Coppa della Regina 2011 (calcio)

Coppa della Regina 2011
Copa de la Reina 2011
Competizione Copa de la Reina
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 29ª
Organizzatore RFEF
Date dal 30 aprile 2011
al 19 giugno 2011
Luogo Spagna Spagna
Impianto/i Ciudad del Fútbol de las Rozas, Las Rozas de Madrid
Risultati
Vincitore Barcellona
(2º titolo)
Secondo Espanyol
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010 2012 Right arrow.svg

La Copa de la Reina 2011 è stata la 29ª edizione della Coppa di Spagna riservata alle squadre femminili. La finale si è svolta a Las Rozas ed è stata vinta dal Barcellona per 1-0 nel derby catalano contro l’Espanyol.

Sistema di competizioneModifica

Partecipano 14 squadre, le 8 che compongono il Gruppo A della seconda fase della Primera División, e le squadre dalla prima alla terza posizione nei gruppi B e C. Le prime due classificate del Gruppo A sono qualificate automaticamente ai Quarti di finale della competizione.

Ottavi di finaleModifica

Le gare di andata si sono svolte il 1 maggio 2011 mentre quelle di ritorno l’8 maggio.

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Atlético Madrid 4-1 Collerense 1-0 3-1
Sant Gabriel 4-3 Levante 3-2 1-1
Real Sociedad 3-2 Valencia 1-0 1-2
Athletic Bilbao 11-1 Lagunak 6-0 5-1
Barcellona 7-1 Reocín Racing 4-1 3-0
Prainsa Saragozza -[1] Huelva - -

Quarti di finaleModifica

Le gare di andata si sono svolte il 15 maggio 2011 mentre quelle di ritorno il 22 maggio.

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Barcellona 4-1 Rayo Vallecano 2-0 2-1
Real Sociedad 4-3 Sant Gabriel 3-1 1-2
Atlético Madrid 3-1 Prainsa Saragozza 2-1 1-0
Espanyol 5-1 Athletic Bilbao 3-1 2-0

SemifinaliModifica

RisultatiModifica

Las Rozas de Madrid
17 giugno 2011, ore 18:00 CEST
Barcellona2 – 0Real SociedadLa Ciudad del Fútbol

Las Rozas de Madrid
17 giugno 2011, ore 20:30 CEST
Espanyol1 – 0Atlético MadridLa Ciudad del Fútbol
Arbitro:  Raúl Sánchez Mateos

FinaleModifica

Las Rozas de Madrid
19 giugno 2011, ore 11:00 CEST
Barcellona1 – 0
(d.t.s.)
EspanyolLa Ciudad del Fútbol (1 000 spett.)
Arbitro:  Valentín Pizarro

NoteModifica

  1. ^ Il Prainsa Saragozza è qualificato automaticamente al turno successivo a causa della rinuncia da parte degli avversari per problemi economici.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio