Apri il menu principale
Cruzeiro brasiliano
fuori corso
Nome localeCruzeiro brasileiro (PT) (pl: cruzeiros)
Um Cruzeiro 2.jpg
Banconota da 1 cruzeiro (fronte)
Um Cruzeiro.jpg
Banconota da 1 cruzeiro (retro)
Codice ISO 4217BRB
StatiBrasile Brasile
SimboloCr$
FrazioniCentavo (1/100) (pl: centavos)
Monete1, 2, 5, 10, 20, 50 centavo, 1, 5, 10, 20 e 50 Cr$
Banconote1, 5, 10, 50, 100, 200, 500, 1 000, 5 000, 10 000, 50 000, 100 000 Cr$
Entità emittenteBanco Central do Brasil
Sito webwww.bcb.gov.br
Periodo di circolazione15 maggio 1970 - 27 febbraio 1986
Sostituita daCruzado brasiliano dal 28 febbraio 1986
Tasso di cambio1 000 cruzeiro = 1 cruzado (28 febbraio 1986)
Stampa e conio: Casa da Moeda do Brasil (www.casadamoeda.gov.br)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il cruzeiro (noto anche come secondo cruzeiro) è stato la valuta del Brasile tra il 15 maggio 1970 e il 27 febbraio 1986.[1] Era suddiviso in 100 centavo. Il suo codice ISO era BRB e il suo simbolo era Cr$.

StoriaModifica

Questa moneta rappresenta in realtà la conclusione della riforma monetaria intrapresa in sede di adozione della valuta precedente, il cruzeiro nuovo. La differenziazione è che, per legge, l'espressione "nuovo" e la "N", che precedeva il simbolo del cruzeiro (Cr$), sono stati eliminati.

A causa dell'alta inflazione verificatasi a partire dal 1981, è stato sostituito nel 1986 dal cruzado al cambio di 1 000 cruzeiro per 1 cruzado. A quell'epoca il cambio con il dollaro USA era arrivato a oltre 13 000 cruzeiro per un dollaro.

Prima serieModifica

MoneteModifica

Questa serie era costituita dalle monete denominate in "centavo", emesse a partire dal 1967, nonché dalla moneta da 1 cruzeiro, introdotta nel 1970.

Nel 1972, in occasione del 150º anniversario dell'indipendenza, furono emesse monete commemorative in oro (300 cruzeiro), argento (20 cruzeiro) e nichel (1 cruzeiro).

Dal 1974, le monete fino a 20 centavo cominciarono ad essere coniate in acciaio inossidabile; dal 1975 anche quella da 50 centavo cominciò ad essere emessa in questo metallo, mentre quella da 1 cruzeiro cominciò ad essere coniata in cupronichel. Le uniche eccezioni furono le emissioni commemorative in argento per la FAO (monete da 1, 2 e 5 centavo) e per i 10 anni di fondazione del Banco Central do Brasil (moneta da 10 cruzeiro).

Le monete appartenenti a questa serie di valore inferiore a 10 centavo hanno perso valore legale dal 31 dicembre 1980, e il centavo è stato definitivamente cancellato per legge dal 15 agosto 1984, rimenando tuttavia utilizzato per il calcolo delle ORTN (Obrigações Reajustáveis do Tesouro Nacional - obbligazioni "riadeguabili" del tesoro nazionale).

Prima serie - Emissioni regolari[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione[3] Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
1 centavo 17,0 mm 1,00 mm 1,75 g Acciaio inossidabile BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data 1º agosto 1968 - 31 dicembre 1980 1975 50 043 000[4]
2 centavo 19,0 mm 1,00 mm 2,16 g Acciaio inossidabile BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data 1º agosto 1968 - 31 dicembre 1980 1975 50 015 000[4]
5 centavo 21,0 mm 1,00 mm 2,64 g Acciaio inossidabile BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data 1º agosto 1968 - 31 dicembre 1980 1975 85 123 000[4]
10 centavo 23,0 mm 1,30 mm 4,78 g Cupronichel BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data, rappresentazione dell'industria siderurgica 1º agosto 1968 - 15 agosto 1984 1970 498 927 200[5]
4,22 g Acciaio inossidabile 1974 114 598 153[6]
1975 142 783 000
1976 129 060 000
1977 225 213 000
1978 225 000 000
1979 100 000 000
20 centavo 25,0 mm 1,50 mm 6,55 g Cupronichel BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data, rappresentazione dell'industria petrolifera 1º agosto 1968 - 15 agosto 1984 1970 634 780 353[5]
5,67 g Acciaio inossidabile 1975 102 386 000
1976 65 687 000
1977 240 001 000
1978 225 000 000
1979 116 000 000
50 centavo 27,0 mm 1,50 mm 7,71 g Cupronichel BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data, rappresentazione dell'industria navale 1º agosto 1968 - 15 agosto 1984 1970 440 643 353[5]
1975 134 454 000
6,65 g Acciaio inossidabile 1975
1976 135 781 000
1977 160 019 000
1978 200 000 000
1979 104 000 000
1 Cr$ 29,0 mm 1,70 mm 10,08 g Nichel BRASIL, Effigie della Repubblica Valore e data, ramo di caffè 15 maggio 1970 - 27 febbraio 1986 1970 53 271 200
10,25 g Cupronichel 1974 24 135 256[6]
1975 21 613 000
1976 26 146 000
1977 98 000
1978 77 000
Prima serie - Emissioni commemorative[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
    1 Cr$ 29,0 mm 1,70 mm 10,08 g Nichel Pietro I del Brasile, Presidente Médici e simbolo del 150º anniversario dell'indipendenza Valore, mappa del Brasile 8 novembre 1972 - 28 febbraio 1986 1972 19 999 800 Moneta commemorativa per il 150º anniversario dell'indipendenza del Brasile – 1822-1972 (circolazione comune)
20 Cr$ 34,1 mm 2,10 mm 18,04 g Argento Pietro I del Brasile, Presidente Médici e simbolo del 150º anniversario dell'indipendenza Valore, mappa del Brasile 8 novembre 1972 - 1º luglio 1987 1972 502 000 Moneta commemorativa per il 150º anniversario dell'Indipendenza del Brasile – 1822-1972
300 Cr$ 27,5 mm 1,80 mm 16,65 g Oro Pietro I del Brasile, Presidente Médici e simbolo del 150º anniversario dell'indipendenza Valore, mappa del Brasile 8 novembre 1972 - 16 gennaio 1989 1972 50 000
10 Cr$ 28,0 mm 1,80 mm 11,30 g Argento Presidente Castello Branco Valore, figura simbolica della sede centrale del Banco Central a Brasilia 31 marzo 1975 - 1º luglio 1987 1975 20 000 Moneta commemorativa per il 10º anniversario del Banco Central do Brasil
1 centavo 17,0 mm 1,00 mm 1,77 g Acciaio inossidabile Effigie della Repubblica Valore e data, canna da zucchero 4 luglio 1975 - 31 dicembre 1980 1975 n.d.[4] Monete per la campagna della FAO "Cibo per il Mondo" (circolazione comune)
1976 112 000
1977 100 000
1978 50 000
2 centavo 19,0 mm 1,00 mm 2,21 g Acciaio inossidabile Effigie della Repubblica Valore e data, soia 4 luglio 1975 - 31 dicembre 1980 1975 n.d.[4]
1976 136 000
1977 100 000
1978 50 000
5 centavo 21,0 mm 1,00 mm 2,69 g Acciaio inossidabile Effigie della Repubblica Valore e data, zebù 4 luglio 1975 - 31 dicembre 1980 1975 n.d.[4]
1976 93 644 000
1977 85 360 000
1978 34 090 000

BanconoteModifica

In questa serie, emessa tra il 1970 e il 1980, furono inizialmente lanciati i tagli da 1, 5, 10, 50 e 100 cruzeiro. Il taglio da 500 cruzeiro fu introdotto nel 1972, in occasione del 150º anniversario dell'indipendenza brasiliana.

Nel 1972 fu lanciata la seconda stampa delle banconote da 1 cruzeiro, nel 1973 quella delle banconote da 5 cruzeiro e nel 1979 quella delle banconote da 10 e 500 cruzeiro, con una lieve differenza rispetto alle banconote messe precedentemente in circolazione.

Questa serie aveva le banconote di formati differenti ed era conosciuta per l'effetto moiré, che aveva come grande novità la visibilità della filigrana su uno sfondo bianco nella banconota. I cambiamenti avevano l'obiettivo di rendere più difficile la contraffazione, problema diffuso per le banconote della valuta precedente. Tuttavia, a causa della loro progressiva perdita di valore derivante dall'inflazione, tali banconote sono state gradualmente sostituite dalle banconote e dalle monete della seconda serie, perdendo definitivamente valore legale nel 1984.

La banconota da 1 cruzeiro di questa serie è stata la più emessa nel periodo anteriore al Plano Real; ne entrarono in circolazione oltre 2 miliardi di pezzi nel corso degli anni settanta.

Seconda serieModifica

MoneteModifica

Le prime monete di questa serie sono state lanciate nel 1979 in tagli da 1 centavo e 1 cruzeiro; a queste seguirono le monete da 5 e 10 cruzeiro nel 1980 e da 20 e 50 cruzeiro nel 1981.

Anche se era progettata l'emissione di monete da 10 e 50 centavo di questa serie, queste non sono mai state messe in circolazione, e ne esiste solo un numero limitato di esemplari di prova, rari e limitati all'ambito numismatico.[7]

Nel 1985, così come già fatto nel 1975 con le monete da 1, 2 e 5 centavo, è stata emessa una serie speciale della FAO con monete in tagli da 1 e 5 cruzeiro.

Le monete da 1 e 5 cruzeiro hanno perso il loro valore legale al momento dell'adozione del "Plano Cruzado", mentre le altre lo hanno perso nel 1987.

Seconda serie - Emissioni regolari[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
1 centavo 14,0 mm 1,40 mm 1,58 g Acciaio inossidabile BRASIL, soia Valore e data 20 marzo 1979 - 15 agosto 1984 1979 100 000
1980 60 000
1981 100 000
1982 100 000
1983 100 000
1 Cr$ 20,0 mm 1,40 mm 3,23 g Acciaio inossidabile BRASIL, canna da zucchero Valore e data 20 marzo 1979 - 27 febbraio 1986 1979 596 419 000
1980 690 497 000
1981 560 000 000
1982 300 000 000
1983 100 000
1984 62 100 000
5 Cr$ 22,0 mm 1,60 mm 4,50 g Acciaio inossidabile BRASIL, rami di caffè Valore e data 31 marzo 1980 - 27 febbraio 1986 1980 388 250 000
1981 82 000 000
1982 108 000 000
1983 113 400 000
1984 243 400 000
10 Cr$ 24,0 mm 1,60 mm 5,35 g Acciaio inossidabile BRASIL, mappa del Brasile con il piano di integrazione delle regioni stradali Valore e data 31 marzo 1980 - 30 giugno 1987 1980 100 060 000
1981 200 000 000
1982 331 000 000
1983 390 000 000
1984 409 600 000
4,78 g 1985 201 000 000
1986 39 109 000
20 Cr$ 26,0 mm 1,60 mm 6,33 g Acciaio inossidabile BRASIL, progetto originale della Chiesa di San Francesco d'Assisi a São João del-Rei Valore e data 1º luglio 1981 - 30 giugno 1987 1981 88 297 000
1982 158 200 000
1983 312 000 000
1984 226 000 000
5,60 g 1985 205 000 000
1986 26 840 000
    50 Cr$ 28,0 mm 1,60 mm 7,34 g Acciaio inossidabile BRASIL, progetto originale del Plano Piloto di Brasilia Valore e data 1º luglio 1981 - 30 giugno 1987 1981 57 000 000
1982 134 000 000
1983 181 800 000
1984 292 418 000
6,49 g 1985 180 000 000
1986 52 580 000
Seconda serie - Emissioni commemorative[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
1 Cr$ 20,0 mm 1,40 mm 2,79 g Acciaio inossidabile BRASIL, ALIMENTOS PARA O MUNDO, canna da zucchero Valore e data 15 aprile 1985 - 27 febbraio 1986 1985 10 000 000 Monete per la campagna della FAO del 1985 "Cibo per il Mondo" (circolazione comune)
5 Cr$ 22,0 mm 1,60 mm 4,02 g Acciaio inossidabile BRASIL, ALIMENTOS PARA O MUNDO, caffè Valore e data 15 aprile 1985 - 27 febbraio 1986 1985 10 000 000

BanconoteModifica

Questa serie è basata sullo standard della banconota da 100 cruzeiro lanciata nel 1978 e che era stata ispirata dalle carte da gioco, con lo scopo implicito di facilitarne la manipolazione nelle casse.

La curiosità di queste banconote è che il numero di serie si trova sul retro, e che le immagini presenti sulla banconota si rispecchiano tra loro.

Dal 1981, furono emesse nuove banconote basate sul modello di questa, in tagli da 100, 200, 500, 1 000 (stampa B - modificata) e 5 000 cruzeiro. Sono uscite dalla circolazione dopo il periodo di transizione verso la terza serie, che anticipava le caratteristiche del cruzado, destinato a sostituire il cruzeiro allora esistente.

Le banconote di questa serie hanno perso valore nel 1987.

Terza serie (pre-cruzado)Modifica

MoneteModifica

Nel 1985 furono coniate le monete della terza serie, con valori da 100, 200 e 500 cruzeiro, che sul diritto riportavano lo stemma del Brasile.

Si ricorda che, come accaduto per le banconote, le monete già anticipavano il modello che sarebbe stato lanciato con la valuta successiva, il cruzado.

Queste monete, come quelle della serie precedente, hanno perso valore nel 1987.

Terza serie - Emissioni regolari[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
100 Cr$ 17,0 mm 1,45 mm 2,05 g Acciaio inossidabile Stemma nazionale BRASIL, valore e data 3 ottobre 1985 - 30 giugno 1987 1985 162.000.000 La Legge 15 agosto 1984 n. 7.214 cancella la frazione del cruzeiro denominata centavo
1986 97.169.000
200 Cr$ 19,0 mm 1,45 mm 2,55 g Acciaio inossidabile Stemma nazionale BRASIL, valore e data 3 ottobre 1985 - 30 giugno 1987 1985 55.000.000
1986 54.830.000
500 Cr$ 21,0 mm 1,65 mm 3,65 g Acciaio inossidabile Stemma nazionale BRASIL, valore e data 3 ottobre 1985 - 30 giugno 1987 1985 74.000.000
1986 95.740.000

BanconoteModifica

 
Banconota da 10 000 cruzeiro (con sovrastampa da 10 cruzado)

Nel 1984 furono inizialmente emesse banconote in tagli da 10 000 e 50 000 cruzeiro, cui seguì l'anno successivo l'introduzione della banconota da 100 000 cruzeiro.

Queste banconote hanno un modello diverso dalla serie precedente, mantenendo comunque la medesima dimensione delle banconote in circolazione.

Vale la pena ricordare che nel 1986 in occasione del "Plano Cruzado" le banconote di questa serie furono riutilizzate e rimesse in circolazione con un timbro circolare con il valore, rispettivamente di 10, 50 e 100 cruzado.

Nonostante il governo avesse pianificato che circolassero solo fino al 1987, queste banconote hanno continuato ad essere utilizzate nelle attività quotidiane, essendo ancora in circolazione in occasione del "Plano Collor".

NoteModifica

  1. ^ (PT) Diego Antonelli, Do pau-brasil ao real, Gazeta do Povo, 20 luglio 2013. URL consultato il 28 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  2. ^ a b c d e (PT) Moedas emitidas pelo BC - Cruzeiro (Cr$) vigente de 15/05/1970 a 27/02/1986, in Museu de Valores do Banco Central, Banco Central do Brasil. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  3. ^ La data di inizio del periodo di circolazione delle monete denominate in centavo è precedente all'entrata in vigore della valuta perché venne data continuità alle monete coniate per la precedente valuta del cruzeiro nuovo.
  4. ^ a b c d e f Produzione totale dell'anno 1975, incluse le monete commemorative della FAO.
  5. ^ a b c Incluse le monete con data 1967 prodotte nel 1970.
  6. ^ a b Incluse le monete con data 1970 prodotte nel 1974.
  7. ^ (PT) Moedas brasileiras - Emissões especiais: Ensaios monetários, provas de cunho & provas, dplnumismatica.com.br. URL consultato il 31 gennaio 2014.

Collegamenti esterniModifica