Apri il menu principale

Coppa delle Alpi 1963

Coppa delle Alpi 1963
Competizione Coppa delle Alpi
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Luogo Svizzera Svizzera
(5 città)
Partecipanti 8
Nazioni 2
Impianto/i 5 stadi
Risultati
Vincitore Juventus
(1º titolo)
Secondo Atalanta
Terzo Roma
Quarto Inter
Statistiche
Incontri disputati 14
Gol segnati 68 (4,86 per incontro)
Juventus Football Club 1962-1963.jpg
Una formazione della Juventus del 1962-1963, vincitrice finale dell'edizione.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1962 1964 Right arrow.svg

La Coppa delle Alpi 1963 è stata la quarta edizione del torneo a cui hanno partecipato le squadre dei campionati italiano e svizzero.

La coppa è stata vinta dalla Juventus, che ha sconfitto in finale l'Atalanta.[1][2]

RisultatiModifica

Fase a gironiModifica

Gruppo 1Modifica

Squadra #1 Ris. Squadra #2
  Servette 2-3   Inter
  Biel/Grenchen 2-5[3]   Atalanta
  Biel/Grenchen 1-2   Servette
  Biel/Grenchen 3-3   Inter
  Servette 2-3   Atalanta
  Atalanta 1-1   Inter
Squadra Pt G V N P GF GS
  1.   Atalanta 5 3 2 1 0 9 5
2.   Inter 4 3 1 2 0 7 6
3.   Servette 2 3 1 0 2 6 7
4.   Biel/Grenchen 1 3 0 1 2 7 10

Gruppo BModifica

Squadra #1 Ris. Squadra #2
  Basilea 1-5   Juventus
  Grasshoppers 1-7   Roma
  Juventus 2-0   Roma
  Basilea 1-4   Roma
  Grasshoppers 3-5   Juventus
  Basilea 1-1   Grasshoppers
Squadra Pt G V N P GF GS
  1.   Juventus 6 3 3 0 0 12 4
2.   Roma 4 3 2 0 1 11 4
3.   Basilea 1 3 0 1 2 3 10
4.   Grasshoppers 1 3 0 1 2 5 13

Finale 3º postoModifica

Basilea
29 giugno 1963
Roma5 – 1InterSt. Jakob Stadium

Finale 1º postoModifica

Ginevra
29 giugno 1963
Juventus3 – 2AtalantaCharmilles Stadium

NoteModifica

  1. ^ Vittorio Pozzo, La Juventus ha vinto la Coppa delle Alpi battendo l'Atalanta (3-2) in finale a Ginevra, in La Stampa, 30 giugno 1963, p. 8.
  2. ^ 29 giugno 1963, conquistata la Coppa delle Alpi, su juventus.com, 29 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2015).
  3. ^ L'Atalanta domina contro il Bienne: 5-2, in Stampa Sera, 17 giugno 1963, p. 11.

Collegamenti esterniModifica