Apri il menu principale

Il cruciforme nell'architetturaModifica

Le chiese cristiane sono comunemente descritte come aventi una forma cruciforme alla base della loro architettura. Nella prima età cristiana, i bizantini ed altre chiese ortodosse orientali, erano solite utilizzare una pianta a tetraconch o a croce greca con le braccia tutte eguali tra loro.

Nel panorama delle chiese occidentali, ad ogni modo, a partire dall'architettura romanica ma in particolare con lo sviluppo del gotico internazionale, si ebbe una diffusione della forma cruciforme delle piante delle chiese anche se essa non divenne esclusiva nello stile. Tra le caratteristiche delle chiese a pianta cruciforme riportiamo:

  • Il transetto est, contenente l'altare maggiore e spesso con finestre particolarmente elaborate, accoglie la luce dalle prime ore del giorno.
  • Il transetto ovest, che talvolta contiene il fonte battesimale, rappresenta l'estensione verso la comunità della chiesa e quindi di Cristo.
  • I transetti nord e sud, essendo le braccia della croce, spesso contengono delle cappelle laterali, sale o l'organo della chiesa.
  • La crociera, è il punto d'incontro dei transetti, sotto la cupola o la torre centrale della chiesa.

Nelle chiese che non sono orientate con l'altare geograficamente ad est, solitamente l'altare viene posto verso l'"est liturgico".

Altri esempi di antiche strutture architettoniche cruciformi[1] si possono trovare nel tempio di Erode, il secondo tempio ebraico.

DNA cruciformeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: DNA cruciforme.

Il DNA può avere delle transizioni a forma cruciforme, tra cui una struttura chiamata Giunzione di Holliday. Questa struttura è importante per i processi biologici critici del DNA come la ricombinazione e la riparazione delle cellule.

Giunzione cruciformeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Giunzione cruciforme.

Una giunzione cruciforme è una specifica saldatura in quattro spazi creata per 3 parti ad angolo retto.

Manoscritto cruciformeModifica

 
Il libraio Humfrey Wanley mentre tiene tra le mani una copia facsimile di un manoscritto greco cruciforme (Lezionario 150)

Un manoscritto cruciforme era una forma di manoscritto anglosassone / insulare scritto con le parole in blocchi a forma di croce.

Melodia cruciformeModifica

In musica, una melodia con quattro toni è detta melodia cruciforme. Ad essa solitamente ci si riferisce quando si indica il compositore Johann Sebastian Bach, il cui cognome potrebbe rappresentare in toni un crittogramma musicale noto come motivo BACH. Il soggetto della fuga in Do minore dal Clavicembalo ben temperato, vol. I, è una melodia cruciforme.

Spada cruciformeModifica

 
Spada lunga svizzera del XV-XVI secolo

Una spada piana utilizzata dai cavalieri medievali, contraddistinta da una guardia piatta aveva appunto forma di croce ed era pertanto detta "cruciforme". Tale tradizione, risalente all'epoca medievale, rimanderebbe alle spade utilizzate durante le crociate come rimando alla tradizione del cristianesimo. Questa spada ad ogni modo forniva, con la sua elsa ampia, un'adeguata protezione dagli attacchi nemici.

Coda cruciformeModifica

 
Un Jetstream 31 con coda cruciforme

Alcuni aeroplani usano un disegno di coda cruciforme, con uno stabilizzatore orizzontale posizionato a metà di quello verticale, formando così una forma a croce se vista da dietro. Alcuni esempi possono essere il F-9 Cougar, il F-10 Skyknight ed il Sud Aviation Caravelle.

La coda cruciforme da il vantaggio di un'aerodinamica maggiore della coda e non richiede la stessa forza verticale di una coda con disegno a T.

NoteModifica

  1. ^ Murphy-O'Connor Jerome, The Holy Land: an Oxford archaeological guide from earliest times to 170, Oxford University Press, USA; 4 edition (June 25, 1998), 1998, pp. 108, ISBN 0-19-288013-6.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica