Apri il menu principale

Corda tesa

film del 1984 diretto da Richard Tuggle
Corda tesa
Corda tesa.png
Clint Eastwood in una scena del film
Titolo originaleTightrope
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1984
Durata114 min
Rapporto1,85 : 1
Generedrammatico, thriller
RegiaRichard Tuggle
SceneggiaturaRichard Tuggle
ProduttoreClint Eastwood, Fritz Manes
Casa di produzioneThe Malpaso Company, Warner Bros. Pictures
FotografiaBruce Surtees
MontaggioJoel Cox
MusicheLennie Niehaus
ScenografiaEdward C. Carfagno
CostumiGlenn Wright
TruccoBarbara Guedel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Corda tesa (Tightrope) è un film del 1984, diretto da Richard Tuggle con protagonista Clint Eastwood.

Indice

TramaModifica

A New Orleans una giovane donna torna a casa dalla sua festa di compleanno e viene seguita da un uomo con delle scarpe da ginnastica con stringhe gialle. Dopo aver lasciato cadere uno dei suoi regali, un ufficiale di polizia si offre di scortarla fino alla porta di casa e la telecamera rivela che il poliziotto indossa le stesse scarpe da ginnastica dello stalker.

Il giorno successivo, il detective della polizia Wes Block, divorziato e padre di Penny e Amanda, sta giocando con le sue figlie e raccolgono un cane randagio che si aggiunge ai numerosi randagi che hanno già preso. Mentre la famiglia si prepara ad andare a una partita dei Saints, Block viene convocato su una scena del crimine dove una giovane donna è stata strangolata nel suo letto. Il suo assassino non ha lasciato impronte digitali, ma ha aspettato nel suo appartamento fino a mezzanotte per ucciderla, fermandosi persino a prepararsi un caffè.

Block viene incaricato delle indagini e visita un bordello dove lavorava la donna dell'omicidio al fine di raccogliere informazioni e qui intervista una prostituta con la quale la vittima avrebbe fatto sesso di gruppo. Qui Block lascia la sua cravatta.

La seconda vittima è ancora una lavoratrice del sesso ed è strangolata in una vasca idromassaggio. Block rintraccia una delle conoscenti di questa nuova vittima e la intervista venendo ad apprendere che frequentava un poliziotto e che amava essere ammanettata.

Per arrivare alla soluzione, cerca l'aiuto anche di Beryl Thibodeaux, un'attivista in buoni rapporti con il sindaco che organizza dei corsi di autodifesa per donne. Block ha inizialmente un rapporto conflittuale con Beryl.

Mentre Block indaga sulle vittime facendo visita ad un altro bordello, fa sesso con una prostituta. Non si accorge che l'assassino nascosto da una maschera lo osserva nei suoi movimenti e la mattina dopo Block viene chiamato sulla scena di una terza vittima che scopre essere la prostituta con cui era stato la sera prima.

L'assassino invia a Block una bambola con un biglietto, che lo indirizza verso un altro bordello. Una volta lì, un'altra prostituta informa Block che un uomo sconosciuto l'ha assunta per essere frustata da Block, quindi lo manda in un bar gay e le appunta un segnale sulla giacca. Al bar, Block incontra un uomo che è stato assunto dall'assassino per fare sesso con lui per cui Block ordina all'uomo di riscuotere la paga come programmato e organizza un incontro in un magazzino, sperando di catturare l'assassino. All'incontro Block trova l'uomo assassinato.

L'assassino rapisce l'amica della terza vittima e scarica il suo corpo in una fontana pubblica lasciando la cravatta abbandonata di Block presso la su una statua vicina per far insospettire la polizia proprio sull'atteggiamento di Block e sul fatto che le vittime lo hanno incontrato prima di morire. Block e Thibodeaux escono per un secondo appuntamento portando le figlie al Mardi Gras mentre vengono segretamente osservati dall'assassino travestito da partecipante

I vestiti di una vittima contengono del denaro contante che la polizia associa al libro paga di una fabbrica di birra. Il denaro ha lo stesso residuo di vetro e d'orzo che è spuntato in tutte le scene del crimine. Quando Block va al birrificio per indagare, l'assassino lo osserva durante la sua visita.

Quella notte, l'assassino fa irruzione nella casa di Block, uccidendo la tata e alcuni animali domestici e ammanettando e imbavagliando Amanda. Block sopraggiunge ed ha una colluttazione con l'assassino e viene salvato solo quando uno dei suoi cani sopravvissuti morde ripetutamente l'assassino. Block spara due colpi all'assassino mentre scappa.

Mentre passa attraverso i ritagli di notizie, Block si imbatte nel nome di un poliziotto, Leander Rolfe, che aveva arrestato per aver violentato due ragazze. Ulteriori indagini rivelano che Rolfe lavorava nel birrificio per cui Block e la sua squadra vanno all'appartamento di Rolfe il quale, però, sentendosi braccato, va da Thibodeaux per prenderla in ostaggio. Rendendosi conto di tutti, Block corre a casa della Thibodeaux dove trova Rolfe e lo insegue attraverso un cimitero e in un cortile ferroviario. Durante la loro ultima rissa, finiscono sul percorso di un treno in arrivo.

Celebre la sequenza del finale in cui Wes si ritrova incolume accanto alle rotaie con la mano recisa di Leander ancora stretta intorno al collo.

ProduzioneModifica

Le riprese si sono svolte a New Orleans nell'autunno 1983. La regia è accreditata a Richard Tuggle, già sceneggiatore di Fuga da Alcatraz; nonostante ciò la maggior parte del film sia stata diretta dallo stesso Clint Eastwood.[1]

Il ruolo di Amanda Block è svolto realmente dalla figlia di Clint Eastwood, Alison Eastwood, a quel tempo dodicenne.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Out of the West, in The New Yorker, 8 marzo 2010. URL consultato il 1º settembre 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema