Convenzione di Aguascalientes

Convenzione di Aguascalientes
Convención de Aguascalientes
Pancho Villa, el presidente provisional Eulalio Gutiérrez y Emiliano Zapata.jpg
Da sinistra, Pancho Villa, il presidente provvisorio Eulalio Gutiérrez e Emiliano Zapata durante un pranzo al Palazzo Nazionale
StatoMessico Messico
TipoGoverno provvisorio
Istituito1º ottobre 1914
PredecessoreGabinetto di Victoriano Huerta
Operativo dal10 ottobre 1914
Soppresso9 novembre 1914
SuccessoreGabinetto di Venustiano Carranza
CapoEulalio Gutiérrez
Roque González Garza
Francisco Lagos Cházaro
SedeTeatro Morelos, Aguascalientes
Camera dei deputati, Città del Messico

La Convenzione di Aguascalientes venne formata in Messico durante la rivoluzione messicana.

Dopo la sconfitta di Victoriano Huerta, i diversi gruppi rivoluzionari guidati da Pancho Villa, Emiliano Zapata e Venustiano Carranza si riunirono ad Aguacalientes (1914) con il fine di elaborare un programma di governo nazionale.

Aguascalientes divenne così il luogo in cui avvennero gli accordi più importanti tra le diverse parti rivoluzionarie, tra cui la costituzione della Convenzione Rivoluzionaria come organo sovrano, l'attuazione del piano di Ayala e la nomina di Eulalio Gutiérrez come presidente provvisorio della repubblica.

La Convenzione tuttavia non riuscì a trovare un accordo definitivo e molto presto già nel 1914 si spaccò tra i sostenitori della sua assoluta legittima autorità democratica, i Convenzionalisti, guidati dai generali Villa e Zapata e la fazione costituzionalista che stava prendendo un via sempre più autoritaria guidata da Carranza e dal generale Álvaro Obregón, dando il via così a una nuova fase della guerra civile, che sarebbe stata vinta dai Costituzionalisti nel 1920.

Voci correlateModifica