Credito galattico standard

valuta principale nell'universo di Guerre stellari

Nell'universo fantascientifico di Guerre stellari, i crediti della Repubblica, noti anche come datarie repubblicane (e successivamente come crediti imperiali), sono la valuta principale di tutti i mondi che fanno parte della Repubblica Galattica.

Simbolo del credito galattico standard
(EN)

«Republic credits? Republic credits are no good out here»

(IT)

«Crediti della Repubblica? I crediti della repubblica non valgono niente qui!»

(Watto)

FormaModifica

Inizialmente i crediti potevano essere reperibili sia in moneta che in carta, ma successivamente presero piede i crediti sotto forma di chip, che caddero in disuso dopo l'ascesa dell'Impero

DeclinoModifica

A causa della varie guerre, le popolazioni dei vari pianeti coinvolti, credendo che i crediti avrebbero perso valore, cominciarono a stampare delle proprie valute, rendendo obsolete le datarie. Dopo la fine della Repubblica, l'Impero tornò ad usarli, chiamandoli crediti imperiali e questi furono nuovamente accettati in gran parte della galassia. Solo pochi pianeti continuarono ad usare la propria moneta.

Ciononostante, dopo la Battaglia di Endor, i crediti ritornarono inutilizzati e ogni popolazione tornò ad usare la propria moneta.

Dietro le quinteModifica

  • Nella sceneggiatura originale George Lucas descrive i crediti in due forme: una unità credito, della quale non descrisse molto e una moneta fatta di cristallo, che veniva prodotta soltanto dall'Impero.[1]
  • Il simbolo del credito ricorda molto quello del Dollaro statunitense ($), dello Yen giapponese (¥), della Lira italiana (₤), dell'Euro (€) e di altre monete in uso, in quanto formato dalla lettera resh /R/ dell'alfabeto Aurebesh solcata da due barre.

NoteModifica

  1. ^ Informazioni tratte da The Making of Star Wars: The Definitive Story Behind the Original Film

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari