Corvida

infraordine di uccelli

Corvida era considerato in precedenza uno dei due parvordini all'interno del sottordine Oscines (Passeri), secondo la vecchia tassonomia degli uccelli di Sibley-Ahlquist (1990).[1] Nell'attuale classificazione tassonomica standard sono da considerare come un infraordine. Recenti ricerche sostengono, tuttavia, che Corvida non sia un clade distinto, quanto piuttosto un grado evolutivo. Corvida è ora quindi stato sostituito da un certo numero di superfamiglie, considerate abbastanza basali tra i passeriformi.

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Corvida
Elster wikipedia2.jpg
Gazza (Pica pica)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Corvida
Famiglie

Si presumeva che la nidificazione cooperativa – tra le altre, diffusa tra Maluridae, Meliphagidae, Artamidi e Corvidae – fosse un'apomorfia comune di questo gruppo,[2] ma una sua aggiornata filogenesi dimostra che era piuttosto il risultato dell'evoluzione parallela.

Le famiglie che in precedenza costituivano Corvida secondo Sibley e Ahlquist sono state trasferite nei gruppi Oscines, Meliphagoidea e Corvoidea, ma la relazione tra questi gruppi è ancora da chiarire.

NoteModifica

  1. ^ Charles Gald Sibley, Jon E. Ahlquist, Phylogeny and classification of birds: a study in molecular evolution, Yale University Press, 1990.
  2. ^ Alexander Cockburn, "Why do so many Australian birds cooperate: social evolution in the Corvida." in Frontiers of population ecology, pp. 451-472, 1996.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli