Apri il menu principale

Coviolo

frazione del comune italiano di Reggio nell'Emilia
Coviolo
frazione
Coviolo – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Reggio Emilia-Stemma.png Reggio Emilia
ComuneReggio Emilia-Stemma.png Reggio nell'Emilia
Territorio
Coordinate44°41′N 10°37′E / 44.683333°N 10.616667°E44.683333; 10.616667 (Coviolo)Coordinate: 44°41′N 10°37′E / 44.683333°N 10.616667°E44.683333; 10.616667 (Coviolo)
Altitudine72 m s.l.m.
Superficie5,181 km²
Abitanti2 386 (31/12/2009 (FONTE: Comune di Reggio nell'Emilia))
Densità460,53 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale42123
Prefisso0522
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiCoviolesi
Patronosanti Gervasio e Protasio
Giorno festivo24 novembre (San Prospero, Patrono della città di Reggio Emilia)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Coviolo
Coviolo

Coviolo o Villa Coviolo (Chiviōl in dialetto reggiano) è una frazione del comune di Reggio nell'Emilia, situata a 4 km dal centro della città, nella zona sud-ovest. Coviolo si sviluppa prevalentemente lungo le vie Carlo e Nello Rosselli e Bartolo da Sassoferrato, un tempo conosciute come "strada del Migliolungo".

Villa Coviolo è ricordata per una violenta battaglia sostenuta nel 1023 dal marchese Bonifacio e suo fratello Corrado di Canossa, contro alcuni signori lombardi, che li avevano colti in un'imboscata, e se ne trova menzione col nome di Cuvilio in una donazione qui fatta al monastero di San Prospero nel 1046. Nel 1447 divenne un comune a sé ma venne aggregato in seguito a quello di Reggio, poi di Rivalta ed infine nel 1815 a quello di Reggio.

La chiesa parrocchiale di Coviolo venne edificata tra il 1723 al 1745. Dedicata ai santi Gervasio e Protasio ha nel suo interno da segnalare una statua in marmo di santa Barbara, attribuita a Prospero Sogari detto "il Clemente", e un quadro del Vandi datato 1742.

Dagli anni '80, la frazione ospita il nuovo cimitero suburbano di Reggio Emilia.

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia