicurezza Nazionale e moglie di Michael Vaughn, e sua madre. Allora, l'apparente capo della Convenzione è McKenas Cole, che si rivela poi il secondo in comando di un misterioso capo.

Nel corso della stagione, la Convenzione è la maggiore minaccia contro cui deve opporsi la CIA e tenta anche di corrompere Arvin Sloane, ora presidente della Omnifam, per la sua conoscenza di Rambaldi. Ad un certo punto, Lauren Reed e Julian Sark, avendo acquisito un consistente potere, decidono di usurpare la Convenzione: uccidono tutti i capicellula e pretendono di incontrare il capo dell'organizzazione, ma al contrario McKenas Cole li nomina co-direttori della cellula nord-americana.

Alla fine della terza stagione, la Reed viene uccisa e Sark arrestato. Nella quarta stagione, Sark parla della "implosione della Convenzione". Tuttavia, successivamente si scopre che la "implosione" in realtà era un inganno perpetrato da Elena Derevko, reale capo della Convenzione, che continua la sua ricerca degli ultimi manufatti di Rambaldi per creare un'arma nota come Il Diluvio. Ad un certo punto riceve anche il sostegno di Arvin Sloane, che le dice che il suo interesse per Rambaldi è risorto.

Elena attiva un Dispositivo Mueller su Sovogda, in Russia. La popolazione che beve l'acqua infettata dal Diluvio e influenzata dal dispositivo cede ad una rabbia insensata e scatena il caos in città. Elena ritiene che, infettando il mondo intero con questa sostanza, solo pochi eletti di Rambaldi potranno sopravvivere e creare un nuovo ordine. Viene però fermata dall'APO con l'aiuto di Arvin Sloane e Irina Derevko; la stessa Irina uccide Elena e manda a monte il suo piano. Con questo evento, ha definitivamente fine la Convenzione.

Membri conosciutiModifica

  • Elena Derevko (capo)
  • Ned Bolger ("clone" di Sloane)
  • Kazari Bomari
  • Sydney Bristow (alias Julia Thorne)
  • McKenas Cole (secondo in comando)
  • "Irina Derevko" (vero nome sconosciuto, uccisa da Jack Bristow)
  • Katya Derevko
  • Allison Doren
  • Johanness Gathird (capo-cellula ucciso da Lauren Reed)
  • Gerhard Kronish (capo-cellula ucciso da Sark o Reed)
  • Leonid Lisenker (disertore in Corea del Nord)
  • Oleg Madrczyk
  • Calvin McCullough
  • Lauren Reed (co-direttore della cellula nord-americana)
  • Olivia Reed
  • Uschek San'ko
  • Julian Sark (co-direttore della cellula nord-americana, finanziatore)
  • Arvin Sloane (prima doppiogiochista per conto della CIA, poi secondo in comando di Elena)
  • Gordei Volkov
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione