Unione Sportiva Corona

(Reindirizzamento da Corona Cremona)

L'Unione Sportiva Corona è stata una società di pallacanestro maschile di Cremona, fondata nel 1969 e che ha disputato alcuni campionati di serie A2 nel corso degli anni ottanta[1].

U.S. Corona
Pallacanestro
Segni distintivi
Uniformi di gara
Casa
Trasferta
Colori sociali Bianco e blu
Dati societari
CittàCremona
NazioneBandiera dell'Italia Italia
ConfederazioneFIBA Europe
FederazioneFIP
Fondazione1969
Scioglimento1994
DenominazioneU.S. Corona (1969-1994)
ImpiantoPalasport Mario Radi
(2 918 posti)

La società, di proprietà dei fratelli Reggiani dopo la scissione dalla polisportiva U.S. Corona, visse il suo periodo più felice a partire dal 1980, anno della promozione in Serie B (terzo livello dei campionati, corrispondente all'attuale Divisione Nazionale A Silver). Dopo quattro anni arrivò la prima promozione in Serie A2: la squadra retrocesse però dopo un anno di permanenza in A2. Tuttavia la promozione fu immediata, e dal 1986-87 al 1989-1990 la squadra mantenne la permanenza in A2.

Al termine della stagione 1990-91 l'U.S. Corona si classificò all'ultimo posto. Retrocessa, la società fu costretta al ridimensionamento sciogliendosi e ripartendo dalla Serie D, fino ad arrivare alla fusione nel 1994 con la squadra di basket di Piadena: nacque la Corona Platina Piadena, società che attualmente milita nella Serie B nazionale, girone B.

Nell'U.S. Corona militarono alcuni giocatori statunitensi molto noti come C.J. Kupec, Rod Griffin, Wayne Sappleton, Terry Tyler, George Singleton.

Cronistoria

modifica
Cronistoria dell'Unione Sportiva Corona
  • 1969 · Fondazione della sezione di pallacanestro dell'Unione Sportiva Corona con sede a Cremona.
  • 1969-70 · in Prima Divisione.

  • 1970-71 · in Prima Divisione.
  • 1971-72 · in Promozione.
  • 1972-73 · in Promozione.
  • 1973-74 · in Promozione,   promossa in Serie D.
  • 1974-75 · in Serie D,   promossa in Serie C.
  • 1975-76 · in Serie C.
  • 1976-77 · in Serie C.
  • 1977 · La sezione pallacanestro si distacca dall'Unione Sportiva Corona.
  • 1977-78 · in Serie C.
  • 1978-79 · in Serie C.
  • 1979-80 · in Serie C1,   promossa in Serie B.

Ottavi di finale di Coppa Italia.
  • 1985-86 · 1ª nel girone A di Serie B, vince i play-off promozione,   promossa in Serie A2.
  • 1986-87 · 7ª in Serie A2, 6ª nel girone verde dei play-out di Serie A1.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
4ª nel girone F degli ottavi di finale di Coppa Italia.

  • 1990-91 · 16ª in Serie A2,   retrocessa in Serie B d'Eccellenza,   rinuncia alla Serie B d'Eccellenza e riparte dalla Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1991-92 · in Serie D.
  • 1992-93 · in Serie D.
  • 1993-94 · in Serie D.
  • 1994 · Fusione della società con la squadra di pallacanestro di Piadena, diventa Corona Platina.
modifica
Cronologia degli sponsor
  • 1977-1980: Quarry
  • 1980-1984: Saradini
  • 1984-1988: Spondilatte
  • 1988-1990: Braga

Cestisti

modifica
  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti dell'Unione Sportiva Corona.
  1. ^ Almanacco illustrato del basket 1990, Panini, Modena, 1989, p. 200.

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro