Croce (araldica)

categoria che raggruppa i diversi tipi di creus utilizzati in araldica
(Reindirizzamento da Croce patente)

In araldica, con croce si può intendere sia una pezza onorevole, costituita dalla sovrapposizione della fascia al palo che divide il campo in quattro cantoni, sia una pezza di secondo ordine, cioè mobile.[1]

Proporzioni

modifica
  • Nell'araldica italiana ogni braccio è largo un terzo dell'ampiezza dello scudo
  • Nell'araldica francese ogni braccio è largo 2 moduli (2/7 della larghezza dello scudo)

Varianti

modifica

Croce a chiave

modifica

Con le braccia finite a foggia di chiave antica e può essere vuotata o pomata (cfr: croce pisana, croce di Tolosa)

Altri progetti

modifica

Croce a doppia traversa

modifica

Croce scorciata che presenta due traverse orizzontali di uguale lunghezza

Altri progetti

modifica

Croce a ferro da mulino

modifica

Costituita da due ferri da mulino posti in croce

Altri progetti

modifica

Croce accerchiellata

modifica

Croce ancorata con le braccia ulteriormente ritorte in cerchio

Altri progetti

modifica

Croce aguzza

modifica

Con le estremità a punta

Altri progetti

modifica

Croce alzata

modifica

La croce di Calvario o croce latina.

Altri progetti

modifica

Croce ancorata

modifica

Con le estremità ad ancora (cfr: ancorato).

Altri progetti

modifica

Croce anguifera

modifica

Con due serpi uscenti dalle estremità, addossati e pendenti. Detta anche croce serpentifera. Se da ogni braccio esce una sola serpe si parla di croce serpentina.

Altri progetti

modifica

Croce ansata

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ankh.

Croce provvista di un’ansa nel mezzo della traversa. Chiamata anche ankh o croce egizia.

Altri progetti

modifica

Croce armellinata

modifica

Costituita da quattro mosche di armellino poste in croce.

Altri progetti

modifica

Croce attorcigliata

modifica

Costituita da due corde attorcigliate.

Altri progetti

modifica

Croce battesimale

modifica

Costituita dall'unione di una croce normale con una croce di Sant'Andrea.

Altri progetti

modifica

Croce bordonata

modifica

Con le estremità chiuse dalla palla o pomo del bordone. Da non confondere con la croce pomata, sarebbe da ricollegare ai bordoni dei pellegrini, con infatti una sfera all'estremità.[2] Viene usata anche come simbolo dell'Armoriale di San Michele Arcangelo.

Altri progetti

modifica

Croce carlista

modifica

Costituita da due rami noderosi posti in decusse.

Altri progetti

modifica

Croce celtica

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce celtica.

Altri progetti

modifica

Croce contromerlata

modifica

Altri progetti

modifica

Croce contronoderosa

modifica

Altri progetti

modifica

Croce cordonata

modifica

Con al centro un foro quadrato; detta anche croce forata in quadrato.

Altri progetti

modifica

Croce cramponata

modifica

Con le braccia terminanti in cramponi.

Altri progetti

modifica

Croce dal piede aguzzo

modifica

(o croce pieficcata o croce fitta).

Altri progetti

modifica

Croce dal piè forcuto

modifica

Con il braccio inferiore che si apre in due rami ricurvi.

Altri progetti

modifica

Croce della consacrazione

modifica

(in inglese: consecration cross).

vedi croce patente a cerchio

Croce dentata

modifica

Croce di Alcantara

modifica

Costituita da quattro gigli uscenti da una crocetta centrale

Croce di avellana

modifica

Formata da quattro avellane, moventi, in genere, da una palla

Altri progetti

modifica

Croce di Calatrava

modifica

(in inglese: Calatrava cross; in spagnolo: cruz de Calatrava).

Croce di Calvario

modifica

Croce lunga, colla traversa superiore posta ai tre quarti dell'altezza e fondata sopra una scalinata o un monte.

Altri progetti

modifica

Croce di Costantino

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Labaro di Costantino.

Croce di dodici punte

modifica

(in olandese: zespuntig kruis)

Croce di Gerusalemme

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce di Gerusalemme.

(cfr: croce potenziata)

Altri progetti

modifica

Croce di Lorena

modifica

(cfr: croce patriarcale)

Altri progetti

modifica

Croce di Los Angeles

modifica

È la croce che contraddistingue i vescovi di Oviedo, nelle Asturie (Spagna).

Croce di Malta

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce di Malta.

Con le punte e patente; detta anche biforcata. Ne esiste anche una variante caratterizzata dalla presenza di gigli di Francia tra i bracci della croce. La croce di Girifai è una croce di Malta con al centro il giglio di Francia (il giglio rappresenta il germoglio del tronco di Iesse annunciato dal profeta Isaia e ripreso da san Giovanni Battista di fronte a Cristo).

Altri progetti

modifica

Croce di Mantova

modifica

È la croce scorciata e patente, ma il termine è usato quasi esclusivamente nell'araldica finlandese e, solo occasionalmente, in quella inglese, che usa anche il termine Jäger cross.

Altri progetti

modifica

Croce di otto punte

modifica

(in francesce: de huit pointes, entaillée)

Con le braccia troncate da due denti

Croce di otto punte e patente

modifica

(cfr: croce di Malta)

Croce di quattro fusi

modifica

(in olandese: maliekruis)

Costituita da quattro fusi attestati nel cuore dello scudo.

Croce di San Fernando (laureata)

modifica

Costituita da quattro spade unite per le else e circondate da una corona di alloro

Croce di San Lamberto di Liegi (Gonarium)

modifica

Croce marron patente luminescente con luce indaco raggiante

Croce di San Maurizio

modifica

(cfr: croce trifogliata)

Altri progetti

modifica

Croce di Sant'Andrea

modifica

(cfr: decusse)

Croce di Sant'Antonio

modifica

A forma di Τ greco. Detta anche a tau o Crux commissa

Altri progetti

modifica

Croce di Santiago

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce di San Giacomo.

Costituita da una croce gigliata con il piede aguzzo.

Altri progetti

modifica

Croce di sedici punte

modifica

(in olandese: zestienpuntig kruis)

Croce di Santo Spirito

modifica

È la croce patriarcale con tutte le estremità bifide come la maltese.

Altri progetti

modifica

Croce di spade

modifica

Costituita da quattro spade attestate.

Croce di spighe

modifica

Costituita da quattro spighe attestate.

Croce di Tolosa

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce occitana.

(cfr: croce a chiave) detta anche croce catara o croce di Occitania o croce pisana.

Croce doppiomerlata

modifica

Croce egizia

modifica

(cfr. croce ansata)

Croce falcata

modifica

Con le braccia che terminano con dei crescenti, per cui è detta anche croce con crescenti.

Altri progetti

modifica

Croce filettata (o bordata)

modifica

Con le braccia filettate, nel lembo esterno, di altro smalto

Altri progetti

modifica

Croce fiordalisata

modifica

Con quattro gigli nodriti nelle braccia. Croce dell'Ordine di Calatrava.

Altri progetti

modifica

Croce forata in quadrato

modifica

(in francese: croix ancrée anillée) (cfr: croce cordonata)

Croce forata in tondo

modifica

(in francese: croix percée en rond, in inglese: cross round-pierced, in tedesco: rund durchbrochenes Kreuz, in spagnolo: cruz vaciada, in olandese: rond doorboord kruis).

Con un foro rotondo nel centro

Croce forcuta

modifica

Con le braccia finite a foggia di forca.

Altri progetti

modifica

Croce frecciata

modifica

(in francese: croix barbée)

Con le braccia che terminano a forma di freccia

Altri progetti

modifica

Croce gammata

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Svastica.

Con le braccia terminanti con la forma della lettera greca Gamma. Nota anche come croce uncinata o svastica.

Altri progetti

modifica

Croce gheronata

modifica

(in francese: croix gironnée, in inglese: cross gyronny, in tedesco: geständertes Kreuz, in spagnolo: cruz jironada, in olandese: gegeerd kruis)

Con le braccia cariche di gheroni di smalto diverso.

Croce gigliata

modifica

Con le braccia che terminano in gigli.

Altri progetti

modifica

Croce gigliata patente

modifica

(in francese: croix patonnée, croix pattée fleuronnée, in inglese: cross patonce, in spagnolo: cruz enhendida, in olandese: gescheiden kruis)

Croce gigliata con i bracci patenti.

(cfr: croce scorciata)

Altri progetti

modifica

Croce lunga

Esiste anche la variante della croce latina rovesciata, o croce di S. Pietro.

Altri progetti

modifica

Croce lunga

modifica

(cfr: croce latina)

Croce con il braccio inferiore più lungo delle altre. Può essere modificata come le croci consuete.

Altri progetti

modifica

Croce mulinata

modifica

Ha nel centro un'apertura quadrata o a forma di losanga che mostra il colore del campo.[3]

Altri progetti

modifica

Croce noderosa

modifica

Altri progetti

modifica

Croce ondata

modifica

Croce ortodossa

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce ortodossa russa.

(in francese: croix orthodoxe, in olandese: russisch kruis)

Con due traverse orizzontali ed una traversa inclinata.

Croce papale

modifica

Si trova anche la variante con la traversa in punta lunga quanto quella in capo, invece che della maggior lunghezza.

Altri progetti

modifica

Croce patente

modifica

Con le braccia che vanno allargandosi. Nell'araldica finlandese e, con minore frequenza, nell'araldica inglese, si usa il termine croce di Mantova per definire la croce patente scorciata.

Altri progetti

modifica

Croce patente a cerchio

modifica

(in francese: croix pattée alisée, in inglese: cross pattée alisée)

Croce patente inscritta in un cerchio. Assume il nome di croce della consacrazione quando il cerchio circoscritto è dello stesso smalto.

Croce patriarcale o croce di Lorena

modifica

Croce con due bracci orizzontali (doppia traversa), la superiore più corta della inferiore (cfr: croce a doppia traversa, croce di Lorena)

Altri progetti

modifica

Croce pisana

modifica

(cfr: croce a chiave) Di rosso, alla croce d'argento patente ritrinciata, pomata con dodici globi dello stesso. La croce, secondo la leggenda, fu concessa nel 1017 da papa Benedetto VIII ai Pisani che si dirigevano in Sardegna per liberarla dai Saraceni. I dodici globi rappresentano gli apostoli. La più antica rappresentazione della Croce Pisana la troviamo nelle mura urbane volute dal console Cocco Griffi e risale al 1156, quindi essa è più antica della Croce Occitana o di Tolosa della quale abbiamo notizie solo a partire dal 1165.

Altri progetti

modifica

Croce pomata

modifica

Con dei tondi che si aggiungono alle estremità. Da non confondere con la croce bordonata, sarebbe da ricollegare ai pomoli di una spada. Talvolta compare anche con due pomi all'estremità di ciascun braccio (nel caso di tre diventa trifogliata).[4]

(cfr: croce bordonata)

Altri progetti

modifica

Croce potenziata

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Croce potenziata.

Con le braccia finite con una piccola traversa. Detta anche Croce di Gerusalemme. Quando è assente uno dei due tratti delle traverse si ottiene la variante Fylfot, che non va confusa con la croce uncinata (svastica).

Altri progetti

modifica

Croce radiante

modifica

Con raggi diritti e ondati uscenti dal cuore della croce e diretti verso i cantoni

Altri progetti

modifica

Croce ramponata

modifica

(cfr: croce potenziata)

Altri progetti

modifica

Croce ricerchiata

modifica

Ancorata ma con le punte ritorte

Altri progetti

modifica

Croce ricrociata

modifica

Con una piccola traversa presso ogni estremità

Altri progetti

modifica

Croce ripiena

modifica

(in francese: croix remplie, in inglese: cross voided, in tedesco: gefülltes Kreuz, in spagnolo: cruzz llena, in olandese: kruis van andere kleur)

Caricata di una croce più piccola di smalto diverso.

Croce ripotenziata

modifica

Con le braccia potenziate, ognuna potenziata a sua volta

Altri progetti

modifica

Croce ritrinciata

modifica

Finita a rombi.

Altri progetti

modifica

Croce russa

modifica

(in francese: croix russe)

Con una traversa orizzontale ed una inclinata.

Croce sarchiata

modifica

(in francese: croix resarcelée, in inglese: cross voided throughout, in tedesco: innenbordiertes Kreuz, in spagnolo: cruz resarcelada, in olandese: kruis met zeer smalle zoom)

Caricata di un filetto di smalto diverso che ne segue l'andamento

Croce scalinata

modifica

Che finisce, in ogni braccio, con alcuni scalini.

Altri progetti

modifica

Croce scorciata

modifica

Con le quattro braccia, eguali, e che non toccano i lembi dello scudo (cfr: croce svizzera, croce greca)

Altri progetti

modifica

Croce serpentifera

modifica

(cfr. croce anguifera)

Croce serpentina

modifica

Con le braccia che terminano in una testa di serpente (con due si chiamerebbe anguifera)

Altri progetti

modifica

Croce solare

modifica

(in inglese: sun cross)

Croce greca inscritta in una circonferenza.

Croce spinata

modifica

Croce stellata

modifica

O meglio croce a stella

Altri progetti

modifica

Croce svizzera

modifica

(cfr: croce scorciata)

Altri progetti

modifica

Croce teutonica

modifica

Croce patente leggermente incavata alle estremità e col braccio inferiore più lungo e più largo degli altri. Lo smalto ordinario è il nero. Prende il nome dall'Ordine Teutonico, ordine religioso-militare. Talora, come in qualche stemma di Gran Maestro dell'Ordine, compare anche nella forma della classica croce nera caricata da una croce d'oro costituita da quattro spade stilizzate appuntate.

Altri progetti

modifica

(cfr:

Croce trifogliata

modifica

Le braccia finiscono in foggia di trifoglio, rappresentando tradizionalmente Padre, Figlio e Spirito Santo. È presente anche nella bandiera del Maryland.

Altri progetti

modifica

Croce uncinata (svastica)

modifica

Vedi croce gammata.

Altri progetti

modifica

(cfr: Croce di Sant'Antonio)

Altri progetti

modifica

Crocetta

modifica

Croce scorciata di dimensioni ridotte, solitamente presente in numero.

Altri progetti

modifica

Crocetta di Sant'Andrea

modifica

Crocetta posta in decusse

Altri progetti

modifica

Filetto in croce

modifica

Altri progetti

modifica

Croce a cinque bracci

modifica

(in francese: croix à 5 bras, in inglese: cross formy of 5 arms, in tedesco: fünfarmiges Tatzenkreuz, in spagnolo: cruz de cinco brazos, in olandese: vijfarmig kruis)

Con cinque braccia

(in francese: chrisme, in inglese: labarum, in tedesco: Labarum/Christusmonogramm/Konstantinisches Kreuz, in spagnolo: lábaro/crismón, in olandese: labarum)

Noto anche come croce di Costantino, è costituito all'unione delle lettere greche Chi e Rho.

Ulteriori varianti utilizzate nell'araldica olandese

modifica

Ulteriori varianti utilizzate nell'araldica polacca e in quella lituana

modifica
  1. ^ Antonio Manno (a cura di), Vocabolario araldico ufficiale, Roma, Civelli, 1907.
  2. ^ (FR) Croce bordonata, su blason-armoiries.org, 29 giugno 2018.
  3. ^ Guelfo Guelfi Camajani, Vocabolario araldico ad uso degli Italiani, Milano, Ulrico Hoepli, 1897, p. 166.
  4. ^ (FR) Croix pommetée e bourdonné, su blason-armoiries.org, 29 giugno 2018.

Altri progetti

modifica
  Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica