Apri il menu principale

BiografiaModifica

Era la figlia di Federico V d'Asburgo (futuro imperatore Federico III), e di sua moglie, la principessa Eleonora d'Aviz. Tuttavia, solo lei e il suo fratello maggiore Massimiliano sono sopravvissuti fino all'età adulta[1][2]. È cresciuta a Wiener Neustadt e a Graz, dove crebbe in un'atmosfera informale e aperta, senza una rigida etichetta di corte. Contrariamente alla precedente etichetta, ha imparato non solo a leggere, scrivere e ricamare, ma anche a ricevere lezioni di equitazione e caccia, astronomia e matematica[3].

La famiglia aveva lasciato la residenza imperiale dell'Hofburg dopo lunghe liti con il fratello minore di Federico, l'arciduca Alberto VI. Sebbene Alberto fosse improvvisamente morto nel 1463 e l'imperatore proclamò la pace generale di Landfrieden, le ostilità armate nelle terre austriache continuarono.

MatrimonioModifica

Come la maggior parte dei membri delle famiglie reali, sin dai primi anni Cunegonda fu coinvolta negli intrighi politici del suo tempo. Nel 1470 Mattia Corvino, re d'Ungheria, la chiese in moglie, ma Federico rifiutò. Mentre sua madre morì nel 1467, Cunegonda fece la sua presentazione ufficiale al fianco di suo padre all'età di quindici anni, nel 1480, durante la visita del duca Giorgio di Baviera alla corte di Vienna. Dopo le celebrazioni, Cunegonda fu inviata da Ulrich III von Graben a Graz per la sua sicurezza; tuttavia, dopo aver scoperto un complotto contro l'imperatore, si trasferì a Linz e mandò Cunegonda alla corte tirolese di Innsbruck con l'arciduca Sigismondo d'Austria.

A Innsbruck, Cunegonda incontrò il cugino del duca Giorgio, Alberto IV. La coppia si sposò il 2 gennaio 1487. Suo padre aveva inizialmente dato il suo consenso, tuttavia, quando le forze di Alberto occuparono la città imperiale di Ratisbona, ha cambiò idea. La coppia si sposò nella residenza dell'Hofburg di Innsbruck, contro la volontà del padre di Cunegonda. Suo fratello Massimiliano ha mediato tra lei e l'imperatore; è stato in grado di prevenire un divieto imperiale.

La coppia ebbe otto figli:

  1. Sidonia (1 maggio 1488-27 marzo 1505)
  2. Sibilla (16 giugno 1489-18 aprile 1519), sposò Ludovico V del Palatinato;
  3. Sabina (24 aprile 1492-30 aprile 1564), sposò Ulrico di Württemberg;
  4. Guglielmo IV di Baviera (13 novembre 1493-7 marzo 1550);
  5. Ludovico X di Baviera (18 settembre 1495- 22 aprile 1545);
  6. Susanna (1499-1500);
  7. Ernesto, amministratore apostolico dell'arcidiocesi di Salisburgo (1540-1554) e vescovo di Eichstädt;
  8. Susanna (2 aprile 1502-23 aprile 1543), sposò in prime nozze Casimiro e in seconde nozze Ottone Enrico del Palatinato.

Dopo la morte del marito nel 1508 divenne reggente per il figlio Guglielmo, operando in stretto contatto con il fratello, l'imperatore Massimiliano I. Si ritirò quindi nel convento di Püttrich, dove morì nel 1520.

NoteModifica

  1. ^ Miroslav Marek, Complete Genealogy of the House of Habsburg, Genealogy.EU.
  2. ^ AUSTRIA, su fmg.ac, August 2012.
  3. ^ Sigrid-Maria Größing: Um Krone und Liebe. Amalthea Verlag.

BibliografiaModifica

  • (DE) Constantin Wurzbach, Biographisches Lexikon des Kaisertums Österreich, Vienna, 1860, Vol. VI, pp. 404-406 (versione online)

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN45184858 · GND (DE122504852 · CERL cnp01453937 · WorldCat Identities (EN45184858