Coppa Intercontinentale 1981

edizione del torneo calcistico
Coppa Intercontinentale 1981
Toyota Cup 1981
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 13 dicembre 1981
Luogo Giappone Tokyo
Partecipanti 2
Formula Gara unica
Impianto/i National Stadium
Risultati
Vincitore Flamengo
(1º titolo)
Statistiche
Miglior giocatore Brasile Zico
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1980 1982 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1981 (in inglese 1981 Intercontinental Cup; in portoghese Copa Europeia/Sul-Americana de 1981; in spagnolo Copa Intercontinental 1981) fu la 20ª edizione del trofeo calcistico messo in palio da UEFA e CONMEBOL tra i rispettivi club campioni continentali in carica. Fu noto anche come Toyota Cup 1981 dal nome del trofeo accessorio conferito alla squadra vincitrice, messo in palio dal 1980 dalla casa automobilistica giapponese Toyota.

Si tenne tra gli inglesi del Liverpool e i brasiliani del Flamengo, entrambi mai vincitori della competizione, e fu appannaggio di questi ultimi che vinsero 3-0.

StoriaModifica

Alla sua prima apparizione in Coppa Intercontinentale dopo aver declinato la partecipazione nel 1977 e nel 1978 il Liverpool campione d'Europa, pur godendo dei favori del pronostico[1], fu travolto dai vincitori della Coppa Libertadores, i brasiliani del Flamengo. A trascinare la squadra verso il titolo mondiale fu in particolar modo il capitano Zico[1], autore di entrambi gli assist per i gol di Nunes che di fatto decisero la gara[2]. Nel mezzo, la marcatura di Adílio, veloce a ribattere in rete un calcio di punizione battuto dallo stesso Zico e non trattenuto dal portiere degli inglesi Grobbelaar[2].

Grazie alla sua prestazione, Zico fu eletto uomo-partita[3] ed il Flamengo ottenne la sua prima vittoria nella manifestazione intercontinentale. Nel 2017, la FIFA ha equiparato i titoli della Coppa del mondo per club e della Coppa Intercontinentale, riconoscendo a posteriori anche i vincitori dell'Intercontinentale come detentori del titolo ufficiale di "campione del mondo FIFA", inizialmente attribuito soltanto ai vincitori della Coppa del mondo per club.[4][5][6]

TabellinoModifica

Tokyo
13 dicembre 1981
Flamengo  3 – 0
referto
  LiverpoolNational Stadium (62.000 spett.)
Arbitro:   Rubio Vásquez

Flamengo
Liverpool

VerdettiModifica

Miglior giocatoreModifica

Giocatore Squadra
    Zico[3] Flamengo

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Toyota Cup 1981 Archiviato il 30 gennaio 2009 in Internet Archive. su fifa.com
  2. ^ a b Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, n. 27, febbraio 1999, p. 69.
  3. ^ a b (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com
  4. ^ Cfr. (EN) FIFA Council approves key organisational elements of the FIFA World Cup, Fédération Internationale de Football Association, 27 ottobre 2017. URL consultato il 16 gennaio 2018.; (EN) FIFA Club World Cup 2017: Statistical Kit (PDF), Fédération Internationale de Football Association, pp. 15, 40-42. URL consultato il 16 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2017).; Mondiale per club: il Real cerca l'allungo, su it.uefa.com, 13 dicembre 2017.
  5. ^ Sebbene non promuova l'unificazione statistica dei tornei, la FIFA è l'unica organizzazione con giurisdizione mondiale al di sopra delle confederazioni continentali e quindi, l'unica che può conferire un titolo di tale livello, ergo, il titolo assegnato dalla stessa federazione mondiale ai vincitori della Coppa Intercontinentale è formalmente un titolo mondiale FIFA, cfr. (EN) Approval for Refereeing Assistance Programme and upper altitude limit for FIFA competitions, su fifa.com, 15 dicembre 2007.; (EN) FIFA, FIFA Statutes, April 2016 edition (PDF), su resources.fifa.com, aprile 2016, p. 19.
  6. ^ Cfr. (ES) FIFA acepta propuesta de CONMEBOL de reconocer títulos de copa intercontinental como mundiales de clubes, su conmebol.com, 29 ottobre 2017.; (ES) La FIFA reconoció de manera oficial a la Copa Intercontinental, su diariovivo.com, 27 ottobre 2017.; (ES) FIFA reconoce Intercontinentales como Mundiales, su espndeportes.espn.com, 27 ottobre 2017.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio