Apri il menu principale
Zio Paperone in "Cuori dello Yukon"
fumetto
Titolo orig.Hearts Of The Yukon
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreDon Rosa
EditoreGladstone
Collana 1ª ed.Walt Disney Giant n. 1
1ª edizionesettembre 1995
Editore it.The Walt Disney Company Italia
Collana 1ª ed. it.Zio Paperone n. 118
1ª edizione it.luglio 1999

Zio Paperone in "Cuori dello Yukon" (Hearts of the Yukon) è una storia a fumetti della Disney scritta e disegnata da Don Rosa che, per i temi trattati è collegata alla Saga di Paperon de' Paperoni, realizzata sempre da Rosa fra il 1992 e il 1994. In questo capitolo il giovane Paperone, all'epoca cercatore d'oro, si innamora di Doretta Doremì ma alla fine per molte incomprensioni i due innamorati sono costretti a lasciarsi.

TramaModifica

Paperone è un cercatore d'oro appena giunto a Dawson per procurarsi dei pezzi di ricambio per la propria trivella a vapore. La città versa in gravi condizioni di carenza di cibo e che di lì a poco sarebbe giunto nella stessa il colonnello Samuel Benfield Steele, sovraintendente della polizia a cavallo del Nord-Est per lo Yukon, così da riportare l'ordine nella turbolenta cittadina. Il colonnello è accompagnato dal sergente Scarth e da uno scrittore, Jack London. Preoccupati dalla presenza di Steele, i disonesti cittadini denunciano come delinquente Paperone al colonnello per mezzo di Doretta che comunica di essere stata trattenuta da Paperone nella sua concessione per un mese ma in realtà l'intenzione di Doretta è di far tornare Paperone da lei. Allora Paperone decide di tornare in fretta e furia nella sua concessione così che nessuno possa appropriarsene dopo il suo arresto. Il sergente Scarth raggiunge Paperone e gli comunica che la denuncia a suo carico ha comportato l'annullamento della concessione e il sequestro del suo oro. Paperone decide di raggiungere Dawson a piedi per dissuadere Doretta ma viene sorpreso da una tormenta ma viene salvato da Olaf Erickson, che proviene dalla Lapponia ed è stato assunto dal governo per portare a Dawson dei viveri con la sua slitta trainata da renne. Giunto nella città, Paperone crede di dover fronteggiare decine di cittadini intenzionati a fermarlo, ma questi invece assaltano la slitta per appropriarsi dei viveri e, dopo aver legato Scarth così da impedirgli di rilevare la concessione, nel trambusto generale, la stalla dove si trovavano prende fuoco e l'incendio si propaga velocemente a tutta la città.

Paperone si precipita in direzione della Bolla d'Oro. Doretta è sul palco della sala da ballo divorata dall'incendio, Paperone vorrebbe salvarla ma, colpito da un blocco di ghiaccio, sviene e Doretta cerca di mettere in scena un finto salvataggio e di far credere a Paperone di averla salvata al suo risveglio. Paperone viene trovato da Steele, che gli comunica di avere appreso che quanto raccontatogli dai cittadini non corrispondeva al vero, grazie alla testimonianza di Casey Coot, e annulla la revoca della concessione e il sequestro dell'oro.

Come tentativo estremo, Doretta consegna al sergente Scarth una lettera da recapitare a Paperone, che la riceve nella notte mentre si allontana da Dawson. Temendo che la lettera possa rivelargli i sentimenti avversi di Doretta verso di lui, Paperone decide di non aprirla, preferendo rimanere nel dubbio che qualcuno al mondo possa amarlo per quello che è. L'ultima vignetta mostra la lettera abbandonata sulla neve, destinata a mantenere l'incomprensione.

Storia editorialeModifica

La storia è stata pubblicata su varie testate in tutto il mondo e in Italia per la prima volta su Zio Paperone n. 118 del 1999 e poi ristampata varie volte.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Zio Paperone in "Cuori dello Yukon", in INDUCKS.