Apri il menu principale
Coppa Italo-Inglese Semiprofessionisti
Anglo-Italian Semiprofessional Tournament
SportFootball pictogram.svg Calcio
Tiposquadre di club
FederazioneThe FAFIGC
PaeseInghilterra Inghilterra
Italia Italia
DirettoreItalia Ugo Cessani
Cadenzaannuale
Aperturasettembre
Chiusuraottobre
Partecipanti2
FormulaGara di andata e ritorno
Storia
Fondazione1975
Soppressione1976
Numero edizioni2
Ultimo vincitoreLecce
Record vittorieLecce
Wycombe (1)

La Coppa Italo-Inglese Semiprofessionisti (in inglese Anglo-Italian Semiprofessional Tournament) fu una competizione calcistica organizzata congiuntamente dalle federazioni di Inghilterra e Italia tra squadre semiprofessionistiche, come complemento al torneo Anglo-Italiano. Istituito nel 1975, vedeva di fronte i vincitori della Coppa Italia Semiprofessionisti (oggi Coppa Italia Serie C) e della Football Conference inglese (oggi National League), primo livello non completamente professionistico.

Il torneo ebbe solo due edizioni, quella inaugurale del 1975 e una seconda e ultima un anno dopo, e non fu più riproposto.

Indice

StoriaModifica

La prima edizione si disputò tra il 24 settembre e l'8 ottobre 1975 e vide di fronte gli inglesi del Wycombe — club che proprio quell'anno dovette passare al semiprofessionismo avendo la federazione inglese abolito un anno prima la distinzione tra calcio professionistico e dilettantico[1] — campioni uscenti della Isthmian League 1974-75, e il Monza, vincitore della Coppa Italia semipro 1974-75[2]. All'andata al "Sada" i brianzoli vinsero 1-0 con un goal di Peressin[2], mentre al ritorno gli inglesi ribaltarono il risultato con due reti nel primo tempo di Delaney, capitano della squadra, ed Evans[1].

L'anno successivo si incontrarono, invece, il Lecce vincitore di Coppa Italia semipro 1975-76 e lo Scarborough, formazione del North Yorkshire e campione del Football Association Challenge Trophy, la neo istituita Coppa d'Inghilterra per semiprofessionisti; all'andata a Scarborough, il 24 settembre 1976, la squadra di casa vinse 1-0 con un goal di Harry A. Dunn; al ritorno quattordici giorni dopo il Lecce impiegò tre quarti di partita per riportare in parità la competizione, grazie a un autogoal di Deere al 66'[3]; permanendo la parità al 90' si ricorse ai tempi supplementari in cui il centravanti, e miglior marcatore della passata stagione, Gaetano Montenegro, vinse praticamente da solo marcando tre goal al 101', 113' e 115' e assicurando quindi la vittoria per 4-0 e la coppa alla squadra italiana[3].

EdizioniModifica

Edizione 1975Modifica

Monza
24 settembre 1975
Gara d'andata
Monza1 – 0WycombeStadio G.A. Sada
Arbitro:   Fernando Lazzaroni

High Wycombe
8 ottobre 1975, ore 19:30 GMT
Gara di ritorno
Wycombe2 – 0MonzaLoakes Park (3 351 spett.)
Arbitro:   J. Homewood

Edizione 1976Modifica

Scarborough
29 settembre 1976
Gara d'andata
Scarborough1 – 0LecceAthletic Ground
Arbitro:   George Courtney

Lecce
13 ottobre 1976, ore 14:30 CET
Gara di ritorno
Lecce4 – 0
(d.t.s.)
ScarboroughStadio Via del Mare
Arbitro:   Riccardo Lattanzi

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) The end of amateurism, su wycombewanderers.co.uk, Wycombe Wanderers F.C., 16 marzo 2013. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2017).
  2. ^ a b Corinti, pagg. 1980 e segg.
  3. ^ a b Il Lecce fa un altro miracolo, in La Stampa, 14 ottobre 1976, p. 19. URL consultato il 22 ottobre 2017.

BibliografiaModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio