Apri il menu principale

Coppa dei Campioni 1959-1960

edizione del torneo calcistico
Coppa dei Campioni 1959-1960
Competizione UEFA Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA
Date 26 agosto 1959 - 18 maggio 1960
Partecipanti 27
Nazioni 26
Risultati
Vincitore Real Madrid
(5º titolo)
Secondo E. Francoforte
Semi-finalisti Barcellona
Rangers
Statistiche
Miglior marcatore Ungheria Ferenc Puskás (12)
Incontri disputati 52
Gol segnati 219 (4,21 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1958-1959 1960-1961 Right arrow.svg

La Coppa dei Campioni 1959-1960 fu la quinta edizione del massimo torneo continentale di calcio, e vide la partecipazione di 27 squadre, tutte campioni in carica. In questa edizione non si ebbero nuove nazioni rispetto alla precedente, anche se per la prima volta scese effettivamente in campo un club greco.

La finale tra Real Madrid e Eintracht Francoforte è quella con più spettatori allo stadio, ben 127.621, ed è inoltre la finale in cui sono stati segnati più gol, dieci, di cui quattro segnati da Ferenc Puskás: un altro record. Si trattò inoltre della quinta vittoria consecutiva, anche questo un record imbattuto, del Real Madrid dell'allora presidente Santiago Bernabéu. Anche in questa edizione i madrileni trovarono una compagine iberica in semifinale, ossia i quotati campioni di Spagna del Barcellona, di cui tuttavia stavolta si sbarazzarono con facilità, dando un profondo smacco all'orgoglio blaugrana.

Primo turnoModifica

Le seguenti squadre furono esentate dal primo turno nelle risultanze del sorteggio effettuato a Cernobbio il 6 luglio 1959 e basato su criteri geografici.[1]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Jeunesse d'Esch   6 - 2   LKS Lódz 5 - 0 1 - 2
Fenerbahçe   4 - 3   Csepel 1 - 1 3 - 2
Nizza   4 - 3   Shamrock Rovers 3 - 2 1 - 1
Vorwärts   2 - 3   Wolverhampton 2 - 1 0 - 2
Olympiakos   3 - 5   Milan 2 - 2 1 - 3
CSKA Sofia   4 - 8   Barcellona 2 - 2 2 - 6
Rangers   7 - 2   Anderlecht 5 - 2 2 - 0
Inter Bratislava   4 - 1   Porto 2 - 1 2 - 0
Linfield   3 - 7   Göteborg 2 - 1 1 - 6
SC Vienna   2 - 1   Petrolul Ploiești 0 - 0 2 - 1
Eintracht Francoforte   rinuncia[2]   KuPS - -

Ottavi di finaleModifica

Squadra #1   Totale   Squadra #2   Gara 1     Gara 2     Gara 3  
Fenerbahçe   3 - 3   Nizza 2 - 1 1 - 2 1 - 5
Real Madrid   12 - 2   Jeunesse d'Esch 7 - 0 5 - 2
Milan   1 - 7   Barcellona 0 - 2 1 - 5
Stella Rossa Belgrado   1 - 4   Wolverhampton 1 - 1 0 - 3
Young Boys Berna   2 - 5   Eintracht Francoforte 1 - 4 1 - 1
BK 1909   2 - 5   SC Vienna 0 - 3 2 - 2
Sparta Rotterdam   4 - 4   Göteborg 3 - 1 1 - 3 3 - 1
Rangers   5 - 4   Inter Bratislava 4 - 3 1 - 1

Quarti di finaleModifica

Squadra #1   Totale   Squadra #2   Gara 1     Gara 2     Gara 3  
Nizza   3 - 6   Real Madrid 3 - 2 0 - 4
Barcellona   9 - 2   Wolverhampton 4 - 0 5 - 2
Eintracht Francoforte   3 - 2   SC Vienna 2 - 1 1 - 1
Sparta Rotterdam   3 - 3   Rangers 2 - 3 1 - 0 2 - 3

SemifinaliModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Real Madrid   6 - 2   Barcellona 3 - 1 3 - 1
Eintracht Francoforte   12 - 4   Rangers 6 - 1 6 - 3

FinaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa dei Campioni 1959-1960.
Glasgow
18 maggio 1960
Real Madrid  7 – 3
referto
  Eintracht FrancoforteHampden Park (127.621 spett.)
Arbitro:   John Mowatt

Real Madrid
Eintracht Frankfurt
Real Madrid
P 1   Rogelio Domínguez
D 2   Pachín
D 3   Marquitos
D 4   José Santamaría
D 5   José María Zárraga (c)
C 6   José María Vidal
C 7   Canário
C 8   Luis del Sol
A 9   Alfredo Di Stéfano
A 10   Ferenc Puskás
A 11   Francisco Gento
Allenatore:
  Miguel Muñoz
E. Francoforte
P 1   Egon Loy
D 2   Friedel Lutz
D 3   Hermann Höfer
C 4   Hans Weilbächer (c)
D 5   Hans-Walter Eigenbrodt
C 6   Dieter Stinka
C 7   Richard Kreß
C 8   Dieter Lindner
A 9   Erwin Stein
C 10   Alfred Pfaff
A 11   Erich Meier
Allenatore:
  Paul Oßwald

Classifica marcatoriModifica

NoteModifica

  1. ^ Corriere dello Sport, 7 luglio 1959. Archiviato il 25 giugno 2013 in Internet Archive.
  2. ^ Il KuPS si ritirò per motivi economici.
  3. ^ Champions' Cup 1959-60, rsssf.com. URL consultato il 4 maggio 2014.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio