Apri il menu principale

Coppa delle Coppe 1960-1961

edizione del torneo calcistico
Coppa delle Coppe 1960-1961
Competizione Coppa delle Coppe
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Comitato della Coppa Mitropa
Date 1º agosto 1960 - 27 maggio 1961
Partecipanti 10
Nazioni 10
Risultati
Vincitore Fiorentina
(1º titolo)
Secondo Rangers
Semi-finalisti Dinamo Zagabria
Wolverhampton
Statistiche
Miglior marcatore Svezia Kurt Hamrin (6)
Incontri disputati 18
Gol segnati 60 (3,33 per incontro)
Fiorentina-Rangers-Glasgow-1961.jpg
I festeggiamenti dei viola dopo la vittoria
Cronologia della competizione
1961-1962 Right arrow.svg

La Coppa delle Coppe 1960-1961, organizzata dal comitato della Coppa Mitropa, fu la prima edizione del torneo dedicato alle squadre vincitrici delle coppe nazionali; questa non vide l'organizzazione diretta della UEFA, e venne riconosciuta ufficialmente dalla confederazione calcistica europea nell'ottobre del 1963 su richiesta di Artemio Franchi, allora presidente della FIGC.[1]

FormulaModifica

La prima volta della Coppa delle Coppe fu, a tutti gli effetti, un'edizione pilota. Come nel caso della Coppa dei Campioni cinque anni prima, la UEFA era restìa a gestire competizioni fra club e, diversamente da quanto accaduto allora, il progetto d'un torneo fra i detentori delle coppe nazionali era ritenuto meno affascinante di quello tra i vincitori dei campionati; quindi non si riuscì subito a forzare la mano all'organismo europeo con la minaccia di un'organizzazione privata, com'era invece accaduto col massimo trofeo continentale. Le federazioni nazionali promotrici della nuova manifestazione non poterono dunque far altro che sfruttare il comitato organizzatore della Coppa Mitropa, che peraltro già collaborava alla Coppa delle Fiere. Rispetto alle future edizioni targate UEFA, questa si caratterizzò per una finale articolata su sfide d'andata e ritorno, sul modello appunto della Coppa delle Fiere, e per un trofeo completamente diverso ed unico rispetto a quello poi introdotto l'annata successiva.

Le squadre che presero parte a questa edizione furono dieci, anche in virtù del fatto che al tempo non tutti i paesi europei organizzavano la coppa nazionale, e che il torneo fu gestito dal comitato della Coppa Mitropa: oltre alle nazioni tradizionalmente partecipanti alla suddetta coppa, aderirono le due Germanie, Est e Ovest, e le due principali federazioni britanniche.[2] Come accaduto nell'edizione inaugurale della Coppa dei Campioni, anche per il primo atto della Coppa delle Coppe il principio ispiratore della manifestazione ebbe diverse deroghe: furono solo sei i club effettivamente detentori della propria coppa nazionale: l'Ungheria e la Cecoslovacchia – dove le coppe neppure esistevano – inviarono rispettivamente la seconda classificata in campionato, riflettendo la natura di seconda competizione continentale anelato dalla Coppa delle Coppe, e la vincitrice della Coppa Spartachiana, una sorta di coppa di lega organizzata privatamente dai club della prima divisione; l'Italia mandò la Fiorentina – poi vincitrice finale dell'edizione contro gli scozzesi dei Rangers –, finalista in Coppa Italia e seconda classificata in Serie A, in entrambi i casi dietro alla Juventus; la massima discrezionalità fu raggiunta nella DDR dove il regime socialista, sempre desideroso di fare bella figura a livello internazionale attraverso lo sport, ritenne il Vorwärts Berlino, ex campione nazionale e secondo classificato nell'ultimo campionato, più forte dei concittadini della Dinamo, detentori della FDGB Pokal.

PartecipantiModifica

Squadra Titolo
1   Fiorentina 2º posto nella Coppa Italia 1959-1960 e in Serie A
2   Rangers Glasgow Vince la Coppa di Scozia 1959-1960
3   Dinamo Zagabria Vince la Coppa di Jugoslavia 1959-1960
4   Wolverhampton Wanderers Vince la FA Cup 1959-1960
5   Spartak Brno Detentore dell'amichevole Coppa Spartachiana
6   Austria Vienna Vince la Coppa d'Austria 1959-1960
7   Borussia Mönchengladbach Vince la DFB-Pokal 1959-1960
8   Lucerna Vince la Coppa Svizzera 1959-1960
9   Vorwärts Berlino 2° nel campionato tedesco-orientale, iscritto d'ufficio
10   Ferencvaros 2° nel campionato ungherese 1959-1960

RisultatiModifica

Turno preliminareModifica

Gli abbinamenti furono decisi d'ufficio dal comitato organizzatore.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Vorwärts Berlino   2 - 3   Spartak Brno 2 - 1 0 - 2
Rangers Glasgow   5 - 4   Ferencvaros 4 - 2 1 - 2

Quarti di finaleModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Spartak Brno   0 - 2   Dinamo Zagabria 0 - 0 0 - 2
Austria Vienna   2 - 5   Wolverhampton 2 - 0 0 - 5
Borussia Mönchengladbach   0 - 11   Rangers Glasgow 0 - 3 0 - 8
Lucerna   2 - 9   Fiorentina 0 - 3 2 - 6

SemifinaliModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Fiorentina   4 - 2   Dinamo Zagabria 3 - 0 1 - 2
Rangers   3 - 1   Wolverhampton 2 - 0 1 - 1

FinaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa delle Coppe 1960-1961.
Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Rangers   1 - 4   Fiorentina 0 - 2 1 - 2

AndataModifica

Mercoledì
17 maggio 1961
Rangers Glasgow   0 - 2   Fiorentina Stadio Ibrox Park, Glasgow
Spettatori: 80.000
Arbitro: Erich Steiner (Austria)
12' Milan
88' Milan
Formazioni
Ritchie Albertosi
Shearer Robotti
Caldow Castelletti
Davis Gonfiantini
Paterson Orzan
Baxter Rimbaldo
Wilson Hamrin
McMillan Micheli
Scott Da Costa
Brand Milan
Hume Petris
Allenatori
James Symon Hidegkuti

RitornoModifica

Sabato
27 maggio 1961
Fiorentina   2 - 1   Rangers Glasgow Stadio Comunale, Firenze
Spettatori: 50.000
Arbitro: Vilmos Hernádi (Ungheria)
12' Milan
86' Hamrin
60' Scott
Formazioni
Albertosi Richie
Robotti Shearer
Castelletti Caldow
Gonfiantini Davis
Orzan Paterson
Rimbaldo Baxter
Hamrin Wilson
Micheli McMillan
Da Costa Scott
Milan Brand
Petris Millar
Allenatori
Hidegkuti James Symon

La Fiorentina vince per successo in entrambe le sfide.

Classifica marcatoriModifica

NoteModifica

  1. ^ uefadirect, pag. 15.
  2. ^ Contro la terza squadra di Cecoslovacchia la Roma nella Coppa Europa Centrale, in Corriere dello Sport, 8 giugno 1960, p. 4 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio