Corpi sportivi

in Italia, sezione di un corpo militare o di polizia, che si occupa dell'attività sportiva

I Corpi sportivi (spesso abbreviato CS), detti anche gruppi sportivi militari, sono sezioni di corpi militari e di polizia che si occupano dell'attività sportiva, anche agonistica, dei propri appartenenti.

Giorgio Napolitano con Chiara Cainero del GS Forestale nel 2008
Giorgio Napolitano con Andrew Howe (AM), Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle) e Vanessa Ferrari nel 2007
Jacques Riparelli, nel 2008, con la divisa dell'Aeronautica

In ItaliaModifica

In Italia i gruppi sportivi sono solitamente affiliati alle federazioni sportive riconosciute dal CONI, e sono particolarmente attivi nelle competizioni sportive sia nazionali che internazionali[1].

Tutte e quattro le Forze armate italiane sono dotate di centri sportivi, spesso articolati in sezioni distinte per disciplina:

Anche le Forze di Polizia o con compiti di polizia hanno gruppi sportivi:

NoteModifica

  1. ^ Perché l’Italia ha atleti militari?, su ilPost, 3 agosto 2012. URL consultato il 21 agosto 2014.
  2. ^ Il decreto legislativo n. 177/2016, che sopprime il corpo forestale, all'art. 12 prevede che entro il 1º gennaio 2017 questo personale transita direttamente al "Centro Sportivo Carabinieri"D.leg. 177/2016 in GURI 12-9-2016
  3. ^ Ufficio per le attività sportive, Fiamme Rosse, su vigilfuoco.it. URL consultato il 21 agosto 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica