Apri il menu principale
Cristoglie
insediamento
(SL) Hrastovlje
Cristoglie – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoSlovenia Slovenia
Regione statisticaLitorale-Carso
ComuneCapodistria (comune)
Territorio
Coordinate45°30′38.88″N 13°54′03.6″E / 45.5108°N 13.901°E45.5108; 13.901 (Cristoglie)Coordinate: 45°30′38.88″N 13°54′03.6″E / 45.5108°N 13.901°E45.5108; 13.901 (Cristoglie)
Altitudine165,1 m s.l.m.
Superficie3,03 km²
Abitanti154 (31-12-2010)
Densità50,83 ab./km²
Altre informazioni
Linguesloveno
Cod. postale6275
Prefisso05
Fuso orarioUTC+1
TargaKP
Provincia storicaLitorale
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Cristoglie
Cristoglie

Cristoglie[1][2] (Hrastovlje in sloveno) è un insediamento di 154 abitanti del comune sloveno di Capodistria, nell'Istria settentrionale.

Posto alle pendici del monte Chiusa (Vrh) [mt 296], 25 km a sud-est di Capodistria, il paese è localizzato nell'alta valle del torrente Risano (Rižana), in un'area prevalentemente agricola, famosa soprattutto per la produzione del vino moscato.

Luoghi d'interesseModifica

Chiesa della Santissima TrinitàModifica

 
Chiesa della Santissima Trinità

Al centro del paese si trova la chiesa romanica della Santissima Trinità (sloveno Sveta Trojica), costruita tra il XII ed il XIII secolo e fortificata con mura nel XVI.

L'interno a tre navate è affrescato con le seguenti raffigurazioni: nell'abside la Santissima Trinità; nelle absidiole minori gli Apostoli, i Re Magi e i santi protettori dalla peste Sebastiano, Rocco e Fabiano; sulla volta della navata centrale la Creazione; sui capitelli figure di Santi e nella volta delle navate laterali i dodici mesi; la parete meridionale è decorata con le scene della Passione di Cristo nella fascia superiore e con la danza macabra in quella inferiore.[3] Il ciclo degli affreschi più interessante si trova nella parte inferiore della parete sud, dove è rappresentata, come detto, una danza macabra. Il dipinto risale al XV secolo , un'epoca in cui l'Europa era falcidiata da numerose e terribili epidemie ed il tema della caducità della vita era molto sentito. L'autore degli affreschi fu il pittore Giovanni da Castua che ha lasciato la sua firma sia in caratteri latini che glagolitici. Questo ciclo di affreschi appartiene allo stile tardogotico.

NoteModifica

  1. ^ Touring Club Italiano, Slovenia. Lubiana, i centri termali. Il parco del Triglav. Il Carso e la costa istriana, Touring Editore, Iolo (PO), 2013. p. 82.
  2. ^ Dario Alberi, Istria. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Lavis (TN) 1997, pp. 396-399.
  3. ^ Slovenia, Guide d'Europa, Touring Club Italiano, 1996, pag. 42.

BibliografiaModifica

  • Dario Alberi, Istria, storia, arte, cultura, Lint Editoriale Trieste.
  • Fabio Amodeo, Tutto Istria, Lint Editoriale Trieste.
  • AA. VV., Istria, Cherso, Lussino, guida storico-artistica, Bruno Fachin Editorie, Trieste.
  • Gaetano Longo, dis. Aldo Bressanutti, Terra d'Istria, Lint Editoriale Trieste.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN136209619 · LCCN (ENn96074576 · GND (DE4251756-4 · WorldCat Identities (ENn96-074576