Apri il menu principale
Croce al merito dell'Esercito
Italia
Repubblica Italiana
TipoMedaglia al merito di Forza armata
Statusattivo
IstituzioneRoma, 26 luglio 1974
Concessa acittadini italiani e stranieri, comandi, corpi o enti.
Concessa perpremiare imprese e studi volti allo sviluppo ed al progresso dell'Esercito ovvero singole azioni caratterizzate da somma perizia, da cui siano derivate lustro e decoro all'Esercito
Gradioro, argento, bronzo
Medaglie, decorazioni e ordini cavallereschi italiani
Croce al merito dell'esercito gold medal BAR.svg

Croce al merito dell'esercito silver medal BAR.svg

Croce al merito dell'esercito bronze medal BAR.svg
Nastri della medaglia

La croce al merito dell'Esercito è una decorazione di merito della Repubblica Italiana.

Indice

StoriaModifica

La medaglia venne istituita con legge n. 330 del 26 luglio 1974[1] con l'intento di "ricompensare il concorso particolarmente intelligente, ardito ed efficace ad imprese e studi di segnalata importanza, volti allo sviluppo ed al progresso dell'Esercito italiano, da cui siano derivati a quest'ultimo spiccato lustro e decoro".[2]

La croce al merito dell'Esercito può essere concessa "alla memoria".

GradiModifica

  • oro
  • argento
  • bronzo

InsegneModifica

La medaglia è costituita da una croce decussata d'oro, argento o bronzo a seconda della classe, avente in centro un tondo riportante sul diritto la corona turrita, mentre sul retro si trova la scritta "AL MERITO DELL'ESERCITO" incisa sulle due braccia orizzontali. Sotto la scritta, nel braccio verticale, si trova il monogramma della Repubblica Italiana: "R I".

Il nastro è blu attorniato da una striscia gialla e una rossa per parte e con al centro una corona cittadina di materiale differente a seconda del grado (oro, argento). La medaglia di bronzo non riporta la corona turrita sul nastrino.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Italia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Italia