Apri il menu principale
Coro La Rupe
Coro La Rupe 2010.JPG
NazioneItalia Italia
CittàQuincinetto
Sito web
 
DirettoreDomenico Monetta
Organicocoro maschile
RepertorioPolifonia elaborazioni popolari
Periodo attività1952-in attività
Concorsi
2º premio assoluto, Menzione "Excellent avec distintion", 1º posto nella categoria voci maschili
3º premio
1º premio cat. A cori virili
2º premio cat. C canto popolare
3º premio cat. B polifonia

[1]

Discografia
  • Emozioni in coro (1994)
  • Pietro Alessandro Yon (1999)
  • La luce del giorno (2003)
  • Pellegrino dell’Assoluto (2005)
  • Prende l'anima il tuo canto... (2010)
  • O Magnum Mysterium(2013)

Il coro La Rupe è un coro polifonico e popolare con sede a Quincinetto, fondato nel 1952 attualmente diretto da Domenico Monetta.

Indice

StoriaModifica

Alla sua nascita il coro si è immediatamente ispirato, come la maggior parte dei cori maschili italiani di quel periodo, alla grande tradizione corale del coro SAT di Trento. Dagli anni sessanta la direzione è curata dal maestro Dante Cornero, il quale arricchisce il repertorio classico di brani d'autore e di originali armonizzazioni che danno un nuovo volto al gruppo e ne affermano la peculiare linea interpretativa. Tale cammino di ricerca viene proseguito successivamente dal maestro Luigi Valenzano, alla direzione dal 1973 al 1981. Ulteriore evoluzione è compiuta con il maestro Edy Mussatti, attraverso un'accurata rivalutazione della produzione locale e un'attenzione particolare alle realizzazioni di autori contemporanei, il coro ha, infatti, ravvivato e ampliato il repertorio, ottenendo favorevoli consensi da parte di pubblico e critica. Dal 2008 alla direzione artistica del coro, che nella formazione attuale conta 23 elementi maschili, c'è Domenico Monetta, già corista nella sezione dei baritoni dal 1988. [2]

AttivitàModifica

A ciò si aggiungono i prestigiosi successi ottenuti nell'ambito dei concorsi nazionali (Vittorio Veneto, Biella, Saint-Vincent e in passato anche Adria, Genova, Stresa, Ivrea) alle quali si sono aggiunte le ambite affermazioni al 35º concorso internazionale di Montreux (1999), con il secondo posto nella classifica generale e il primo nella categoria OCTM per cori virili, e, nel mese di novembre 2000, il terzo posto al 1° “Concorso Europeo di canto popolare” di Bolzano. Nel 2003 il coro partecipa ad una prima rappresentazione mondiale cantando in scena nell'opera Daphnis et Chloè di Jean-Jacques Rousseau, opera ricostruita dal maestro Willy Merz e rappresentata al 2º Festival Internazionale di Sarre (Ao). Il successivo progetto è stata l'incisione e, nel corso del 2005, la presentazione a livello nazionale, dell'opera per coro e orchestra Pellegrino dell'assoluto, undici Inni di Padre David Maria Turoldo su musiche del maestro Domenico Clapasson. Nel 2010 è stata presentata l'ultima incisione dal titolo “Prende l'anima il tuo canto”: un disco dedicato ai brani scritti e armonizzati dal maestro Dante Conrero, inciso in occasione del decennale della sua scomparsa. Nel 2011 il Coro La Rupe partecipa al 45° Concorso Nazionale “Trofei Città di Vittorio Veneto” aggiudicandosi il 1º posto nella categoria dei “Canti di tradizione alpina”, il 2º posto nella categoria della “Musica popolare” e il 3º posto in quella delle “Musiche d'autore”. A coronare il successo del coro, il maestro Monetta vince il premio come miglior direttore del concorso.[3] Nel Novembre 2011, su invito della Feniarco, il Coro La Rupe apre il concerto di benvenuto all'Assemblea Generale dell'European Choral Association Torino 2012.[4] Nel Luglio 2012 nell'ambito della manifestazione internazionale Europa Cantat 2012, che si è svolta a Torino, il Coro ha partecipato a una masterclass con il celebre direttore estone Hirvo Surva. Nell'aprile del 2013, nell'anno del proprio sessantennale, La Rupe ottiene il terzo posto nella categoria voci pari al 49º Concorso Internazionale di Montreux e sempre nello stesso anno incide un CD di musica sacra che prende il titolo dal brano del compositore veneto Manolo Da Rold "O Magnum Mysterium". A maggio 2014 l'ensemble partecipa per la prima volta ad un concorso di polifonia sacra, XXXII concorso nazionale di Quartiano (LO), aggiudicandosi il 1º premio col programma monografico e il secondo con quello storico. Nel 2014 ha partecipato alla prestigiosa Rassegna internazionale di canto corale di Mel e nel novembre 2014 è stato organizzata una masterclass-concerto con Philip Lawson, compositore e storico componente dei King’s Singer. Nell'ottobre 2015 si classifica al 1º posto al V Concorso Nazionale Città di Fermo e al 1º posto nella categoria voci pari al 6º Concorso Nazionale Corale Polifonico del Lago Maggiore.

DiscografiaModifica

  • Emozioni in coro[5] (1994)
  • Pietro Alessandro Yon (1999)
  • La luce del giorno (2003)
  • Pellegrino dell'Assoluto (2005)
  • Prende l'anima il tuo canto... (2010)
  • O Magnum Mysterium (2013)

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Prende l'anima il tuo canto... (1997) - Raccolta di 24 brani scritti e armonizzati dal maestro Dante Conrero.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2017064159