Apri il menu principale
Corsaglia
Corsaglia a san michele mondovi.jpg
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
ProvinceProvincia di Cuneo
Lunghezza34 km[1]
Portata media10,22 m³/s[2]
Bacino idrografico307,98 km²[1]
Altitudine sorgente2 030[3] m s.l.m.
NasceLago Revelli
SfociaTanaro
44°25′02.32″N 7°57′40.5″E / 44.41731°N 7.96125°E44.41731; 7.96125Coordinate: 44°25′02.32″N 7°57′40.5″E / 44.41731°N 7.96125°E44.41731; 7.96125
Mappa del fiume

Il Corsaglia è un torrente del Piemonte che scorre in provincia di Cuneo; bagna l'omonima Val Corsaglia ed è tributario in sinistra idrografica del Fiume Tanaro. Il perimetro del suo bacino è 87 km.[1]

Ma Corsaglia è anche il nome di una frazione, posta sui due lati del torrente, che la divide fra i comuni di Frabosa Soprana e quello di Montaldo di Mondovì.

Indice

Corso del torrenteModifica

Nasce con il nome di Rio Revelli dall'omonimo Lago Revelli, nel comune di Magliano Alpi in regione "Laghi di Brignola" sul confine con Frabosa Sottana e scende in direzione nord fino al piccolo centro di Borello (945 m), dove riceve l'apporto da destra dei rii Borello (da destra) e Sbornina (da sinistra). Sempre con andamento sud-nord passa nei pressi di Bossea e segna il confine del comune di Frabosa Soprana (ad ovest) con quelli di Roburent e Montaldo di Mondovì. Al termine della parte montana del suo corso piega verso nord-est e riceve da destra gli importanti contributi idrici del Rio Roburentello e del Torrente Casotto, che confluiscono entrambi nel Corsaglia nei pressi di Torre Mondovì. Passato nei pressi dell'abitato di San Michele Mondovì con ampi meandri raggiunge Lesegno dove riceve, sempre in destra idrografica, il Torrente Mongia. La confluenza nel Tanaro avviene a 335 m di quota nel punto dove convergono i comuni di Lesegno, Castellino Tanaro e Niella Tanaro. [3]

La parte montana del bacino del Corsaglia è caratterizzata da importanti fenomeni carsici i quali hanno portato, tra l'altro, alla creazione delle famose Grotte di Bossea che presentano uno sviluppo complessivo di 3 km nonché un importante sito di reperti ossei di Ursus speleus (orso delle caverne vecchio di 12.000 anni fa) Tale grotta è considerata una delle più belle e importanti d'Italia per numero di concrezioni, sale imponenti, laghi interni, nonché per la fauna ipogea endemica.

Affluenti principaliModifica

In destra idrografica:

In sinistra idrografica:

  • Rio Sbornina: oltre alle acque del proprio vallone, dominato dal Mondolè, raccoglie l'apporto idrico Rio Raschera, il quale nasce dall'omonimo lago alle pendici nord-orientali del Mongioie.
 
La confluenza del Casotto

NoteModifica

  1. ^ a b c AA.VV., Elaborato I.c/5 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 20 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2012).
  2. ^ AA.VV., Elaborato I.c/7 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 20 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ a b Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007

Altri progettiModifica

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte