Curbi

Disc jockey e produttore discografico britannico
Curbi
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereElectronic dance music
Bass House
Future House
Future Bass
Periodo di attività musicale2013 – in attività
EtichettaSpinnin Records, Musical Freedom, Confession
Sito ufficiale

Curbi, pseudonimo di Toby Curwen-Bingley (Halstead, 27 ottobre 1998), è un disc jockey e produttore discografico britannico. Divenne famoso grazie al singolo Discharge, pubblicato il 27 gennaio 2015 su Beatport[1] ed il 2 marzo sul canale YouTube dell’etichetta Spinnin Records, video che ha ricevuto circa 3 milioni di visualizzazioni[2].

CarrieraModifica

Nel 2013 Curbi cominció a produrre vari singoli usando il software FL Studio, pubblicandoli sulla propria pagina Soundcloud[3]. Le tracce Emotion, pubblicata nell’ottobre 2013, e Restate, pubblicata ad aprile 2014, vennero riprodotte nell’ Essex Radio Show, un programma della BBC; in seguito, i singoli Dime e Steeper (con Ash O’Connor) ottennero notorietà e vennero rilasciate dall’etichetta NoCopyrightSounds, mentre Von Deeper, prodotta col duo canadese Kayliox, venne rilasciata dalla Tackle Records. Verso la fine del 2014, Curbi firma per la Spinnin Records, nota etichetta olandese.

Nel gennaio 2015 Curbi rilascia il primo singolo tramite Spinnin Records, Discharge, che ottenne subito un notevole successo; il brano venne supportato da molti DJ di fama internazionale, uno su tutti Oliver Heldens. Il 2 marzo dello stesso anno, la Spinnin Records pubblica, sul proprio canale YouTube, il videoclip ufficiale del brano, totalizzando circa 3 milioni di visualizzazioni; inoltre, il brano raggiunse la seconda posizione della classifica di Beatport.

Dopo aver pubblicato il remix di Rumors di Pep & Rash e di 90’s By Nature di Showtek, sempre tramite Spinnin Records, il 15 giugno Curbi pubblica il singolo Rubber, piazzandosi al 12º posto della classifica del portale Beatport ed ottenendo circa 2 milioni di visualizzazioni su YouTube. Ad agosto viene pubblicato Hoohah, prodotto assieme a Fox Stevenson, brano che si aggiudica la 5ª posizione nella chart di Beatport, mentre, il 30 ottobre, viene rilasciata anche una collaborazione col duo Bougenvilla, con il brano Butterfly Effect, piazzatasi al 15º posto della classifica Beatport.

Il primo gennaio 2016 viene pubblicato il suo primo EP, chiamato Fraternitè EP, contenente 3 brani inediti e rilasciato come download gratuito. A febbraio pubblica il singolo 51, mentre, a giugno, tramite Musical Freedom, viene rilasciato Triple Six. Il 2016 termina con la pubblicazione di Red Point.

Nel marzo 2017 Curbi rilascia il brano Shinai ed una nuova collaborazione con il giovane, nonché grande amico, Mesto, con il brano BRUH. Poco dopo pubblica il suo secondo EP, chiamato Dash EP, contenente 4 brani inediti. Nel 2017 pubblica, inoltre, i brani Rude, B.T.F.U, LYM (con Hasse de Moor) e Let’s Go, in collaborazione con Mike Williams e Lucas & Steve.

Nel 2018, oltre a pubblicare vari singoli ed altrettanti remix, collabora nuovamente con l’amico Hasse de Moor e con il noto dj Quintino per i brani Imma Show You e Get Down. Viene rilasciato, inoltre, il suo terzo EP, chiamato Redliners EP[4], contenente 5 brani, uno dei quali (Impossible) in collaborazione con Zedd. Anche ADHD del 2019 e Alcoholic del 2020 vengono prodotti insieme all'amico Hasse de Moor, mentre Get It, sempre del 2020, con Cesqeaux. Il 24 aprile 2020 pubblica Take Me There di nuovo assieme al giovane Mike Williams.

Con la pubblicazione di Jaw Drop del 3 luglio 2020, Curbi debutta sulla "Confession", l'etichetta discografica di Tchami.

Vita privataModifica

Dal 5 luglio 2019 è fidanzato con la disc jockey taiwanese RayRay, con la quale ha prodotto anche i singoli Don't Stop[5] e BB Got Me Like.

Classifuca Top DJ MagModifica

Classifica 1001TracklistModifica

  • 2016: #71
  • 2017: #26
  • 2018: #46
  • 2019: #50
  • 2020: #20

DiscografiaModifica

EPModifica

  • 2016: Fraternitè
  • 2017: Dash
  • 2018: Redliners

SingoliModifica

  • 2013: Emotion
  • 2014: Restate
  • 2014: Steeper (con Ash O’Connor)
  • 2014: Dime
  • 2014: Von Deeper (con Kayliox)
  • 2015: Discharge
  • 2015: Rubber
  • 2015: Hoohah (con Fox Stevenson)
  • 2015: Butterfly Effect (con Bougenvilla)
  • 2015: Friendzoned
  • 2016: Selection A
  • 2016: 100 Percent
  • 2016: Circus
  • 2016: 51
  • 2016: Triple Six
  • 2016: Red Point
  • 2017: Shinai
  • 2017: BRUH (con Mesto)
  • 2017: Insect
  • 2017: Funki
  • 2017: Equals
  • 2017: Some Shots
  • 2017: Let’s Go (con Mike Williams & Lucas & Steve
  • 2017: LYM (con Hasse de Moor)
  • 2017: B.T.F.U.
  • 2017: Rude
  • 2018: Booti
  • 2018: Polar
  • 2018: Blow Up
  • 2018: Get Down (con Quintino)
  • 2018: Imma Show You (con Hasse de Moor)
  • 2018: Playground
  • 2018: Whip It
  • 2018: Bounce Mechanism
  • 2018: B.A.P.
  • 2018: Impossible (con Zedd)
  • 2018: Plus Plus
  • 2018: Mriya
  • 2019: Spiritual (MRIYA) (con Brooke Tomlinson)
  • 2019: Redeem
  • 2019: Flip It
  • 2019: ADHD (con Hasse de Moor)
  • 2019: Don't Stop (con RayRay)
  • 2019: Too Much
  • 2020: Feel (feat. Helen)
  • 2020: Get It (con Cesqeaux)
  • 2020: Alcoholic (con Hasse de Moor)
  • 2020: Take Me There (con Mike Williams)
  • 2020: Jaw Drop
  • 2020: Superpowers (feat. Helen)
  • 2020: Navigator (con AC Slater)
  • 2020: BB Got Me Like (con RayRay)
  • 2020: Move! (Brawl Stars Anthem)
  • 2020: Lied To (con Jess Ball)
  • 2021: Make Amends (con Tchami feat. Kyan Palmer)
  • 2021: Famous Last Words (con Moksi)
  • 2021: The Drum (con Mike Cervello)
  • 2021: Seing Is Believing

RemixModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3146153411874941700006 · WorldCat Identities (ENviaf-3146153411874941700006