Cristoforo Marcello

arcivescovo e teologo italiano (1480-1527)

Cristoforo Marcello (Venezia, 1480Gaeta, agosto 1527) è stato un teologo e vescovo cattolico italiano.

Cristoforo Marcello
arcivescovo della Chiesa cattolica
 
Incarichi ricopertiArcivescovo metropolita di Corfù (1514-1527)
 
Nato1480 a Venezia
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato arcivescovo28 maggio 1514 da papa Leone X
Consacrato arcivescovo21 novembre 1518 dall'arcivescovo Giorgio Benigno Salviati, O.F.M.Conv.
Decedutoagosto 1527 a Gaeta
 

Biografia

modifica
 
In quarta Lateranensis Concilii sessione habita oratio, 1513 (orazione De officio principis in onore di papa Giulio II)

Fu canonico a Padova, quindi (nel 1507 o 1508) protonotario apostolico e dal 1514 arcivescovo di Corfù. Fu fatto prigioniero nel sacco di Roma del 1527 e morì in prigione a Gaeta per non aver pagato il riscatto.[1]

Partecipò nel 1512 al Concilio Lateranense V, pronunciando nella IV sessione del 10 dicembre l'orazione De officio principis in onore di papa Giulio II.[2]

Genealogia episcopale e successione apostolica

modifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

  1. ^ Marcello, Cristoforo, su thesaurus.cerl.org. URL consultato il 5 febbraio 2018.
  2. ^ Margherita Palumbo, MARCELLO, Cristoforo, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 69, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2007.  

Bibliografia

modifica

Collegamenti esterni

modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN41997253 · ISNI (EN0000 0000 6136 9005 · CERL cnp01368044 · LCCN (ENn86080159 · GND (DE115467971 · BNF (FRcb13517242t (data)