Corrente (danza)

genere di danza

Con il termine corrente si indica una danza che trova la sua probabile origine in Francia nel XVI secolo (courante). Secondo alcuni studiosi invece la sua origine sarebbe italiana.

StoriaModifica

Il tempo è ternario vivace e nelle suite strumentali ha preso il posto della la gagliarda. La corrente "italiana" è in genere in 3/4 e ha carattere vivace. Quella "francese" invece può essere in 3/2 o in 6/4, con scrittura più contrappuntistica e tempo moderato. Può essere definita poliritmica in quanto nella danza spesso la posizione degli accenti viene variata. In origine prevedeva una pantomima del corteggiamento.

Essa viene descritta da Thoinot Arbeau nell'Orchésographie (1589) e anche da Antoine Arena nel suo Ad suos compagnones studiantes (1520/1530).

Ne fecero largo uso compositori del periodo barocco, quali Johann Sebastian Bach, Arcangelo Corelli, Georg Friedrich Händel ed altri; in tempi più recenti fu usata da Richard Strauss.

Esempi di correnteModifica

BibliografiaModifica

  • Ottó Károlyi, La grammatica della musica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN175503211 · Thesaurus BNCF 65521 · GND (DE4675658-9