Apri il menu principale

Crossair

Compagnia aerea svizzera

StoriaModifica

Fondata come compagnia privata da Moritz Suter nel 1978, sotto il nome di Business Flyers Basle, è stata in seguito ribattezzata Crossair, con voli regolari da Zurigo-Kloten verso Norimberga, Innsbruck e Klagenfurt. Al suo apogeo, negli anni '90, offriva un centinaio di destinazioni a medio e corto raggio a partire dalla Svizzera, con servizi charter per l'azionista di maggioranza Swissair. Con la bancarotta di quest'ultima, il 31 marzo 2002 la maggior parte delle attività di Swissair venne rilevata dalla stessa Crossair, che cambiò il suo nome in Swiss International Air Lines e ne mantenne il codice IATA "LX".

FlottaModifica

La tabella mostra con quali aerei operava Crossair.

Aeromobile Totale Introdotti Dismessi Note
Piper L-4J 1 1975
Cessna 310P 1 1975
Cessna 421B 1 1976
Cessna 551 1 1977
Fairchild Metro II 12 1979
Saab 340 34 1984 2002 voli principalmente da Basilea, rimpiazzato successivamente dagli Embraer ERJ 145
Fokker F50 5 1990 1995
Fokker F27 3 1994 1994
British Aerospace BAe 146 3 1990 1994
Avro RJ-85 4 1993 2002 denominati Kärpf, Piz Julier, Montchaibeux, Lindenberg
Avro RJ-100 16 1995 2002
Saab 2000 32 1994 2002 la Crossair era la maggiore operatrice di questo velivolo nel 2000. voli principalmente da Basilea, rimpiazzati dagli Embraer ERJ 145
McDonnell Douglas MD-83 12 1979 2004 usati principalmente sulle rotte lunghe da Zurigo, alcuni voli da Basilea
Embraer ERJ 145 LU 25 2000 2005 usati da tutti gli hubs
Embraer ERJ-145 LR 1 2002 denominato Gemsstock
  • Crossair noleggiò un MD-11 da swissair per la rotta Zurigo-Palma di Maiorca

IncidentiModifica

  • Il 10 gennaio 2000 il volo Crossair 498 si schianta poco dopo il decollo dall'aeroporto di Zurigo. Tutte le dieci persone a bordo perirono.
  • Il 24 novembre 2001 il Volo Crossair 3597 si schianta nei pressi di Zurigo, uccidendo 24 delle 33 persone a bordo.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN159181784 · GND (DE5343350-6 · WorldCat Identities (EN159181784