Corey Kluber

giocatore di baseball statunitense
Corey Kluber
Corey Kluber WS 1.jpg
Kluber nel 2016
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 97 kg
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Lanciatore
Squadra Texas Rangers
Carriera
Squadre di club
2011-2019Cleveland Indians
2020-Texas Rangers
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Basi su ball 293
Strikeout 1 462
Punti concessi 471
Media PGL 3,16
Inning totali 1 342,2
Salvezze 0
Vittorie 98
Sconfitte 58
Rapporto vittorie 0,628
Palmarès
Cy Young Award 2
All-Star 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 2020

Corey Scott Kluber, soprannominato "Klubot" (Birmingham, 10 aprile 1986), è un giocatore di baseball statunitense, lanciatore partente per i Texas Rangers della Major League Baseball (MLB).

CarrieraModifica

Kluber fu scelto dai San Diego Padres nel quarto giro del draft 2007.[1] Fu scambiato coi Cleveland Indians il 31 luglio 2010, in uno scambio a tre che coinvolse anche i St. Louis Cardinals[2] Debuttò nella MLB il 1º settembre 2011, al Progressive Field di Cleveland contro gli Oakland Athletics.

 
Kluber nel 2013

IL 16 aprile, 2013, Kluber lanciò per otto inning senza concedere punti nella vittoria per 2–0 sui Washington Nationals.[3] Per quella prestazione fu premiato come miglior lanciatore dell'American League della settimana. Il 22 settembre 2013 divenne il primo lanciatore a mandare strikeout 14 battitori in due partenze consecutive come titolare da Randy Johnson nel 2004. La sua annata si chiuse 11 vittorie e 5 sconfitte, con una media PGL di 3.85.

Kluber fu nominato lanciatore della settimana che si concluse il 21 settembre 2014 e poi miglior lanciatore di quello stesso mese. Concluse l'annata con un record di 18-9 e una media PGL di 2.44. Le sue 18 vittorie guidarono l'American League al pari di Max Scherzer e Jered Weaver e la sua media PGL fu la terza migliore della lega. Mandò anche strikeout 269 battitori, il secondo risultato della MLB dietro ai 271 di David Price. Anche se gli Indians mancarono i playoff, la stagione 2014 culminò con la vittoria del Cy Young Award, battendo Félix Hernández con un margine ristretto.[4]

Il 13 maggio 2015, Kluber ebbe un record in carriera di 18 strikeout nella vittoria sui Cardinals.[5] Così facendo pareggiò anche il record di franchigia di Bob Feller stabilito nel 1938, 77 anni prima.[6] Malgrado una media PGL di 3.49 e 245 strikeout, Kluber soffrì di poco sostegno da parte dei battitori degli Indians, finendo il 2015 con un bilancio di 9–16.

Kluber il 7 luglio 2016 fu convocato per il suo primo al posto dell'infortunato Marco Estrada.[7] La sua stagione regolare si chiuse con un record di 18–9 e 3.14 di media PGL. Fu nominato finalista del Cy Young Award, chiudendo al terzo posto dietro a Rick Porcello e Justin Verlander.[8][9] Quell'anno con gli Indians raggiunse le World Series 2016, dove la sua squadra fu sconfitta dai Chicago Cubs per 4 gare a 3, malgrado si fosse trovata in vantaggio per tre gare a una. In tre partenze nella serie per il titolo ottenne due vittorie in gara 1 e gara 3, mentre nella decisiva settima gara la sconfitta fu accreditata a un suo compagno.

Il 3 maggio 2017, Kluber fu inserito in lista infortunati a causa di un infortunio alla schiena dopo sei gare come partente sotto la media.[10] Dopo essere stato premiato come lanciatore del mese a giugno, 2 luglio fu convocato per il secondo All-Star Game della carriera.[11] Il 3 agosto mise a segno 11 strikeout e concesse solo 3 valide lanciando una gara completa nella vittoria per 5-1 sui New York Yankees. Ad agosto fu premiato come lanciatore della mese della AL dopo un record parziale di 5-1 e una media PGL di 1.96.[12]

Kluber fece registrare il suo terzo shutout della stagione lanciando 12 strikeout il 12 settembre contro i Detroit Tigers, dando agli Indians la ventesima vittoria consecutiva che pareggiò il record dell'American League.[13] In 22 gare da partente dal 1º giugno fino alla penultima partita, la sua media PGL fu di 1.62.[14] A settembre, per la terza volta in stagione, fu premiato come lanciatore del mese.[15] Gli Indians chiusero la stagione guidando la propria lega con 102 vittorie ma furono eliminati nel secondo turno di playoff dagli Yankees.[16] In quella che fu la sua stagione più dominante a livello statistico, Kluber chiuse guidando la MLB (in solitaria o a pari merito) in media PGL (2.25), vittorie (18), gare complete (5), shutout (3),[17] WHIP (0.869), rapporto tra strikeout e basi su ball (7.36), ERA+ (202) e WAR per i lanciatori (8.0).[18] La sua media PGL fu la migliore per un lanciatore del club da Gaylord Perry nel 1972 (1.92).[15] A fine anno fu premiato con il suo secondo Cy Young Award ottenendo 28 voti su 30 per il primo posto[19]

Il 15 dicembre 2019, gli Indians scambiarono Kluber più una somma in denaro con i Texas Rangers per i giocatori Delino DeShields Jr. e Emmanuel Clase.[20]

Il 26 luglio 2020, Kluber debuttò con i Rangers ma dopo un solo inning avvertì dolore alla spalla e uscì dal gioco. Successivamente gli venne diagnosticato uno strappo al muscolo grande rotondo, che lo costrinse a chiudere la stagione in anticipo.[21]

PalmarèsModifica

2014, 2017
2016, 2017, 2018
  • Leader dell'American League in vittorie: 2
2014, 2017
  • Leader della MLB in media PGL: 1
2017

NoteModifica

  1. ^ Corey Kluber: Cy Young Award winner and role model for any pitcher who feels frustrated and forgotten – Terry Pluto, su cleveland.com. URL consultato il 27 giugno 2017.
  2. ^ Anthony Castrovince, Westbrook to Cards; Ludwick to Padres, su Mlb.com, Major League Baseball Advanced Media. URL consultato il 27 giugno 2017.
  3. ^ Mark Emery, Clutch Kluber steals show with scoreless start, su Indians.MLB.com, 16 giugno 2013. URL consultato il 27 giugno 2017.
  4. ^ Mike Axisa, Indians' Corey Kluber named 2014 AL Cy Young Award winner, cbssports.com, 12 novembre 2014. URL consultato il 27 giugno 2017.
  5. ^ Zachary D. Rymer, Corey Kluber Gets Back on Track with an 18-K Start for the Ages, su Bleacher Report, 13 maggio 2015. URL consultato il 27 giugno 2017.
  6. ^ http://www.retrosheet.org/boxesetc/1938/B10021CLE1938.htm
  7. ^ Jordan Bastian, Kluber going to All-Star Game for first time, su MLB.com. URL consultato il 7 luglio 2016.
  8. ^ Dayn Perry, 2016 MVP, Cy Young, Manager, Rookie of the Year finalists announced, CBSsports.com, 7 novembre 2016. URL consultato il 27 giugno 2017.
  9. ^ Scott Lauber, Rick Porcello wins AL Cy Young, despite fewer first-place votes than Justin Verlander, ESPN, 27 giugno 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  10. ^ Jordan Bastian, Lower back strain lands Corey Kluber on 10-day DL, MLB. URL consultato il 27 giugno 2017.
  11. ^ (EN) Rising All-Stars! Elite players Miami-bound, MLB.com, 2 luglio 2017. URL consultato il 3 luglio 2017.
  12. ^ Kyle Beery, Kluber earns AL Pitcher of Month honors, in MLB.com, 3 settembre 2017. URL consultato il 14 novembre 2017.
  13. ^ Jay Jaffe, Corey Kluber's shutout continues Indians rotation's excellence amidst 20-game streak, in Sports Illustrated, 13 settembre 2017. URL consultato il 14 novembre 2017.
  14. ^ Tyler Kepner, M.L.B. awards: Who deserves to win, in The New York Times, 30 settembre 2017. URL consultato il 30 settembre 2017.
  15. ^ a b Joe Noga, Cleveland Indians' Corey Kluber named American League Pitcher of Month for September, in Cleveland Plain-Dealer, 2 ottobre 2017. URL consultato il 14 novembre 2017.
  16. ^ David Waldstein, What happened to the Cleveland Indians?, in The New York Times, 12 ottobre 2017. URL consultato il 14 novembre 2017.
  17. ^ Chad Thornburg, League leaders: Stanton, Judge, Altuve soar, in MLB.com, 1º ottobre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  18. ^ 2017 Major League Baseball pitching leaders, in Baseball-Reference.com. URL consultato il 16 novembre 2017.
  19. ^ (EN) Anthony Castrovince, Scherzer, Kluber win 3rd, 2nd Cy prizes, in MLB.com, 15 novembre 2017. URL consultato il 16 novembre 2017.
  20. ^ R.J. Anderson, angers acquire Corey Kluber from Indians in latest hot stove shake-up, su cbssports.com, 15 dicembre 2019. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  21. ^ Chris Halicke, Corey Kluber Suffers Torn Muscle in Shoulder in Rangers Debut, Shut Down for Four Weeks, Sports Illustrated, 27 luglio 2020. URL consultato il 28 luglio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica