Apri il menu principale

Cupio dissolvi

Locuzione creata da F. Morelli nella Settimana Enigmistica n. 4569.

La locuzione latina cupio dissolvi, tradotta letteralmente, significa desidero dissolvermi e deriva da una frase biblica espressa da Paolo di Tarso nella Lettera ai Filippesi 1, 23-24:

(LA)

«coartor autem e duobus desiderium habens dissolvi et cum Christo esse multo magis melius permanere autem in carne magis necessarium est propter vos.»

(IT)

«Sono messo alle strette infatti tra queste due cose: da una parte il desiderio di essere sciolto dal corpo per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio; d'altra parte, è più necessario per voi che io rimanga nella carne.»

Si tratta non tanto di un desiderio di morire quanto di un desiderio di vivere pienamente. Nell'uso comune la frase ha preso anche il significato di "desiderio di operare il disfacimento di se stessi" e quindi anche quello di "annullarsi", di "auto-distruggersi".[1]

NoteModifica

Voci correlateModifica