Coppa FIRA 1989-1990

(Reindirizzamento da Coppa FIRA 1989-90)
Coppa FIRA 1989-1990
Competizione Campionato europeo per Nazioni di rugby
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 28ª
Organizzatore FIRA
Risultati
Vincitore Francia Francia
Unione Sovietica Unione Sovietica
Romania Romania
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1987-89 1990-92 Right arrow.svg

La Coppa FIRA 1989/90 fu la XXVIII edizione del campionato d'Europa di rugby XV organizzata dalla FIRA, e la quindicesima con tale denominazione.

Il torneo fu vinto di nuovo dalla Francia questa volta a pari merito con Unione Sovietica e Romania anche se con una miglior differenza punti. Il titolo venne dunque assegnato ex aequo[1]; decisiva la sconfitta della Francia contro la Romania, a sua volta sconfitta dall'Unione Sovietica. Concomitanti le qualificazioni alla Coppa del Mondo di rugby 1991, si tornò temporaneamente alla formula annuale con gare di sola andata. La Polonia, malgrado schierasse molti giocatori militanti nel campionato francese (per lo più oriundi) retrocesse in 2ª divisione, il Portogallo fu promosso in 1ª.

Anche in tale edizione furono assegnati 3 punti per la vittoria, 2 per il pareggio, 1 per la sconfitta e 0 punti alla squadra che dichiarasse forfait.

1ª divisioneModifica

Baia Mare
22 ottobre 1989
Romania  13 – 21  Unione Sovietica

Mosca
5 novembre 1989
Unione Sovietica  15 – 12  ItaliaSparta Stadium
Arbitro:   Y. Bressy

Albi
18 febbraio 1990
Francia A1  22 – 12  Italia

Napoli
7 aprile 1990
Italia  34 – 3  PoloniaVomero

Bucarest
14 aprile 1990
Romania A  25 – 19  Polonia

Frascati
14 aprile 1990
Italia  9 – 16  Romania
Arbitro:   M. Debat

Creusot
18 maggio 1990
Francia XV  32 – 9  Polonia

Mosca
20 maggio 1990
Unione Sovietica  14 – 22  Francia XV

Auch
24 maggio 1990
Francia  6 – 12  Romania
Arbitro:   Ian Bullerwell

Varsavia
27 maggio 1990
Polonia  12 – 31  Unione Sovietica

Classifica 1ª divisioneModifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Francia 4 3 0 1 82 47 +35 10
  Unione Sovietica 4 3 0 1 81 59 +22 10
  Romania 4 3 0 1 66 55 +11 10
  Italia 4 1 0 3 67 56 +11 6
  Polonia 4 0 0 4 43 122 -79 4

2ª divisioneModifica

Gruppo 1Modifica

Il primo match tra Tunisia e Marocco terminò in parità. Le due Federazioni si accordarono sul fatto che il successivo incontro valido inizialmente per le qualificazioni alla Coppa del Mondo di rugby 1991 avrebbe sostituito come validità il primo[2].

Casablanca
10 marzo 1990
Marocco  20 – 6  Belgio

Porto
24 marzo 1990
Portogallo  16 – 10  Marocco

Waterloo
25 maggio 1990
Belgio  12 – 24  Portogallo

Harare
5 maggio 1990
Tunisia  12 – 8  Marocco

Lisbona
26 maggio 1990
Portogallo  12 – 6  Tunisia

Classifica Gruppo 1Modifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Portogallo 3 3 0 0 52 28 +24 9
  Marocco 3 1 0 2 39 35 +8 5
  Tunisia 2 1 0 1 18 21 -3 4
  Belgio 2 0 0 2 18 44 -26 2

Gruppo 2Modifica

Heidelberg
17 settembre 1989
Germania Ovest  6 – 12  Paesi Bassi

Madrid
29 ottobre 1989
Spagna  29 – 15  Paesi Bassi

Hilversum
4 marzo 1990
Paesi Bassi  45 – 10  Bulgaria

Madrid
18 marzo 1990
Spagna  19 – 8  Germania Ovest

Brno
18 marzo 1990
Cecoslovacchia  6 – 29  Paesi Bassi

Sofia
22 aprile 1990
Bulgaria  12 – 40  Germania Ovest

Vyškov
29 aprile 1990
Cecoslovacchia  22 – 22  Spagna

Hannover
5 maggio 1990
Germania Ovest  32 – 7  Cecoslovacchia

Sofia
3 giugno 1990
Bulgaria  15 – 10  Cecoslovacchia

Forfait
20 maggio 1990
Spagna  6 – 0  Bulgaria

Classifica Gruppo 2Modifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Spagna 4 3 1 0 70 45 +25 11
  Paesi Bassi 4 3 0 1 101 51 +50 10
  Germania Ovest 4 2 0 2 86 50 36 8
  Cecoslovacchia 4 0 1 3 45 98 -53 5
  Bulgaria 4 1 0 3 37 101 -64 5

FinaleModifica

Siviglia
28 ottobre 1990
Spagna  29 – 6  Portogallo

3ª divisioneModifica

Andorra la Vella
29 aprile 1990
Andorra  26 – 6  Lussemburgo

Lussemburgo
13 maggio 1990
Lussemburgo  6 – 28  Jugoslavia

Spalato
20 maggio 1990
Jugoslavia  3 – 9  Andorra

Classifica 3ª divisioneModifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Andorra 2 2 0 0 35 9 +26 6
  Jugoslavia 2 1 0 1 31 15 +16 4
  Lussemburgo 2 0 0 2 12 54 -42 2

NoteModifica

  1. ^ Stephen Jones, Rohtmans Rugby Union Yearbook 1990-1991, pag 100-101, Quenn Ann Press, 1990, ISBN 0-356-19162-1.
  2. ^ Stephen Jones, Rohtmans Rugby Union Yearbook 1990-1991, pag 101, Quenn Ann Press, 1990, ISBN 0-356-19162-1.
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby